Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 14 agosto 2012

David Icke e la grande menzogna dell'11 settembre




No comment...sono in vacanza



da COSPIRAZIONE GLOBALE-David Icke (Macro edizioni)

"Mi definirò un teorico della cospirazione quando tu ti definirai un teorico della coincidenza"-John Judge

Stavo visitando una zona di scavi antichi nel Doeset,in Inghilterra, quando venni a sapere da una coppia di Americani degli attacchi che sarebbero divenuti famosi come l'11 settembre".Era pomeriggio, ora inglese, dell'11 settembre 2001.

Mentre li ascoltavo raccontare brevemente i dettagli, a livello della mia mente,o meglio, del mio intuito,non ebbi alcun dubbio.Si trattava di un enorme problema-reazione-soluzione per far avanzare il programma globale su cu da ormai dieci anni andavo mettendo in guardia la gente.Mi recai a un appuntamento che avevo preso in precedenza con un guaritore alternativo,il cui studio si trovava a poche migliaia di distanza,e li vidi alla televisione qualche immagine che proveniva da New York.Piu ascoltavo,e piu il tutto diventava evidente.Quelli che condannavano gli attacchi attribuendoli all'operato di "terroristi islamici".In realtà ne erano i veri responsabili.O,perlomeno,sapevano che erano stati i loro "padroni" a organizzarli.Mentre guidavo verso casa,ascoltando le notizie che venivano date per radio,anche lo stadio successivo mi divenne penosamente chiaro.Ciò che era accaduto a new York, Washington e in Pennsylvania non sarebbe stato collegato alle azioni e alle risposte messe in atto allo scopo di dare una ulteriore spinta in avanti al controllo e alla repressione ai danni della razza umana.All'epoca non molti condividevano questi pensieri e punti di vista, che certamente non erano popolari.Qualche giorni dopo gli attacchi mi venne chiesto di partecipare a un programma radiofonico per una emittente di Los Angeles,perchè chi la gestiva aveva letto in internet cosa ne pensavo,ovvero che si trattava di un lavoro fatto dall'interno da elementi del governo degli Stati Uniti,da organismi a esso connessi e da altri collegamenti d'oltreoceano.Potete immaginare la reazione.Venni "intervistato" da una coppia di "deejay" e non riuscì a capire quale dei due quel giorno riuscisse a far funzionare il cervello.In pratica,"cosa vai blaterando?" Riassume egregiamente il loro modo di reagire.Feci notare che questo era esattamente il tipo di reazione che mi aspettavo,sbadiglio, sbadiglio, e feci loro una offerta che mi richiamassero dopo qualche settimana,e se non fosse successo A,b e C avrei ammesso che mi ero sbagliato.I due acconsentirono,ma il telefono non avrebbe mai squillato,perchè A,B e C accaddero veramente,ovvero il Patriot Act (Atto pattriottico),la "lotta al terrorismo" e altri assalti fondamentali alla libertà che ormai sono all'ordine e dal periodo immediatamente successivo.



Una volta che viene giustificato il problema-reazione-soluzione legato a un evento, e si conosce il programma di base che tale evento ha lo scopo di far progredire,predire il futuro in generale,e addirittura nei dettagli,diventa piuttosto facile.

Una enorme fetta di umanità,la stragrande maggioranza direi, in preda allo shock e allo sconcerto si è lasciata vendere la versione ufficiale dei fatti: 19 estremisti islamici hanno dirottato quattro velivoli civili utilizzando taglierini e coltelli di plastica (non sto scherzando).Hanno pilotato tre degli aereoplani fino a farli schiantare contro il World Trade Center e il pentagono,mentre l'altro è precipitato in Pennsylvannia dopo che i passeggeri si sono impossessati della cabina di pilotaggio.Questa storia è un'assurdità ed è stata subito demolita da ricercatori indipendenti ed esperti nel campo dell'aviazione,degli esplosivi,della fisica,dell'ingegneria e della progettazione edilizia.



-Gli aerei non furono guidati da piloti islamici,molti dei quali non sarebbero stati in grado di pilotare con competenza un Cessna monomotore a una scuola di volo per principianti.

-Le torri gemelle non crollarono a causa del calore prodotto dal fuoco.Vennero giu grazie a una demolizione controllata.

-Ci sono ancora molte domande senza risposta riguardo al fatto che il volo 77 abbia realmente colpito il Pentagono o meno.


Subito dopo gli attacchi,frutto di un'accurata preparazione,èlo stesso Tony Blair a svelarci con le sue parole il vero motivo dell'accaduto:

"E' una occasione da cogliere al volo.Il caleidoscopio è stato scosso,i pezzi sono in movimento ma presto si fermeranno di nuovo,prima che questo accada,riordiniamo il mondo intorno a noi".

Nessun commento:

Posta un commento