Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 19 aprile 2019

Creare robot capaci di controllare le armi con la mente

Risultati immagini per robot soldato

In un video chiamato"OLTRE LA BIONICA" proiettato in Florida nel 2012,il professore Justin C.Sanchez spiegava che il suo lavoro consiste nel capire il codice dei neuroni,inserendo minuscoli elettrodi a microfilo del diametro di un capello umano nel cervello.In questo modo potremmo riuscire a "sentire la musica del cervello",ad ascoltare le intenzioni motorie di una persona,a intraprendere "i suoi obiettivi e cosa la gratifica", per poi cominciare a capire come il cervello codifica i comportamenti.
Nel 2013 Sanchez è andato a lavorare per la Defence Advance research projects agency (DARPA),la sezione ricerca sulla cura e il potenziamento della mente e del corpo umano,e il suo sogno non è più quello di aiutare i disabili ad alzarsi dalle sedie a rotelle.La DARPA sogna di fondere essere umani e macchine.Qualche anno fa,quando per l'agenzia il progetto di costruire armi controllate dalla mente è diventato un problema di pubbliche relazioni,i suoi funzionari hanno usato un trucco:hanno riformulato le finalità della loro ricerca nel campo della neurotecnologia in termini di cura dei danni cerebrali e delle malattie,il loro scopo,hanno detto, non era bellico,ma terapeutico.Chi sarebbe stato contrario? Ma anche se questo fosse stato vero, avrebbe comunque avuto vaste implicazioni a livello etico,sociale e filosofico.
Nel giro di qualche decennio la neurotecnologia potrebbe provare un terremoto sociale in confronto al quale gli smartphone e internet sembrerebbero semplici increspature sullo stagno della storia.Ma la storia sconvolgente è che la neurotecnologia rimette in discussione le risposte che abbiamo sempre dato alla domanda:dov'è l'essere umano?

MICHAEL JOSEPH GROSS-THE ATLANTIC

Quasi 300 militari francesi in Estonia come parte della missione NATO

Risultati immagini per SAS

Quasi trecento militari, oltre a quattro carri armati e venti veicoli da combattimento di fanteria (BMP) arriveranno in Estonia dalla Francia come parte della missione NATO per aumentare la presenza militare nella regione per contrastare la minaccia russa e partecipare alle esercitazioni di Spring Storm.
Dal 23 aprile questo contingente e le attrezzature saranno dispiegate nella città militare di Tapa, situata a circa 150 chilometri dal confine russo. I francesi devono cambiare l'esercito belga lì, che è arrivato in Estonia a metà gennaio. Alla fine di aprile, i cacciatori delle Ardenne (un reggimento di fanteria composto dalle forze armate del Belgio) lasceranno questo stato baltico.
Secondo il servizio stampa dell'ambasciata francese in Estonia, il contingente francese include soldati della seconda brigata dell'esercito francese e mercenari della Legione straniera. Saranno schierati a Tapa come parte della missione NATO negli Stati baltici e in Polonia (FRA-EFP LYNX).
Ci sono già più di 20 carri armati Challenger-2 e circa 80 mezzi corazzati del personale nella brigata militare Tapa. Ci sono anche circa 30 veicoli da combattimento della fanteria Warrior e tre cannoni semoventi AS90 delle forze britanniche nel gruppo di battaglia NATO. Presto verranno aggiunti circa 200 armatori del personale corazzato estone della 1a Brigata di fanteria delle forze di difesa estoni, ricorda Delfi .
Il gruppo militante che ha sede lì è solo una parte del più ampio deterrente della NATO. C'è anche la missione di proteggere lo spazio aereo della NATO e di arrivare regolarmente a vari esercizi e allenamenti di parti di un certo numero di stati alleati. La scorsa settimana, il Regno Unito ha inviato quattro elicotteri Wildcat qui per rafforzare il gruppo di combattimento della NATO, e altri cinque elicotteri Apache sarebbero arrivati ​​poco dopo.
Tutta questa tecnologia e le forze alleate dell'Alleanza del Nord alla fine di aprile prenderanno parte all'esercitazione Spring Storm 2019, che quest'anno si svolgerà a Ida-Virumaa e nella contea di Lääne-Viru dal 29 aprile al 17 maggio. In totale, circa 10 mila soldati militari e di leva di 15 paesi membri della NATO prenderanno parte a esercitazioni militari.
Oltre ai francesi, il gruppo di elicotteri del Regno Unito lavorerà attivamente in stretta cooperazione con le forze di difesa estoni. La missione dei soldati SAS, che fanno parte del 21 ° e 23 ° riservare battaglioni britannici, sarà quella di tracciare "l'attività russa" nelle aree di confine. Per rintracciare il "probabile nemico" e per i suoi movimenti lungo il confine, le unità hanno droni.

giovedì 18 aprile 2019

Il 24-25 aprile Kim Jong un sarà in Russia. Potrebbe cambiare qualcosa?


Risultati immagini per kim jong un


Il presidente nordcoreano Kim Jong-un su invito del presidente russo Vladimir Putin visiterà la Russia nella seconda metà di aprile, riferisce il servizio stampa del Cremlino. Questo sarà il primo incontro degli attuali leader dei due paesi. Il 15 aprile, Yonhap ha riferito che il summit si svolgerà presumibilmente in Estremo Oriente, dove Putin andrà il 24 aprile.

Il 26-27 aprile, il presidente russo parteciperà al forum internazionale "One Belt - One Way" a Pechino, e l'incontro con Kim Jong-un avverrà prima o dopo, ha scritto l'agenzia.

Non ci sono informazioni precise sul luogo, sul tempo e su altri dettagli dell'incontro imminente tra Putin e il capo della RPDC, ha detto ai giornalisti il ​​segretario della stampa russa Dmitry Peskov, sottolineando che "l'incontro è in preparazione".

"Interfax" ha osservato che nel programma dell'aeroporto di Vladivostok, sullo sfondo dei messaggi sulla riunione prevista, c'erano informazioni su un volo non programmato da Pyongyang. Il 23 aprile alle 11:50 (ora 4:50 di Mosca), il volo JS-372 da Pyongyang sarà effettuato dagli aerei Tu-204 della compagnia aerea AirKoryo.
Di solito vola dalla capitale della Corea del Nord il lunedì e il venerdì. Il servizio stampa dell'aeroporto ha detto all'agenzia che si trattava di un volo "regolare, passeggeri". "Quando ci sono molti passeggeri, mettiamo un ulteriore volo", ha detto la fonte dell'agenzia, aggiungendo che l'aereo sarebbe tornato a Pyongyang lo stesso giorno.

Inoltre, il 17 aprile, la rete televisiva giapponese Fuji TV ha pubblicato una foto su cui, presumibilmente, il capo dell'amministrazione, Kim Jong Yna, Kim Jong Son esamina il territorio della stazione ferroviaria di Vladivostok.
L'agenzia giapponese Kyodo News, citando una fonte del governo russo, ha anche riferito che Kim Jang Son era a Vladivostok e che la Russia si sta preparando ad accettare il leader nordcoreano il 24-25 aprile.
Il giorno prima, l'assistente presidenziale Yury Ushakov ha confermato che sono in corso preparativi per un possibile incontro tra Putin e Kim Jong-un, RIA Novosti . Rispondendo alla domanda se potesse accadere la prossima settimana a Vladivostok, Ushakov ha detto che "può avvenire ovunque".
Ha chiarito che Mosca ha avanzato varie proposte a Pyongyang riguardo alla sede per i negoziati, e ora questo problema viene affrontato attivamente.
Il quotidiano Izvestia, citando una fonte informata presso il ministero degli Esteri russo, scrisse il 17 aprile che presumibilmente si sarebbe tenuta la riunione dei capi dei due paesi a Vladivostok prima della partenza di Putin a Pechino.
Allo stesso tempo, uno degli interlocutori della pubblicazione ha notato che Kim Jong-un ha avuto il tempo di accettare il terzo summit con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, oltre a ricevere un invito a un nuovo incontro inter-coreano da Seoul, quindi i suoi piani potrebbero cambiare: "È una persona impulsiva".
I capi della Russia e della Corea del Nord possono discutere lo sviluppo di un complesso di relazioni bilaterali e legami economici nel contesto delle sanzioni. Non è escluso che Mosca esprimerà il proprio sostegno alla politica di risoluzione politico-diplomatica di Pyongyang del programma nucleare e sostiene la necessità di un parziale allentamento delle sanzioni contro la Corea del Nord.

Tsipras chiede i danni alla Germania per le due guerre mondiali

Risultati immagini per grecia seconda guerra mondiale


Il governo greco invierà presto una nota verbale alla Germania per iniziare i negoziati sulla procedura per il risarcimento dei danni causati al paese nella prima e nella seconda guerra mondiale. Lo ha affermato in una riunione del primo ministro greco Alexis Tsipras, citato da Tass.

"Il governo greco intende inviare immediatamente una nota verbale al governo tedesco, in cui ripeterà le sue pretese non scrivibili derivanti dall'invasione e dall'occupazione nazista, così come i crimini di guerra commessi dalla Germania nazista", ha detto Tsipras.
Secondo lui, secondo il comitato interpartitico, le richieste di risarcimento danni della Grecia riguardano le riparazioni di guerra per la distruzione e il crollo della base produttiva del paese, il risarcimento ai familiari delle vittime di crimini di guerra, il ritorno dell'oro e il cosiddetto prestito di occupazione, il ritorno di valori archeologici rubati e reliquie di famiglia.
Tsipras ha sottolineato che l'attuale riunione del parlamento è un tributo alla memoria delle vittime del nazismo e del fascismo in Grecia, in Europa e nel mondo, vittime di esecuzioni di massa e campi di sterminio. "Questo è un tributo agli eroi della Seconda Guerra Mondiale che hanno combattuto e sono morti per proteggere la loro libertà e la loro patria dalle atrocità dei nazisti e dei nazisti", ha aggiunto Tsipras.
Il presidente del Parlamento Nikos Vucis ha affermato che le affermazioni dello Stato greco in Germania allo scopo di pagare un risarcimento militare non sono state ancora attuate, ma continuano ad esistere. Secondo lui, la discussione in parlamento si è svolta due anni dopo che la commissione parlamentare interparticles ha preparato la relazione pertinente, poiché durante gli accordi con i creditori internazionali non era necessario presentare tali requisiti in modo che nessuno cercasse di contraccambiare i debiti della Grecia nei confronti della Germania.
Il Parlamento greco ha approvato il ricorso di un voto di maggioranza del governo greco per avviare i requisiti del processo di nomina alla Repubblica federale di Germania a pagare riparazioni di guerra .
Secondo i calcoli del Tesoro dello Stato greco, calcolati con metodi diversi, il debito della Germania nei confronti della Grecia varia da 269,547 miliardi a 309,499 miliardi. .
Secondo la sua stima, le richieste greche per questo importo a 22,12 miliardi di euro, escludendo gli interessi negli ultimi anni. Inoltre, i calcoli non hanno tenuto conto delle richieste di risarcimento per la morte di persone da fame o malattia. Il Tesoro ha calcolato che le richieste di risarcimento in Grecia per questo ammontare a 107,268 miliardi di euro. Il debito per danni causati durante la prima guerra mondiale, secondo il Tesoro, è di 9.189 miliardi di euro.
I greci cominciarono a parlare di nuovo del risarcimento per la politica di Adolf Hitler subito dopo che l'Unione europea, in cui la Germania svolge il ruolo economico più importante, annunciò la fine di un programma di otto anni di assistenza finanziaria alla Grecia. Durante questo periodo, il paese ha ricevuto circa 300 miliardi di euro (337 miliardi di dollari). Tuttavia, anche un sostegno economico così forte non ha salvato la Grecia dal default nel 2015.













mercoledì 17 aprile 2019

Le esportazioni di petrolio iraniano ad aprile sono scese al livello più basso nel 2019

Risultati immagini per petrolio iran


Le esportazioni di petrolio iraniano ad aprile sono scese al livello più basso nel 2019. È stato riferito martedì dall'agenzia di stampa Reuters che cita i dati di Refinitiv Eikon e di altre società di ricerca.
Secondo i loro dati, il volume delle consegne di petrolio esportate dall'Iran ad aprile è in media inferiore a 1 milione di barili al giorno. Questo è inferiore all'esportazione media del petrolio iraniano a marzo, che era di 1,1 milioni di barili al giorno.
Tuttavia, al momento è difficile parlare dei volumi delle esportazioni, poiché Teheran, essendo sotto sanzioni, ha iniziato a nascondere i dati sulle esportazioni di energia. Alcuni esperti forniscono dati leggermente diversi: da 1,1 a 1,3 milioni di barili.
Tuttavia, in ogni caso, le esportazioni di petrolio per l'anno sono diminuite di circa la metà. Nell'aprile 2018, l'Iran ha esportato 2,5 milioni di barili al giorno.
Il calo delle esportazioni di petrolio iraniano, che è la più importante fonte di reddito per lo stato, potrebbe indicare che i consumatori stranieri hanno iniziato a ridurre i propri acquisti in previsione di un ulteriore inasprimento delle misure restrittive statunitensi a maggio, secondo la Reuters.
L'agenzia osserva che i volumi giornalieri di esportazione di petrolio iraniano potrebbero aumentare entro la fine di aprile. Tuttavia, la tendenza attuale mostra che Washington si sta muovendo nella direzione del suo obiettivo: raggiungere entro maggio la riduzione delle forniture di petrolio dall'Iran a meno di 1 milione di barili al giorno.
L'8 maggio dell'anno scorso, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato il ritiro di Washington dal piano d'azione globale congiunto - un accordo che è stato concluso nel 2015 e limitato lo sviluppo nucleare di Teheran in cambio dell'abolizione delle sanzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU e delle misure unilaterali restrittive da parte degli Stati Uniti e dell'UE. Lo scorso novembre sono state ripristinate le sanzioni statunitensi contro il settore petrolifero iraniano.
Il divieto di importare temporaneamente petrolio iraniano non si applica a Cina, India, Italia, Grecia, Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Turchia. Possono comprare petrolio dall'Iran fino al 5 maggio. In precedenza, le autorità statunitensi hanno detto che l'estensione di questo periodo non è prevista, riferisce il fatto quotidiano.
Va notato che la riduzione delle esportazioni di petrolio iraniano e venezuelano causata dalle sanzioni statunitensi, nonché la politica dell'OPEC di ridurre la produzione di petrolio, hanno già portato a un aumento del 30% del costo di un barile di petrolio quest'anno e hanno raggiunto  71 dollari.

martedì 16 aprile 2019

Sintesi sulla situazione in Libia


Risultati immagini per khalifa haftar

Per molti versi la guerra libica ha caratteristiche insolite:un'ampia circolazione di armi, due governi che rivendicano entrambi la sovranità sul territorio,senza che nessuno la eserciti realmente,forze in campo estremamente frammentate e una Banca centrale che paga i combattenti di tutte le parti in lotta.Dal punto di vista militare,una caratteristica distintiva è il modo in cui viene conquistato il territorio.Dove ci sono lunghe battaglie campali,spesso contro gruppi jihadisti,il passaggio di mano dei territori è  avvenuto in maniera certa e distruttiva.Invece,quando le perdite sono state ingenti o le conquiste di partiti di territorio sono state rapide,solitamente è stato perchè alcune milizie si sono fatte comprare e hanno cambiato bandiera,oppure perchè una delle due parti era riuscita ad avanzare con la sua colonna di veicoli blindati lungo un'autostrada mentre l'altra fuggiva senza sparare un colpo.
Il 4 aprile 2019, l'autoproclamato esercito nazionale libico (ENL),guidato dal maresciallo Khalifa Haftar,è partito alla conquista di Tripoli,suo obiettivo dichiarato ormai da anni..
Con l'insediamento di Al Sarraj a Tripoli nella primavera del 2016,l'ala più dura dell'ex blocco Fajr Libya è stata messa da parte,scardinando le vecchie divisioni tra i due schieramenti basate sull'adesione o meno all'islam politico.E sopratutto una coalizione di brigate radunate intorno alla città di Misurata,alleata di Tripoli,era riuscita a sconfiggere nel 2016 il gruppo Stato Islamico nella sua roccaforte di Sirte.Non restava che colmare il divario tra i due poteri rivale dell'Est (Haftar) e dell'Ovest (Al Sarraj),una frattura da cui l'IS aveva ottenuto grandi vantaggi tra il 2005 e il 2006.

Risultati immagini per al sarraj

Davanti alla minaccia che incombeva su Tripoli da sud,alla fine di febbraio si è tenuto un vertice ad Abu Dhabi,negli Emirati Arabi Uniti.Haftar e Al Sarraj hanno concluso un accordo verbale,senza firmare un documento,su una divisione del potere.In base all'accordo Al Sarraj avrebbe conservato la guida del governo e ad Haftar sarebbe stato riconosciuto il comando di un esercito riunificato.Tuttavia la questione della subordinazione dell'autorità militare al potere civile,vecchio pomo della discordia,non è stata risolta del tutto.Secondo un diplomatico occidentale,Haftar ha detto di voler mettere l'esercito solo sotto l'autorità di un presidente "eletto" e,nell'attesa si è rifiutato da trasferire ad Al Sarraj,che considera vicino ai Fratelli Musulmani.Al Sarraj dal canto suo ha apparentemente frenato l'attuazione dell'accordo perchè aveva bisogno di tempo per convincere i suoi alleati a Tripoli e a Misurata,e nei Paesi mediorientali che lo sostengono Qatar e Turchia.
Per molti aspetti la battaglia in corso a Tripoli rende confusa l'immagine di Haftar.Ma per lui non ha più importanza,lanciato com'è nella sua fuga in avanti verso la conquista del potere,da buon militare quale non ha mai smesso di essere.

Giornalisti del New York Times e Wall Street Journal hanno vinto il premio Pultzer 2019.Premiati per le indagini su Trump...


Risultati immagini per Suzanne Craig  Russ Buettner


Negli Usa sono stati annunciati i vincitori del premio Pulitzer 2019.
Tra i vincitori ci sono i giornalisti del New York Times e del Wall Street Journal, che sono stati premiati premi per le indagini sul presidente degli Stati Uniti Donald Trump.
In particolare, il premio nella nomination "Explanatory Reporting" sarà consegnato a David Barstow, Suzanne Craig e Russ Buettner del New York Times. La giuria ha notato la loro "esauriente indagine di 18 mesi sulle finanze di Trump, che ha ridimensionato le dichiarazioni presidenziali degli Stati Uniti sulla sua stessa ricchezza" e ha dimostrato che il suo impero commerciale stava eludendo le tasse . L'inchiesta ha dimostrato che l'attuale capo dello Stato ha trasferito almeno 413 milioni di dollari dal settore immobiliare del padre.
La pubblicazione spiegava che i genitori di Donald Trump Fred e Mary davano ai loro figli denaro e beni immobili per oltre un miliardo di dollari. Al tasso del 55% stabilito negli Stati Uniti, la tassa avrebbe dovuto essere di almeno 550 milioni di dollari.Infatti, Donald Trump, i suoi fratelli Fred e Robert, così come le sorelle Marianne ed Elizabeth pagarono una tassa di 52,2 milioni di dollari a un tasso di circa il 5%.
Come notato dal NYT, le autorità fiscali statunitensi hanno trascurato le azioni di Donald Trump, che ha usato metodi di evasione fiscale discutibili e talvolta apertamente illegali. La pubblicazione afferma che Trump e i suoi parenti hanno creato una società di facciata per nascondere i milioni di dollari ricevuti dai loro genitori. Trump stesso ha affermato di aver costruito la sua attività da zero, presumibilmente prendendo un prestito di milioni di dollari da suo padre, che in seguito ha restituito con gli interessi.
I dipendenti del Wall Street Journal, a loro volta, hanno ricevuto premi per aver divulgato informazioni sui pagamenti segreti del presidente Trump a due donne durante la campagna elettorale (categoria "Rapporti nazionali").
Secondo i materiali della pubblicazione, l'attuale capo degli Stati Uniti ha pagato il silenzio delle donne che sono entrate in una relazione intima con Trump.Entrambi dissero che avevano una relazione intima con Trump, quando non aveva ancora prestato servizio come presidente, ma era già sposato con Melania Trump. Prima delle elezioni del 2016, le donne hanno ricevuto ingenti somme di denaro per tenere la bocca chiusa sul rapporto con un candidato per il più alto ufficio statale dai fondi stanziati per la campagna elettorale.
Il premio nella nomina al Servizio di Stato sarà ricevuto dai giornalisti del quotidiano della Florida Sun Sentinel per aver denunciato le carenze dei funzionari scolastici e delle forze dell'ordine prima e dopo le riprese alla Marjory Stoneman Douglas High School nella città di Parkland. Le riprese in questione si sono verificate a febbraio dell'anno scorso. A seguito dell'attacco, 17 persone sono morte, il crimine è stato tra i dieci più sanguinosi negli ultimi anni negli Stati Uniti. Dopo la tragedia, Trump ha offerto di fornire agli insegnanti armi e insegnare loro come usarle.
I corrispondenti della Associated Press, Maggie Michael, Maad al-Zikri e Nariman El-Mofti, hanno ricevuto un premio per i materiali relativi alla guerra in Yemen, che, in particolare, ha parlato dei furti di aiuti alimentari e torture ai prigionieri. E i dipendenti della Reuters hanno notato "per l'esposizione abile" delle unità militari e dei residenti dei villaggi buddisti responsabili dell'espulsione sistematica e dell'omicidio dei musulmani Rohingya dal Myanmar.