Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 16 luglio 2012

Con la MMT si risolverebbero i problemi del Sud?





Sto seguendo i convegni che Paolo Barnard sta facendo in giro per l'Italia,ed ero particolarmente interessato a quello di Palermo città da sempre in crisi con tassi di disoccupazione altissimi e in mano alla criminalità organizzata.E' stato organizzato in un posto, come lo si può notare nel video, elegante , circondato da ragazzi che con ogni probabilità studiano. Avrei voluto vedere come sarebbe stato accolto in uno dei quei quartieri popolari con palazzoni quasi tutti abusivi dove moltissime famiglie non hanno ne luce e ne acqua.

I grafici che ha mostrato sono giusti, piu li ripeti meglioè, e mi auguro che lo possa fare anche venerdi prossimo nell'ultima puntata dell'ULTIMA PAROLA condotta dal giornalista-leghista Gianluigi Paragone,magari per chiudere il becco al centrosinistra ed in particolare il PD,il partito di sinistra piu ipocrita d'Europa.Quello che non digerisco è che il signor Barnard faccia finta di nulla sull'enorme somma di soldi pubblici sprecati.La scusa che erano in lire è ridicola, ancora di piu quando tutte le volte ripete che venivano utilizzati per arricchire i cittadini,per costruire ospedali ,scuole ecc ecc.Ma dove? In Sicilia? In Campania? In Basilicata? In Puglia? In Calabria? Non so come faccia un meridionale a non perdere le staffe quando sente cose del genere.1.966 miliardi di euro di debito pubblico per cosa? Non dico che devi portare il meridione a livello del Nord ma creare piu posti di lavoro ,ospedali migliori e scuole migliori. Invece no, migliaia di meridionali sono costretti da decenni a venir su a farsi curare (Lombardia sopratutto),io ne so qualcosa perchè non abito molto distante da Salsomaggiore Terme uno dei centri termali piu attrezzati del paese e vedo treni speciali che vengono dal mezzogiorno a fare le cure.

E poi l'insistere con la ricchezza privata seconda solo al Giappone.Ma che me ne frega se un gruppo ristretto hanno una ricchezza cosi elevata? Che senso ha se non è distribuita? Il Paese con la seconda ricchezza privata del mondo, e poi vai a vedere che in una parte d'Italia c'è un 6-7% (euro o lira non fa nessuna differenza) di analfabetismo!

IN BREVE COSA PROPONE LA MMT:

L'uso della moneta a deficit,spiegando che il deficit dello stato non è un debito dei cittadini ma il contrario.L'obiettivo come spiega Barnard, è l'azzeramento della disoccupazione, impresa che sia con la lira che con l'euro prima della crisi (nel 2003 l'Italia ha raggiunto tassi di crescita superiori alla Germania) non ci è mai riuscito nessuno.


PRONOSTICO DI ANGLOTEDESCO

Ennesima presa per il culo nei confronti dei cittadini del Sud Italia. Il nord sarà sempre piu ricco e il sud sempre piu povero, la mafietta (visto che per gli econimisti dell'MMT non è un problema) farà sempre i suoi sporchi interessi senza essere minimamente disturbata.


da ANNUARIO RIZZOLI 1981-82


SI AGGRAVA LA SQUILIBRIO NORD-SUD

I problemi generali del Sud presentano quindi aspetti nuovi rispetto al passato.Nell crisi economica dell'Italia e dell'Europa chi paga piu di tutti le conseguenze dell'inflazione è il Sud.La disoccupazione c'è anche al Nord e al Centro ma qui la riconversione industriale non fa arretrare il livello di vita conquistato in questi ultimi anni.Da uno studio del presidente dello Svimez, Pasquale Saraceno, si desume che il divario economico tra Nord e Sud è tornato ad aumentare negli ultimi otto anni.Saraceno osserva che il Sud si trova stretto una tenaglia fra la tendenza del Nord a raggiungere i livelli produttivi dell'Europa occidantale e lo sviluppo dei paesi del Sud-Est asiatico che hanno aumenti di reddito pro capite nel Mezzogiorno,che era salito fino al 1973,è cominciato di nuovo a descrescere.La disoccupazione giovanile sta diventando un problema prevalentemente del Sud.Poichè lo scarto di natalità, osserva Saraceno,k fra Centro Nord e Sud è destinato a crescere,occorrerebbe,entro un decennio,creare nel Sud 1.700.000 posti di lavoro.Perciò,secondo Saraceno, è necessario puntare ancora allo sviluppo industriale perchè l'agricoltura non potrà mai essere in grado di procurare tanti posti di lavoro.La legge per l'intervento straordinario per il Mezzogiorno già scaduta da due anni, è stata prorogata ma non rinnovata.Le grandi città meridionali sono prive di adeguati servizi civili:dalle scuole,ai trasporti alla sanità.Secondo dati del ministero del Mezzogiorno se si vogliono mantenere gli attuali tassi di occupazione nel Sud bisogna creare almeno 700.000 posti di lavoro nei prossimi 10 anni.

Nessun commento:

Posta un commento