Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 15 giugno 2012

Senti Barnard:Paragone è un giornalista a 360 gradi?



Non voglio difendere Fabio Scacciavillani perchè non mi è per niente simpatico, sono stato bannato dal suo blog perchè ho avuto il torto di ricordare per chi ha collaborato;come tutti però, se Scacciavillani dice cose giuste, bisogna ammetterlo e su Paolo Barnard ha ragione,sopratutto quello degli ultimi 7-8 mesi. Per quello che scrive,per chi frequenta, per chi difende, tutti elementi che portano in un unica direzione politica:quella del centrodestra.Pdl e Lega Nord.


Mi vien da ridere perchè, giustamente, attacca Marco Travaglio per le sue idee neoliberiste e filo americane.Lui fa la stessa cosa e attacchi tutti coloro che sono antipatici a Pdl e a suoi giornali.

GIANLUIGI PARAGONE

Nell'ultimo suo post scrive che a fine agosto potrebbe organizzare un evento dove saranno presenti i soliti Warren Mosler, Marshall Auerback, Stephanie Kelton e Gianluigi Paragone.Domanda:ma Gianluigi Paragone è un giornalista a 360 gradi? E' un leghista ,su Libero scrive articoli che definire ridicoli è poco, considera Umberto Bossi un grande leader politico,ma mai una volta però che si è azzardato a dire che è un pregiudicato o un razzista.

GRUPPI CHE NON PORTANO NULLA DI CONCRETO

Nell'ultimo post, come in tanti altri,Barnard critica pesantemente chi non si è presentato in procura per denunciare Mario Monti e Giorgio Napolitano.

In poche parole:se non mi accontenti sei un cretino, deficiente che non capisce nulla del mondo.In passato criticava Piero Ricca e i grillini,ma usa lo stesso metodo per convincere la gente.

Domanda: ma questi gruppi cosa servono? Per chi servono? A nessuno, sono solo un buon business per chi li fonda (in questo caso Paolo Barnard) e per i suoi stretti collaboratori, trasparenza sulle donazioni: ZERO.

Prendiamo Qui Milano Libera: Piero Ricca, che legge questo blog, può scrivermi e dire che mi sbaglio ma il suo gruppo è servito solo per vendere libri, dvd e per andare a lavorare per Il Fatto Quotidiano.

IL GIOCHINO DEI SOLDI INSUFFICIENTI

Prima del Summit a Rimini,Barnard si lamentava che i soldi erano insufficienti.Finito tutto dice di aver risparmiato 10.000 euro che servivano per il summit in Grecia (poi saltato).Ma se in realtà i soldi che si sono avanzati se li fosse messi in tasca lui? Non sarebbe una novità per questi gruppi...

IL LECCACULISMO NEI CONFRONTI DI MAURIZIO ZAMPARINI

Perso al Paolo Barnard che a Report faceva servizi che denuciava i crimini delle multinazionali, della globalizzazione. Adesso va a fare i convegni con Maurizio Zamparini, presidente di una squadra di calcio che non disputa i campionati amatoriali ,ma di serie .Cioè un mondo,quello del calcio professionistico, che è a totale servizio delle multinazionali ,con i loro giocatori che fanno da testimonial a sponsor dove si sfruttano milioni di schiavi.

Nessun commento:

Posta un commento