Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

venerdì 23 giugno 2017

Quello che Maurizio Blondet non pubblica sul suo blog...



INon credo a nessuna religione, nonostante da ragazzino, come tutti i miei coetanei, ci abbiano  provato.Sono tutte false, incitano all'odio anche se qualcuno pensa che solo quella islamica sia  cattiva.E' solo un modo di intontire la gente e chi abbocca mi fa una gran pena.
Mi piacerebbe che ogni tanto Maurizio Blondet pubblicasse notizie come quella sotto, sul suo interessante blog.

da www.ansa.it

Il primate della chiesa d'Inghilterra, Justin Welby, ha ammesso che sono stati insabbiati gli abusi sessuali su bambini e ragazzi commessi in passato da un vescovo. La rivelazione 'shock' dell'arcivescovo di Canterbury arriva con la pubblicazione di 'Abuse of Faith', un rapporto indipendente sul caso di Peter Ball, ex vescovo di Lewes condannato a 32 mesi carcere nel 2015 per aver compiuto una serie di molestie.

giovedì 22 giugno 2017

Roberto Motta spiega come ha vinto contro Beppe Grillo




Solo in un paese ridicolo, senza orgoglio, autolesionista e schiavo, può esistere il M5S...

In relazione all'espulsione contestata nel giudizio pendente e sospesa con provvedimento cautelare del Tribunale di Roma,ma è seguita la riammissione temporanea ,ti comunico la riammissione in via definitiva al Movimento 5 stelle".Firmato Beppe Grillo.Roberto Motta ,il capo degli espulsi romani M5S,uno dei militanti dotato di studi alle  spalle (laureato in statistica con Giorgio Troi,nel giro degli allievi di Federico Caffè),ha guidato i ricorsi vinti contro la Casaleggio dai grillini cacciati a Roma e Napoli.Ha appena ricevuto questa mail dall'azienda,per la prima volta Grillo deve arretrare da un'espulsione,pena guai giudiziari piu seri.Ma Motta non ha intenzione di deporre l'ascia."La lotta continua",dice.

ROBERTO MOTTA:

"Ci sono altri giudizi pendenti,illegittimità del regolamento e della seconda associazione,costituita da Grillo e dal nipote,lite temeraria,e altro.Il suo fallimento va molto  oltre le cose che sono emerse.Comincia dal decalogo che firmò con lo staff.Lei ha accettato di fare tutto quello che le viene detto.A partire dalle nomine.Non può decidere niente.Pensi solo a due degli ultimi casi:Raggi nomina Fabio Serini,che era il curatore giudiziale all'Amps,l'azienda di rifiuti di Livorno,cioè un controllore del M5S ,come commissario straordinario all'IPA ,Istituto di previdenza dei dirigenti capitolini:cioè un controllato.Luca Lanzalone ,consulente Aamps sempre a Livorno,diventa presidente di Acea.Siamo dentro totali conflitti d'interessi ,interessi nei  cda,un disastro,completamente contrario ai principi del Movimento"

"La Raggi,scoperta la sua pratica da Previti ,o le nomine legate al giro Panzironi,s'è rifugiata ripescando le terze file del Pd a Roma.Altra cosa contraria alle regole M5S per molto meno,come la povera Cecilia Petrasi ,che era stata assistente ,precaria,di Claudio Scajola"'

"Ai contenuti hanno preferito imporre minigonne ,slogan banali e incoerenti rispetto ai principi condivisi dalla base.Alle critiche rispondono  con permaloso livore mirato a colpire esclusivamente la persona.Nel M5S un capogruppo che ha un diploma turistico alberghiero,Paolo Ferrara ,attacca Cristina Grancio,un architetto ,che critica con cognizione di causa le scelte di Raggi sullo stadio".

Da La Stampa del  22 giugno 2017-Jacopo Iacoboni

mercoledì 21 giugno 2017

JACQUES ATTALI:"A Francia e Ue serviva uno come Macron"



"Con il voto di domenica scorsa i francesi hanno dato una chance a Emmanuel Macron,spetta a lui non sprecare questa opportunità.Quando era ancora banchiere da Rothschild fui io che lo presenta a Hollande per farlo entrare all'Eliseo".

"Credo che con lui la Francia potrà ridiventare un attore importante nel contesto europeo.Ma per capire quale sarà il progetto futuro per l'Ue sarà necessario aspettare prima le elezioni tedesche,e poi quelle italiane".

"Non credo che in Francia è giunta l'epoca della transizione ,credo piuttosto che siamo in un momento storico in.cui è necessario fare tutto quello che la sinistra non è riuscita a fare e tutto quello che neanche la destra è riuscita a fare".

Da La Repubblica del 20 giugno 2017-Pietro Del Re

martedì 20 giugno 2017

GLI ULTRA' DEI VACCINI.Alberto Mantovani




CHI E' ALBERTO MANTOVANI?

Medico milanese ,professore  di Patologia Generale presso Humanitas University ,ateneo dedicato alla medicina e alle scienze della vita, e direttore scientifico dell'Irccs Istituto Clinico Humanitas.In passato ha lavorato in Inghilterra e negli Stati Uniti ,ed è stato capo del Dipartimento di  immunologia dell'istituto Marino Negri di Milano.Ha contribuito al progresso delle conoscenze nel settore immunotologico sia formulando nuovi paradigmi sia identificando nuove molecole e funzioni.E' il ricercatore italiano piu citato dalla letteratura scientifica internazionale.Per la sua attività di ricerca ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali.

LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU FREQUENTI.

PERCHE' E' NECESSARIO VACCINARSI?

I vaccini sono lo strumento  di prevenzione piu efficace nei confronti di malattie gravi e a volte mortali.Sono un strumento utile solo per il singolo (immunità del singolo),ma per tutta la comunità (immunità di gregge):se per un lungo arco di tempo,infatti, un alto numero di persone è vaccinato conto una determinata  malattia,questo impedisce al virus di trasmettersi,fino alla sua scomparsa definitiva: è il caso del vaiolo,ormai eliminato in tutto il mondo,così che la vaccinazione non è piu necessaria.Grazie alla vaccinazione,malattie come poliomielite e difterite sono diventare rare nel nostro Paese,ma è comunque importante continuare a vaccinarsi contro di essere  per evitare che si ripresentino ,perchè non sono ancora state eradicate a livello mondiale.
Altre malattie come morbillo,parotite, pertosse,rosolia e meningite da Hemophilus influnzal di tipo b (Hib) in Italia sono diminuite notevolmente,ma sono comunque presenti e possono comportare gravi complicazioni:è il caso del morbillo,virus altamente contagioso che può causare polmonite ed encefalite.Diverso,invece,il caso della rosolia che, pur avendo un percorso solitamente lieve,se contratta durante la gravidanza può causare morte del feto,aborto, malformazioni gravi e perfino il decesso del neonato (sindrome della rosolia congenitas).Indispensabile ,dunque,continuare a vaccinarsi contro queste malattie.

PERCHE' VACCINARSI CONTRO MALATTIE CHE IN ITALIA SONO RARE O ADDIRITTURA SCOMPARSE?

La maggior parte dei virus e dei batteri che causano queste malattie esistono ancora,e rimangono quindi una minaccia per le persone non vaccinate.Se la maggioranza della popolazione non è immune,sopratutto in un'epoca sempre piu globale come quella in cui viviamo,la presenza anche solo di pochi cosi può scatenare un'epidemia.Mantenere coperture vaccinali elevate riduce drasticamente le probabilità di trasmissione e contagio in questo modo,vengono protetti sia quelle persone, una minima percentuale che, pur vaccinate,non hanno risposto adeguatamente all'immunizzazione,sia coloro che non possono essere vaccinati per ragionimediche (perchè affetti da tumore,immunodeficienze,malattie croniche,reazioni allergiche,patologie che rendono la vaccinazione troppo rischiosa,donne in gravidanza).

I VACCINI SONO CONTRARI ALLA NATURA?

No, perchè agiscono utilizzando i meccanismi di difesa naturali.La vaccinazione ,infatti, simula il primo contatto con un agente infettivo (virus o batterio) stimolando le cellule del sistema immunitario e la produzione di anticorpi  ad attivarsi contro di esso e a ricordarlo:in questo modo,in caso di un nuovo contratto con il microbo,le nostre difese naturali lo neutralizzano immediatamente,senza che si determino i sintomi della malattia infettiva e le sue possibili conseguenze.La vaccinazione ,quindi, sfrutta la memoria immunologica,a volte, tuttavia, questo ha bisogno di un aiuto per non dimenticare:così,oltre alla prima vaccinazione,in alcuni casi  (per esempio contro il tetano) può essere necessario fare anche dei richiami,ossia somministrazioni di vaccino ripetute piu volte a distanza di tempo.



I VACCINI POSSONO INDEBOLIRE IL SISTEMA IMMUNITARIO?

Al contrario, lo rafforzano.Un'infezione naturale può indebolire il sistema immunitario,rendendo piu difficile la lotta contro un'eventuale infezione concomitante (per esempio,polmonite o infezioni dell'orecchio nel caso del morbillo).


PERCHE' LA MAGGIOR PARTE DELLE VACCINAZIONI VIENE EFFETTUATA NEI PRIMI MESI DI VITA?

Per proteggere,il prima possibile, i bambini dalle malattie prevedibili con i vaccini,che si manifestano piu spesso e in forma piu grave proprio nei piu piccoli.
Alla nascita ,un bambino è protetto dagli anticorpi di origine materna, inclusi quelli che riceve attraverso il latte materno.I livelli di anticorpi della mamma, vaccinata per esempio contro la pertosse,che costituisce una grave minaccia per il neonato ,sono dunque importantissimi.questa protezione dura tuttavia solo per un breve periodo,al termine del  quale il sistema immunitario del piccolo viene continuamente esposto a numerosi agenti infettivi.La vaccinazione,attraverso una stimolazione mirata del sistema immunitario,gli consente di rispondere in maniera adeguata alle aggressioni di virus e batteri contro i quali  è stato vaccinato ,evitando la malattia e le sue possibili conseguenze.


QUALI SONO I VACCINI DISPONIBILI IN ITALIA?

Il nostro paese ha una grande tradizione nel campo della salute pubblica e dei vaccini.Il calendario di vaccinazione è consultabile sul sito del ministero della salute.In Italia sono disponibili vaccini per la prevenzione di numerose malattie infettive,ricordiamo le principali:poliomielite,differite,tetano ed epatite B (vaccini obbligatori); morbillo,rosolia, parotite,pertosse,hemophilus influemzale,meningococco C,pneumococco,influenza e Papilloma virus ;meningite ,varicella.Sono disponibili,inoltre,vaccini per malattie diffuse solo in alcune parti del mondo,da effettuarsi generalmente solo in caso di viaggi in quelle zone o di contatti con persone a rischio: febbre gialla,tifo, epatite A.


PERCHE' ALCUNI GENITORI SONO RESTII A FAR VACCINARE I PROPRI BAMBINI?

 E' la ridotta percezione del rischio il motivo principale per cui alcuni genitori sono restìì a fare vaccinare i figli.In un certo senso,i vaccini sono vittime del proprio successo:grazie a loro, malattie che in passato hanno causato milioni di morti e di gravi disabilità sono diventate rare o sono state eliminate.Si è così dimenticato quanto siano pericolose alcune di queste,come la difterite e la poliomielite.In altri casi,invece,la causa della scarsa propensione alla vaccinazione e la poca consapevolezza della potenziale gravità di alcune malattie infettive e delle loro invalidanti complicanze:è il caso ,per esempio,del morbillo.


E' MEGLIO CONTRARRE LA MALATTIA O ESSERE VACCINATI?

E' meglio essere vaccinati,perchè le malattie possono causare complicanze gravi (danni anche permanenti e,nei casi estremi,la morte),da cui invece i vaccini ci proteggono.Fra le complicazioni piu diffuse: i danni cerebrali dovuti a morbillo,pertosse,meningite da Hib,i gravi difetti congeniti al nascituro legati alla rosolia contratta in gravidanza,le paralisi da poliemielite, i danni epatici o il cancro del fegato indotti dal virus dell'epatite B, i ritardi mentali causate dalla meningite batterica (Hib,pneumococco e meningococco).


QUANTO TEMPO E' NECESSARIO PRIMA CHE UNA VACCINAZIONE SIA EFFICACE?

In generale,occorrono alcune settimane.Fanno eccezione  i vaccini contro morbillo e varicella:la loro protezione si attiva molto rapidamente e consente di evitare la malattia anche a contagio avvenuto, purchè il vaccino venga effettuato entro le prime 72 ore.



SI PUO' CONTRARRE LA MALATTIA ANCHE SE SI E' VACCINATI?

L'efficacia della vaccinazione non è mai pari al 100%:si calcola che i vaccini contro il morbillo,poliomielite,rosolia, epatite b proteggano piu del 95% delle persone.Tuttavia,se l'intera popolazione viene vaccinata ,anche le persone che non rispondono efficacemente sono tutelate, perchè la circolazione dell'agente infettivo viene limitata (immunità di gregge)


I VACCINI SONO SICURI?

I vaccini sono entremamente sicuri.La loro sicurezza è documentata da milioni di dosi somministrate,dalla costante attività di sorveglianza sui possibili eventi avversi e dagli studi effettuati sia prima dell'autorizzazione sia dopo l'entrata in commercio a ciascun vaccino.Tuttavia,come qualsiasi altro intervento medico, comportano dei rischi e dei benefici che vanno attentamente valutati e bilanciati.E' fondamentale tenere conto del fatto che gravi eventi avversi in seguito a una vaccinazione sono estremamente rari, mentre la probabilità di complicazioni serie (fino alla morte) legate a malattie prevenibili con i vaccini sono, in alcuni casi,molto alte.In situazioni particolari,come nel caso dei bambini affetti da un tumore o da gravi immunodeficienze congenite, non vengono somministrati vaccini con germi vivi.

I VACCINI POSSONO CAUSARE EFFETTI COLLATERALI?

I vaccini,come tutti i farmaci,possono avere effetti collaterali,perlopiù lievi e di breve durata: febbre, malessere generale,arrossamento e dolore nel punto di iniezione,solo in rarissimi casi questi effetti possono essere gravi e rappresentare un pericolo per la vita  (convulsioni febbrili,shock anafilattico).


I VACCINI POSSONO CAUSARE AUTISMO?

No.L'autismo è un disordine comportamentale cronico le cui cause sono ancora del tutto note:ha origine prime della nascita,anche se i suoi sintomi iniziano a comparire tra i 12 e i 18 messi di vita,ossia nello stesso periodo in cui viene somministrato il vaccino contro il morbillo,parotite e rosolia.Uno studio del 1998,ormai universalmente screditato,suggeriva potessero esserci dei legami tra il vaccino MPR e l'autismo.Numerosissimi studia,tuttavia,universalmente riconosciuti come scientificamente validi, hanno dimostrato che non ci sono evidenze di tale relazione.

IL NOSTRO PAESE SVILUPPA E PRODUCE VACCINI?

L'Italia ha una grande tradizione di ricerca,innovazione e produzione di vaccini.La città dove sono maggiormente concentrate la ricerca e la produzione in questo settore è Siena,sede di un'azienda storica del settore qui opera Rino Roppuoli,considerato il piu grande vaccinologo vivente.Il tessuto industriale italiano attivo in questo settore comprende anche piccole imprese proprio una di queste,per esempio,ha sviluppato uno dei vaccini contro Ebola.
La leadership del nostro Paese,nel settore,si esprime anche attraverso capacità di guidare grandi progetti di ricerca finanziati dall'Unione europea come Muvapred (15.250.000 euro) e Aditec (Advanced immunization technologies,30 milioni di euro).


DA:


lunedì 19 giugno 2017

In Ungheria i salari sono aumentati del 12,8%



Nell'Ungheria del nazista,xenofobo anti europeista Orban, i salari dei ceti medio-bassi crescono piu che nei paesi dove si crede nel " + Europa".
 L'autore dell'articolo ha cercato in tutti i modi di nascondere lo straordinario successo di Orban,ma non ci è riuscito.
Mi raccomando italiani continuate ad essere un popolo di zombi senza orgoglio.

Era da tanto che i salari non aumentavano cosi.Andras Vertes,direttore del piu autorevole istituto di ricerca economica dell' Ungheria,il Gki,ha in mano gli ultimi dati: a marzo gli ungheresi hanno guadagnato in media il 12,8%  in piu rispetto allo stesso periodo del 2016.Tenendo conto dell'inflazione, oggi pari al 2% ,nel giro di un anno il potere d'acquisto reale è cresciuto del 10%.È un dato  piu che confortante in un paese dell'Europa orientale dove il salario medio,circa mille euro al mese,è ancora piuttosto basso.
La crescita dei salari è stata maggiore in Ungheria che in paesi vicini come la Polonia ,la Repubblica Ceca e la Slovacchia ,dove comunque c'è stato  un aumento significativo.
Secondo Vertes gli aumenti vanno in parte ricondotti alla politica:"In vista delle elezioni del 2018,il governo di Viktor Orban sta cercando di guadagnare consensi".Per questo ha imposto alle parti sociali un drastico aumento del salario minimo.All'inizio del 2017 quello per il lavoro non qualificato è stato alzato del 15% ,mentre quello per i lavoratori qualificati è salito addirittura del 25%. Neanche i sindacati avevano mai chiesto tanto.Hanno beneficiato degli aumenti circa un milione di ungheresi,pari a un quarto dei lavoratori.
In parte il rialzo dei salari dipende dal mercato:in.Ungheria c'è carenza di manodopera.Di conseguenza  le aziende devono offrire paghe piu alte per attirare il personale."Il deficit di forza lavoro è reale ,lo dimostra anche il fatto che nel 2016,senza alcun intervento politico, i salari erano già cresciuti del 6% ,spiega Eva Palocs, dell'istituto di ricerca Kopint-Tarki.
In Ungheria è diminuita la disoccupazione,ma questo calo dipende solo in parte  dal fatto che le persone hanno trovato un lavoro.Certo,dall'entrata  in carica di Orban nel 2010 sono stati creati 200.000 nuovi posti a tempo indeterminato,ma secondo Vertes un dato piu significativo è che molti ungheresi sono emigrati in altri paesi dell'Unione europea o hanno trovato lavoro in un paese confinante e ora fanno i pendolari.Per il direttore del Giki gli ungheresi che lavorano all'estero potrebbero essere 500.000.
Il governo di Orban ha inserito circa 200.000 disoccupati nei programmi per il pubblico impiego ,ma non tutti hanno ottenuto davvero un posto di lavoro.La disoccupazione reale sarebbe quindi un po piu alta di quella ufficiale.

La crescita dei salari  non fa felici le aziende.La Vosz,la confindustria ungherese,ha criticato l'aumento del salario minimo ,perché eserciterebbe sulle piccole e medie imprese una pressione  che rischia di portare a licenziamenti,fallimenti o a un aumento del lavoro nero.Ci si chiede infatti come se la caveranno gli imprenditori con questa drastica impennata dei salari.Il governo ha varato delle misure per alleggerire le aziende,ma cui un taglio dei contributi del 7,5%.Ma gli sgravi fiscali concessi coprono solo un terzo dell'aumento dei salari.Cosi molte aziende devono inventare stratagemmi per far fronte a un costo del lavoro salito all'improvviso del 10%.

Matthias Benz (NEUE ZURCHER ZEITUNG)

domenica 18 giugno 2017

ENRICO LETTA A BOLOGNA.Con l'asse franco-tedesco ci sarà un rilancio dell'Unione europea



Lo si può tranquillamente definire un "Festival del Mondialismo"  piu che il Festival delle idee.Il  è "ORIENTARSI NEL DISORDINE DEL MONDO".In che modo? Semplice:piu Europa, meno sovranità e ceti medio-bassi costretti a vivere da precari e migranti.
Erano presenti tutti gli ultrà del neoliberismo, della svendita dei gioiellini di stato alla finanza internazionale.
L'argment del dibattito che ho assistito e ripreso era "IL DISEGNO DI UNA NUOVA EUROPA".
Guardate i video sotto e capirete come vogliono cambiare l'Europa ...

I MIEI VIDEO


------------------------------------- --------------------------------------

venerdì 16 giugno 2017

I fatturati dei colossi Apple e ExxonMobile



La Apple, economica prevalentemente virtuale, progetta,produce e vende una decina di piccoli trastulli meccanici accuratamente disegnati,separando il luogo in cui li vende dal luogo in cui li fattura.Riesce così ad accumulare un utile netto pari al 33%   del fatturato e ciò le consente,pure essendo produttrice di piccoli oggetti venduti in piccoli negozi,di essere la prima azienda del mondo per quanto riguarda la capitalizzazione finanziaria che,nel suo caso,si aggira intorno alla cifra iperbolica di 578.000 milioni di dollari.
Invece la ExxonMobil, economia prevalentemente reale, per estrarre,raffinare,trasportare e vendere petrolio,deve trivellare pozzi nei deserti, impiantare piattaforme negli oceani ,solcare i mari con le petroliere e percorrere le autostrade con le autocisterne.Ma,pur facendo un fatturato pari a tutto il Pil dell'Arabia Saudita,ha un utile netto che è solo il 9% di questo fatturato e si colloca soltanto al sesto posto nella graduatoria mondiale con una capitalizzazione finanziaria che è quasi la metà di quella della Apple.
In un documento del gennaio 2016,Technology at Work.The Future of Innovation and Employment ,due ricercatori,Carl B ,Frey e Michael A.Osborne,dell'Università di Oxford hanno mostrato che oggi le tre maggiori società della Silicon Valley capitalizzano in Borsa 1090 miliardi di dollari con 137.000 dipendenti,mentre venticinque anni fa le tre maggiori aziende manifatturiere americane capitalizzavano  in tutto 36 miliardi di dollari impiegando 1,2 milioni di lavoratori".

PILLOLE QUOTIDIANE D'NFORMAZIONE