Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 3 giugno 2012

Si può resistere senza calcio?





Con la provocazione fatta dal Premier Mario Monti, Piero Ricca nella rubrica "UOMO DA MARCIAPIEDE" per il Fatto Quotidiano, ha chiesto alla gente se sarebbe giusto chiudere il calcio, se si può farne a meno.
Se me lo avesse chiesto a me gli avrei risposte se intende il calcio italiano o il calcio in generale perchè c'è un po di differenza.
A me il calcio è sempre piaciuto fin da piccolo, ci ho giocato anche se mi divertivo piu all'oratorio che nella squadretta locale perchè già da ragazzini sbagliano la mentalità cioè sempre e solo quello del risultato da raggiungere anche con la furbizia, con i falletti sporchi a palla lontana.Ho frequentato gli stadi per anni ,ho smesso nel 2003 per dedicare il mio tempo a cose piu serie (si fa per dire) e poi perchè con i miei occhi ho visto partite poco chiare.
Almeno al sabato o la domenica mi piace guardare le partite in tv,almeno per me, è lo sport piu emozionante che ci sia, basta ricordare Bayern Monaco-Manchester United finale Champions League 1999, Manchester City-Qpr nell'ultima giornata del campionato inglese e la finale di Champions League di due settimane fa a Monaco di Baviera.E non mi vergogno a dirlo, scommetto qualche euro la settimana per vincere qualcosina anche per poter partecipare a convegni ,manifestazioni senza bisogno di cercare donazioni come fa qualcuno, fingendo di essere trasparente su quello che avanza...
L'importante è non vivere solo ed esclusivamente di calcio, non andare allo stadio, e non litigare.Guardi il match e poi basta, al massimo se c'è da vedere per curiosità qualche episodio alla moviola, lo si può fare, ma non perdere tempo ad ascoltare i vari Tiziano Crudeli, Elio Corno e Franco Rossi che per anni ci siamo insultati via email anche per via dei miei interventi telefonici a Telenova.
Per quanto riguarda lo scandalo delle scommesse, il problema non è solo il calcio ma la società italiana, il troppo buonismo,l'usare sempre la carota e mai il bastone.Qualche mese fa l'ex giocatore del Bari Bellavista,intervistato si è lasciato andare al solito "Tutti meritano una seconda possibilità", in questa maniera ognuno vuole fare il cavolo che vuole perchè intanto ti fanno poco o nulla.Saltano fuori cose di questo genere? Galera e 15 anni di squalifica e poi vedi che ci pensi due volte a fare il furbo...
Comunque ammetto che il calcio è bello anche per questo essendo io uno che ama seguire gli scandali, leggere libri sul calcio malato (NEL FANGO DEL DIO PALLONE è il mio preferito e tra un po acquisterò anche CALCIO E MAFIA) e soprattutto non star male per nessuna squadra.

Nessun commento:

Posta un commento