Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 23 maggio 2012

Il 40enne Silvio Berlusconi diceva...(1 parte)




Viaggio quasi sempre in treno e un giorno nella libreria della stazione di Parma ho trovato questo vecchio libro del 1978,e sfogliandolo ho visto interviste a personaggi importanti della politica ,dello spettacolo e così ho deciso di acquistarlo alla cifra di 1 euro.


Adoro i libri-interviste, se poi vai indietro di 36 anni (il libro è del 1978 ma le intervista dalla stagione 1976-77) ancora meglio.Ho puntato subito su l'ex premier Silvio Berlusconi, che insieme a Roberto Gervaso autore del libro,compariranno nel 1980 nella liste della loggia massonica P2 scoperta da Giuliano Turone e Gherardo Colombo.

Sono d'accordo con l'introduzione di Gervaso, nonostante la sinistra è sempre stata anti imprenditori, con Silvio Berlusconi non ha mai esagerato, tutto è cominciato quando sconfisse Achille Occhetto nel 1994,ed essendo questo un paese dove non si accetta mai la sconfitta (basta guardare il calcio), da allora s'è scritto di tutto.Certo, questo però non serve per cancellare i dubbi sulla vita di Silvio Berlusconi, dei suoi "miracoli", delle frequentazioni mafiose. Le risposte che da a Gervaso, sono ridicole, e nei 36 anni successivi ne abbiamo avuto le prove.

Alla domanda da dove provengono i soldi che gli hanno permesso di mettersi in proprio, risponde senza problemi.Non risponde mai però alle famose domande che gli rivolge il giornale LA PADANIA nell'agosto del 1998.



da IL DITO NELL'OCCHIO (1978)-Roberto Gervaso (Rusconi)


Milanese, quarant'anni,laureato in legge,cavaliere del lavoro,Silvio Berlusconi è un self-made man, e del self-man ha le astuzie,le ubbie,gli slanci,le diffidenze.Non è partito dall'ago,ma quasi.E ora progetta e costruisce città.

Causeur icastico e sanguigno,è un lottatore nato,a suo agio in qualunque lizza.Anche la stampa di sinistra, non certo tenera con gli imprenditori,lo tratta con rispetto,lo pizzica con garbo.Molti lo considerano "luomo nuovo" dell'imprenditoria italiana.Un famoso banchiere ha detto di lui: "Possiede l'umanità di Borghi,la fantasia di Mattei, la grinta di Monti".

Certo, è uno che non si ferma mai,e mai fa fermare chi ha la ventura,o la sventura,di stargli accanto.Dove voglia arrivare,lo ignoro.E,forse lo ignora anche lui.Se, comunque,la nostra industria ha ancora dei capitani,Berlusconi è fra questi.Se fosse nato nel rinascimento,forse sarebbe diventato un Colleoni o una Sforza.E,invece di costruire città,le avrebbe conquistate.



CAVALIERE DEL LAVORO A QUARANT'ANNI.NON E' TROPPO PRESTO?

In Italia non c'è mai un troppo presto.Anzi,mi sembra che tutto avvenga troppo tardi.Siamo o no la patria di quinto Fabio Massimo,il temporeggiatore,e di Aldo Moro?



MA LEI NON HA BRUCIATO LE TAPPE?

Posso citarle Buzzati? "Mentre tu sei a un cocktail e sfiori giovani schiene di donne,o balli sentendo contro il tuo petto giovani seni,in quel preciso momento, in qualche stanzetta piena di fumo c'è un giovane che lavora e,magari imprecando,fa quel che dovresti fare tu". Ecco:il giovane nella stanzetta ero io.



QUINDI,E' SOLO QUESTIONE D'IMPEGNO?

Molto sta nell'impegnarsi fino a fondo.Anche se evidentemente l'impegno da solo non basta.



CHE DIFFERENZA C'E' FRA LEI E UN PALAZZINARO?

Credo che "palazzinaro" nel gergo popolare e giornalistico sia chi costruisce case addossando alla comunità il peso dei servizi di cui hanno bisogno i nuovi insediati e quindi mirando alla speculazione immobiliare pura e semplice,con l'unica preoccupazione di ricavare il maggior profitto possibile anche a spese della collettività.



QUANT'E' COSTATA MILANO 2?

Un bel pò meno di Milano 1.



QUALE SARA' LA SUA PROSSIMA CITTA'?

Spero non debba essere una città chiamata Utopia.



LAVORA ANCHE ALL'ESTERO?

Si,ma preferisco lavorare in Italia.



QUANDO COMINCIO'?

All'università,prima come direttore commerciale d'una impresa edile,poi come direttore amministrativo e,infine,come direttore generale.



E IN PROPRIO QUANDO SI MISE?

A venticinque anni.



COI QUATTRINI DI CHI?

Coi miei, raggranellati lavorando e risparmiando.



E CON QUELLI DELLE BANCHE CATTOLICHE?

Il caso vuole che io non abbia mai avuto alcun rapporto con le banche cattoliche:ma non è mai troppo tardi per incominciare.





E' VERO CHE GODE D'ALTE PROTEZIONI VATICANE?

Si, effettivamente ho protezioni altissime...anche piu in alto.Come lei ben sa,in Italia si attribuiscono protezioni a tutti.Se il protagonista è cattolico la protezione viene dal Vaticano;se è laico,dalla massoneria:ma perchè non si deve poter fare qualcosa anche senza avere "qualcun altro" alle spalle?



ALLORA DIETRO A BERLUSCONI NON C'E' NESSUNO?

C'è solo il mio impegno e il mio lavoro.





PER OTTENERE UNA LICENZA EDILIZIA,BASTA AVERNE DIRITTO?

L'Italia non è forse la patria del diritto?





E' PIU FACILE COSTRUIRE IN UNA REGIONE BIANCA O ROSSA?

Non esistono piu regioni bianche o rosse.



E CHE REGIONI ESISTONO?

Regioni rosa.



COS'E',PER LEI,IL RISCHIO?

Un fattore che cerco di ridurre al minimo indispensabile.



HA MAI AVUTO ROGNE COI SINDACATI?

Penso di avere sempre rispettato la personalità ed i diritti dei miei collaboratori.




CHE FAREBBE SE FOSSE MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI?

Cercherei di far funzionare il ministero come le mie aziende.Senza riuscirci,naturalmente.



SE I COMUNISTI ANDASSERO AL POTERE,LASCIEREBBE L'ITALIA?

Lascerei l'Italia solo se non potessi piu fare l'imprenditore.

Nessun commento:

Posta un commento