Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 30 maggio 2012

IL SISMOLOGO FABRIZIO GALADINI: "Non è finita".Purtroppo aveva ragione...




Ieri mattina al centro commerciale ho acquistato questo settimanale ,leggendo in alto a destra "TERREMOTI L'esperto:"Non è finita",ero curioso di sentire il parere di questo esperto.Dopo dieci minuti aver finito di leggere l'intervista che trovate qui sotto, è data la scossa 5.9 che ha peggiorato ancora di piu la situazione in provincia di Modena e Mantova.Purtroppo Galadini aveva ragione.Qualche mese fa sempre in Emilia con epicentro in prov di Parma la scossa era di 5.5,avevano detto previsto che c'erano d'aspettarsi scosse piu violente, e cosi è stato.Le previsioni non sono delle migliori.

L'Emilia non la riconosco piu: crisi, invasione dei mafiosi, criminalità dell'est e anche il terremoto, cose impensabili 25-30 anni fà.

Sto dalla parte di coloro che sostengono che chi definiva l'Emilia Romagna una zona a basso rischio,si deve vergognare!Il mondo è imprevedibile... certe cose meglio non dirle!

da NUOVO numero 19

Molte scosse e tutte ravvicinate nel tempo.La Pianura padana non è il posto tranquillo che il paesaggio piatto,attraversato dal Po, potrebbe suggerire.E' in cima alla classifica nella mappa ufficiale del pericolo sismico.Fabrizio Galadini ,sismologo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia,spiega il perchè.

"Tutta la val Padana è come stretta in una morsa.Da sud c'è una placca che preme verso nord e spinge l'Appennino;da settentrione,invece,la placca alpina preme al contrario facendo resistenza.La compressione tra queste due porzioni di pianeta stringe la pianura e genera terremoti".

COM'E' NATO ALLORA QUESTO TERREMOTO IN EMILIA?

"In particolare,questo sisma è nato dalla spinta degli Appennini sopra la microplacca Adriatica e l'epicentro era meno di 10 km dalla superficie terrestre.Le faglie,generate dal movimento delle placche,non sono visibili,ma possono causare sismi di gravità medio-alta,proprio come questo terremoto.

EPPURE LA PIANURA PADANA SEMBRAVA UNA ZONA SICURA...

"In realtà,proprio in quella zona ci sono testimonianze di terremoti fin dal Medioevo.Ferrara,per esempio,ricorda un eventi sismico importante nel 1234 e poi uno addirittura catastrofico nel 1570,che demolì gran parte del Castello degli Estensi.Però ci sono periodi,come l'attuale,in cui la sismicità tende a essere piu frequente:è da gennaio che si registrano scosse di una certa intensità".

ERANO TUTTE AVVISAGLIE?

"Il meccanismo è in qualche modo legato,ma quelle scosse non erano avvisaglie.Gli eventi sismici precedenti erano molto piu profondi.Potranno presentarsene altri.

DOBBIAMO DUNQUE CONSIDERARE LA ZONA COME PERICOLOSA?

"Per noi sismologi il pericolo è un calcolo matematico:studiamo le accelerazioni dei movimenti tellurici entro 50 anni.E la Pianura padana è una zona a rischio medio-alto,come risulta dalla mappa della pericolosità sismica".

Nessun commento:

Posta un commento