Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 26 agosto 2012

CALCIO CRIMINALE.Sponsorizzazioni padane...






No comment...sono in vacanza

da PALLONE CRIMINALE-Simone Di Meo e Gianluca Ferraris (Ponte alle Grazie)


Nel nostro viaggio attraverso l'indotto del pallone criminale c'è anche spazio per una vicenda recentissima:tra le carte dello scandalo politico-finanziario che ha travolto i vertici della Lega Nord,infatti,c'è anche un episodio di sponsorizzazione calcistica.Secondo i giudici ,fittizia e realizzata (anche) con l'interesse della 'ndrangheta.Ma andiamo con ordine,perchè la storia è complicata e ricca di colpi di scena.
C'è stato un periodo, non molti anni fa,in cui a Pontedecimo,popoloso quartiere della periferia ovest di Genova,i tifosi sognavno in grande:acquisti di grido,sponsor generosissimi,l'erba sintetica sul terreno di gioco del vecchio Grondona,e la squadra locale che puntava apertamente a diventare la terza forza cittadina dopo Genoa e Sampdoria,con l'obiettivo della serie C2.L'euforia è terminata quando,sui conti di quegli anni,ha aperto un'inchiesta la guardia di finanza:il lavoro delle Fiamme Gialle si è poi tradotto in un'informativa riservata,trasmessa alla procura del capoluogo ligure verso la fine del 2011.Qui ha finito per incrociare il fascicolo che riguarda l'ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito,indagato per riciclaggio,truffa ai danni dello Stato e appropriazione indebita.
Secondo le accuse Belsito,tramite una delle sue società,la Effebi immobiliare,avrebbe foraggiato con sponsorizzazioni sovrafatturate la squadra genovese.Un comportamento al quale,peraltro,si sarebbero accodate decine di altre imprese.Lo schema scoperchiato dall'inchiesta,in mano al pubblico ministero Nicola Piacente,è in realtà piuttosto semplice e già ampiamente rodato in altri settori, anche se è la prima volta che se ne trova traccia pure nel calcio dilettantistico,e per giunta al Nord:la squadra fattura una certa cifra all'azienda che fornisce la sponsorizzazione,ma in realtà incassa una cifra piu bassa.Il resto viene dirottato su un fondo nero al quale attingono entrambi.L'operazione è utile a tutti a due perchè non pesa sul piano fiscale nei bilanci della società sportiva,mentre lo sponsor può scaricare per intero l'importo fatturato.Proprio quello che, nell'ipotesi dei pm, è avvenuto a Pontedecimo tra il 2006 e il 2007.La Effebi immobiliare,che faceva parte della galassia di società riconducibili a Belsito (poi rivelatasi una scatola vuota),avrebbe partecipato al sistema.Fin qui le accuse,respinte,è bene ricordarlo,da tutti i protagonisti dell'epoca,indagati e non ,compresa la società che oggi ha un'altra dirigenza.
Ma cosa c'entra la criminalità organizzata calabrese con questa storia? C'entra,perchè uno dei vecchi soci di Belsito nella Effebi si chiama Alex Girardelli, conoscente di Belsito,ex tesserato leghista e ritenuto dagli investigatori uno dei principali riciclatori di capitali sporchi delle 'ndrine (e in particolare della cosca De stefano) in Liguria.Secondo la DIA di Reggio Calabria, a un certo punto,il sodalizio tra Belsito e la famiglia si interrompe,e Giardelli senior inizia a lavorare nell'ombra per screditare l'ex socio del figlio.L'ipotesi degli inquirenti è che la brusca interruzione dei rapporti tra i due possa nascondere qualcosa che,magari ,ha a che fare col denaro dei boss.
Agli atti finisce una curiosa intercettazione,effettuata nel febbraio 2012 dal reparto operativo speciale dei carabinieri di Roma,nella quale proprio Girardelli senior si trova a commentare il famoso scandalo dei fondi della Lega Nord dirottati a Cipro e in Tanzania:l'uomo ,a un certo punto, fa riferimento a "quell'affare,il contenitore che Belsito ha fatto con il notaio" e che "se qualcuno indaga,chiederà conto a lui (cioè Belsito) e al notaio",e non a suo figlio.Quel "contenitore" è la Effebi immobiliare? E perchè un personaggio ritenuto vicino alle cosche se ne interessa tanto? Le sponsorizzazioni sono solo la punta dell'iceberg di un sistema attraverso il quale la 'ndrangheta,o uomini ad essa ritenuti organici,ripulivano il denaro con la complicità di politici e altri personaggi in vista? Domande alle quali dovranno trovare una risposta i magistrati.

Nessun commento:

Posta un commento