Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 30 settembre 2012

Il solito Chelsea batte anche l'Arsenal


Ogni tanto mi piace commentare i match di calcio, lo so intorno a questo sport ci sono molti interessi, multinazionali, doping, scandali ecc ecc ma è uno sport emozionante che amo fin da ragazzino e difficilmente smetterò di seguirlo.L'importante è non prenderlo troppo sul serio, non spendere soldi per i calciatori,non andare allo stadio ed evitare discussioni inutili al bar o in altri posti.Guardare le giocate, gli schemi, non c'è niente di male,chi sta rovinando milioni di persone non sono certo i calciatori.

UN PO DI NUMERI PRIMA DI COMMENTARE IL MATCH.

-Si è giocato il 178esimo tra Arsenal e Chelsea

-L'Arsenal prima di questa gara era imbattuto subendo solo 2 gol in Premier League

-I Gunners prima di questo incontro avevano 5 punti in piu rispetto alla passata stagione perdendo in casa solo 2 volte nelle ultime 20 gare di campionato.

-Il Chelsea aveva vinto solo 2 volte nelle ultime 11 trasferte e non vinceva un derby londinese da 8 partite

-Entrambe le squadre in settimana avevano passato il turno di coppa di lega segnando 6 gol.Primo gol della stagione per il centravanti francese dell'Arsenal Giroud  pagato 10 milioni di sterline.

IL MATCH

Si è visto il solito Chelsea messo in campo in modo molto attento dal tecnico italiano Di Matteo.Io mi auguro che l'ex centrocampista di Lazio e Chelsea vinca il campionato  per far star zitti i soliti "sacchiani" o "guardiolani" che vogliono il calcio spettacolo; nessuno sarebbe riuscito a fare imprese del genere prendendo in mano una squadra fatta a pezzi da Villas Boas (grande imprese ieri a Manchester contro lo United). Prima del match Roberto Di Matteo diceva dell'Arsenal:"All'inizio dell'anno in pochi mi credevano quando dissi che l'Arsenal può lottare per il titolo". Anglotedesco era uno di questi ,e non cambio idea perchè il titolo se lo giocheranno le due squadre di Manchester e il Chelsea, i Gunners devono stare attenti al quarto posto e poi non hanno un organico necessario per tenere tutte le competizioni e a metà stagione se ne accorgeranno.
Il primo tempo è stato veloce ma con poche occasioni, i gol sono stati gli unici tiri pericolosi,solo qualche contropiede di Torres ci ha tenuti svegli.Il Chelsea si messo nella propria metà campo aspettando il momento buono anche se ha fatto girare la sfera con piu calma rispetto ai padroni di casa,e infatti alla fine della prima parte del match, il possesso palla sarà 53% a 47% per i Blues.Per una partita del calcio inglese,ci sono stati molti falli (17 solo nel primo tempo) merito di una squadra che gioca all'italiana ,con un mediano come Mikel costretto a fare molti falli per fermare sopratutto il trequartista Cazorla.
Il gol che ha sbloccato il match è stato realizzato da Fernando Torres su una punizione battuta da Mata ,la difesa ,ed in particolare il peggiore in campo  Koscielny, si addormenta e lo spagnolo di piede ,mette dentro. Strano perchè l'Arsenal fino a quel momento si stava dimostrando solida,forse grazie all'allenatore della difesa Steve Bould, che con Tony Adams formava una coppia molto forte e un gol del genere non l'avrebbe mai preso. Dopo il gol l'Arsenal si sveglia, Wenger è costretto a mandare in campo Chamberlain per sostituire Diaby che si è infortunato per l'ennesima volta ,e proprio il giovanotto dalla destra mette in mezzo un pallone che Gervinho sfrutta per battere Cech.
Al Chelsea manca senza dubbio l'esperienza e la qualità di Frank Lampard che è costretto a stare in panchina per un problema al ginocchio, i gunners prendono un po di coraggio e Cazorla si muove parecchio ma l'occasione piu pericolosa capita sui piedi di Torres che calcia sull'esterno della rete ,al 45'.

Nel secondo tempo l'Arsenal tiene piu palla e la gara diventa meno fallosa (solo 10 falli contro i 17 del primo tempo), il problema secondo la mia opinione è Arteta, sarà il centrocampista con piu passaggi riusciti nelle prima gare di campionato,ma è troppo elementare e non cerca mai la verticalizzazione,neanche quando in campo c'è un centravanti come Giroud.Il gol che decide il match è ancora su punizione.Mata batte, Koscielny di ginocchio inganna Vito Mannone.Torna il tipo di partita piu caro a Di Matteo cioè difesa e contropiede.L'Arsenal ha comunque ottime occasioni per pareggiare:prima con Giroud che calcia verso la porta ,tocca Andre Luiz e Cech compie un miracolo, poi sempre con l'ex attaccante del Montpellier che evita il portiere ceco ma calcia fuori.
Da segnalare l'ennesima telecronaca da "tifoso" di Massimo Marianella.Il modo che ha di criticare i giocatori dell'Arsenal è indecente,questo non azzecca un tiro, quello non fa questo e non fa quello. Al signor Marianella chiedo:perchè non è cosi critico anche nei confronti dei giocatori di altre squadre?

IL MIGLIORE IN CAMPO

Si fa prima a trovare il peggiore cioè  Koscielny.Giornata veramente sfortunata la sua.
Inizialmente avrei votato per John Terry che nonostante le polemiche,è sempre il migliore della sua difesa anche perchè con lui gioca David Luiz che è quasi sempre fuori posizione.Poi però ho cambiato idea è scelgo Peter Cech per il miracolo su Giroud con la deviazione di Luiz che lo stava fregando.

venerdì 28 settembre 2012

MARIO MONTI:""Combattere il debito con rigore e privatizzare"



Alcune cose dette da Mario Monti ieri all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York:"Il mio senso del dovere c'era quando sono stato chiamato dal presidente della Repubblica;non penso ci sarà una seconda occasione,ma se dovesse servire io ci sarò".
"Non ho piani o desideri per il futuro.Ma voglio che le forze politiche,i mercati e la comunità internazionale sappiano che io sarò sempre li se ci fosse bisogno"
"Fu proprio Berlusconi in un certo senso a scoprirmi nel 1994 nominandomi Commissario Ue.Trovo assolutamente normale che Berlusconi,leader di un grande partito come il Pdl,si ricandidi,non è che in questi mesi se ne sia andato su un'isola deserta"
"Per raggiungere un avanzo primario del 5% del Pil cerchiamo di combattere il debito con rigore e privatizzazioni"
"Gli italiani devono rispettare la legge e pagare le tasse come rispettano il divieto sul fumo"

Devo ammettere, forse è la prima volta, che non mi sono piaciute alcune risposte che Paul Krugman ha dato al giornalista della Stampa (l'intervista c'era ieri). Cioè che Mario Monti sta facendo un buon lavoro e non poteva fare altro.
Visto il meccanismo criminale dell'Europa e della moneta unica, Monti sta eseguendo gli ordini in maniera perfetta, però Krugman doveva ripetere quello che disse ad un giornale americano un anno fa ,come si è ridotta l'Italia con l'euro,cioè  un paese del terzo mondo.Il nostro premier invece pensa che con questa moneta l'Italia ,come la Grecia, abbia fatto passi in avanti.
Veniamo a quello che ha detto Monti.Come al solito le privatizzazioni prima di tutto. Non devono esistere piu beni pubblici, la gente deve sempre pagare per avere per i servizi indispensabili come la salute; arriveremo come il Portogallo che ha privatizzato il 118 ,se una persona anziana cade e si fa male,l'ambulanza arriva solo se c'è la certezza che la signora possa pagare.Aumenta la disoccupazione, vengono dimezzati stipendi e pensioni, aumentano le bollette, in piu bisogna pagare quello che una volta era gratis.Uno schifo!
Dobbiamo fare come la Spagna,cioè quel paese che entrò nell'eurozona con un debito pubblico molto basso, nel 2008 pure (36%).
In sintesi (articolo di Andrea di Stefano) quello che sta succedendo oggi,con la gente giustamente incazzata:
"Il governo spagnolo vara una finanziaria di nuovi pesanti tagli,circa 40 miliardi di euro nel 2013,che si vanno ad aggiungere ai 27 miliardi per l'anno in corso.Madrid cerca di convincere l'Europa e i mercati che può riportare sotto controllo il deficit anche con l'istituzione di un autorità fiscale indipendente.La spesa dei ministeri viene tagliata del 12%,per il terzo anno consecutivo vengono congelati i salari dei dipendenti pubblici,le vincite superiori ai 2500 euro alla lotteria saranno tassate di un'ulteriore 20%. E' stato raggiunto un accordo sui "principali punti" del nuovo piano di tagli al bilancio statale,per 13,5 miliardi di euro per il biennio 2013-2014,richiesto dalla troika (FMI, UE e BCE)"
Gli italiani devono rispettare la legge e pagare le tasse come rispettano il divieto di fumo dice Mario Monti. Certo, con l'euro è cosi, per avere ogni singolo euro bisogna tassare il cittadino in maniera spietata.Per carità, non mi piacciono i furbi, se uno abita in una casa popolare se non paghi le bollette entro la data ,ti vengono a chiudere il gas (senza avvisarti), però bisogna spiegare le cose in maniera obiettiva.In uno stato con una propria moneta,le tasse non finanziano la spesa ed è impossibile che l'evasione fiscale condizioni il suo funzionamento.E' lo stato stesso che crea il denaro per i servizi, poi sottrae il denaro dopo averlo creato.Purtroppo con questo euro criminale,chi non paga le tasse mette in difficoltà il nostro paese.Tutto qui.

giovedì 27 settembre 2012

Dico la mia su Alessandro Sallusti e la sua condanna




Non ho nessuna simpatia per il 99% dei giornalisti italiani, la maggior parte degli articoli che scrive Sallusti non li condivido,questa condanna a 14 mesi di carcere però la trovo esagerata a dimostrazione che in Italia,come negli Usa, la democrazia non è mai esistita. Prima abbiamo avuto la dittatura fascista poi quella cattocomunista.
In questo paese un giornalista non può fare il proprio mestiere a 360 gradi, deve recitare delle parti, dipende per quale tv o giornale lavori, o di destra o di sinistra ,la neautralità non esiste e lo vedi anche da come ragiona la maggior parte della gente, in pochi sanno usare il loro cervello,si devono sempre far condizionare.
L'articolo di Renato Farina (Dreyfus) è sbagliato e pesante, e in questo Libero e Il Giornale hanno ben pochi rivali, se il giudice si sente diffamato è giusto che quereli chi l'ha scritto, ma si deve cambiare la legge che sia il direttore a pagare, l'autore del pezzo si assume le proprie responsabilità e paga se sbaglia.
C'è qualcosa però che mi fa ridere :leggere certe cose sulla libertà d'informazione scritte da giornalisti come Vittorio Feltri ,Maurizio Belpietro o dallo stesso Sallusti.Quando lo scrivevano i giornali contro Berlusconi, facevano finta di nulla e anzi li criticavano, adesso che hanno colpito qualcuno di loro, s'incazzano.Comunque va detto che a certi giornalisti ,14 mesi di reclusione non glieli darebbero mai.
Di Alessandro Sallusti voglio pubblicare un video girato da me al teatro Manzoni di Milano quando intervenne alla manifestazione organizzata da Giuliano Ferrara il giorno stesso delle dimissioni di Silvio Berlusconi.Disse cose sacrosante su Mario Monti. ------------

mercoledì 26 settembre 2012

La banca del traffico sessuale di minorenni...tiferà PD




L'articolo è stato scritto da Antonio Satta su Milano Finanza, l'ho letto sul sito di Comedonchisciotte e il Partito Democratico l'ha pubblicato sul suo nell'area rassegna stampa, come se fosse contento.

da http://www.partitodemocratico.it/doc/243468/goldman-sachs-vota-per-il-pd.htm

Le polemiche saranno inevitabili. Per le prossime elezioni Goldman Sachs scommette sul Pd. Il colosso finanziario americano, a sette mesi dalle elezioni politiche italiane, ha pubblicato un report che farà rumore, nel quale si sostengono le chanche di una maggioranza di centro sinistra incentrata sul Pd. E questa maggioranza molto probabilmente manterrebbe la linea Monti, anche se non è chiaro se riconfermerebbe Mario Monti a capo del governo. In ogni caso, secondo il report, difficilmente il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, porterà il Paese alle elezioni prima di aver risolto la questione della riforma elettorale. Goldman Sachs ritiene «probabile che vengano introdotte modifiche alla legge con l'idea di garantire una coalizione centrista a favore di una conferma di Monti».
Ora non si può dire che a Goldman Sachs non conoscano la politica e gli effetti che una dichiarazione del genere può scatenare. Se c'è una banca d'affari che con la politica e i governi, in patria e all'estero, ha avuto relazioni strettissime è proprio GS. In America hanno tirato in ballo le revolving doors (le porte girevoli) per definire il fenomeno tipico in Goldman di un dirigente di primo piano che lascia il suo incarico per passare al governo, e magari, finito il mandato, torna tranquillamente alla casa madre. Per limitarci all'Italia, Mario Draghi è stato vicepresidente di Goldman Sachs per l'Europa dal 2002 al 2005, ma tra i consulenti della banca d'affari ci sono stati anche Gianni Letta, Romano Prodi e Mario Monti.
Ebbene, ora gli analisti di Goldman Sachs, peraltro molto attiva nella vendita di Btp nei momenti in cui lo spread era salito alle stelle e grande sostenitrice di un governo Monti post-Berlusconi nelle fasi calde del novembre scorso, scrivono che il tempo del governo tecnico del loro autorevole ex collega, «sta per finire» e «l'Italia potrebbe risentire dell'incertezza politica collegata alle future elezioni politiche in agenda ad aprile 2013». 11 maggior rischio per il Paese, secondo la banca d'affari, verrebbe da una vittoria delle forze euroscettiche e tra queste colloca il Pdl di Silvio Berlusconi e il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Del resto, scrivono gli analisti, «le riforme impopolari del governo Monti, ad esempio l'Imu dal valore di 20 miliardi di euro all'anno, hanno favorito campagne politiche anti-europee e anti-euro di vari partiti». Non va nemmeno sottovalutato l' appeal politico di Grillo, perché «ha buone opportunità di guadagnare un gran numero di seggi in Parlamento, riflettendo la di saffezione degli italiani all'esistente establishment politico».
GS rimane cauta, ma comunque «costruttiva», sulle dinamiche di mercato dei titoli di Stato italiani che potrebbero soffrire se la credibilità del nuovo programma di acquisto della Bce fosse messa in discussione, soprattutto in considerazione del debole scenario macroeconomìco. Ma pesa anche l'incertezza sugli esiti delle prossime elezioni, tanto che gli analisti arrivano a delineare tre possibili scenari che potrebbero portare l'Italia a ricorrere al programma di aiuti Efsf/Esm, così ribattezzati: il vincolato, il tattico e il mani-legate». Nei primo scenario («il meno probabile») l'Italia potrebbe essere obbligata a ricorrere ai fondi per il riemergere «delle tensioni sull'obbligazionario» che potrebbero rendere «illiquido il mercato dei Btp»; un'ipotesi possibile con «una vittoria dei partiti anti-europei». Nel secondo scenario, il governo italiano potrebbe «tatticamente» vincolarsi al Fondo salva Stati prima delle elezioni, «senza in realtà averne bisogno», annullando il rischio contagio dalla Spagna. Il terzo e ultimo scenario prevede che la richiesta di sostegno possa essere avanzata da Monti stesso, prima delle elezioni, per «legare le mani al suo successore».

Fonte: Milano Finanza

Ma si, chissenefrega, intanto la gente che vota Pd che partecipa alla festa democratica non gliene importa nulla, questo è un partito democratico che non ha all'interno politici che hanno avuto a che fare con Vittorio Mangano, Marcello Dell'Utri o che sganciavano soldi a Ruby rubacuori, solo persone serie che hanno sempre frequentato  ambienti puliti che come scopo hanno la solidarietà verso il prossimo come la Goldman Sachs, La Commissione Trilaterale o il Fondo Monetario Internazionale dove il grande esperto di economia del partito, Stefano Fassina, vi è stato per cinque anni dal 2000 al 2005.
Restiamo alla Goldman Sachs, la banca che vorrebbe il Pd vincente nelle prossime elezioni politiche del 2013.

Ho scritto diversi post su questa banca e lo ripeto:

La Goldman Sachs è la piu potente , segreta e devastante Banca d'investimenti del mondo.E' il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare e,dicono in tanti, è una forza politica piu potente di qualsiasi governo,inoltre questa banca sionista è tra i primi azionisti della FED e gli stessi gruppi e famiglie,che condividonbo quelle azioni con Rockfeller, Rotschild,ed altre banche meno conosciute,sempre di stampo sionista,che hanno sedi a Roma ,Berlino, Londra, Parigi.I beni ammontano complessivamente a 1 trilione di dollari,le entrate annuali sono dell'ordine di decine di miliardi,i profitti, vari miliardi,vengono generosamente distribuiti all'interno.
Questa banca crimninale si nasconde dietro la piena di denaro che genera e fa piombare su Manatthan,sulla City di Londra e altri posti.Ha una parte importante in questa crisi che ha distrutto il sistema finanziario mondiale e lei ha avuto enormi vantaggi rastrellando milioni di dollari.Nel 2008 è stata la seconda donatrice per la campagna di Barack Obama, e non c'è da sorprendersi se questo ipocrita non sta facendo quello che si dovrebbe fare in un momento delicato come questo.
Per la Goldman Sachs gli Usa sono il mezzo militare di minaccia con cui dominare il mondo e quindi accumulare ricchezze spargendo il suo sistema finanziario basato sul dollaro e chi si oppone viene riportato sulla retta via o con bombardamenti o con metodi piu leggeri come l'infiltrazione della CIA,il finanziamento delle opposizioni, minacce, ricatti.
La Goldman assunse le persone piu furbe e attive che le fu possibile trovare,capaci di sfruttare le trappole del mercato sottrarre affari ai rivali e guadagnarsi l'appoggio di amici ben piazzati e nonostante sia una banca di Wall Street,ma il suo ruolo e la sua influenza a Londra (City) sono notevoli.
E poi  ,come potete notare, sono molto bravi a imbrogliare la gente con i loro modi pacati.Dicono che le cose si sistemeranno,ma nel frattempo stanno consigliando ai loro clienti top di scommettere su un enorme collasso.Credono segretamente che sta arrivando un collasso economico e hanno delle idee davvero interessanti sul come fare soldi nell'ambiente finanziario turbolento.
Qualche mese fa uno dei massimi analisti di Goldman Sachs,Alan Brazil ,scriveva:

"L'Euro dovrà affrontare grossi problemi e di come decine di istituzioni finanziarie in Europa potrebbero essere in pericolo collasso.Ma in ogni caso Goldman Sachs crede che si possano fare soldi.Dicono una cosa in pubblico e poi si girano e in privato fanno l'opposto.Ad esempio prima, della crisi finanziaria del 2008,la Goldman Sachs stava riunendo titoli appoggiati su mutui che sapevano essere spazzatura e li hanno pubblicizzati agli investitori come investimenti AAA.Dopo di che Goldman ha scommesso in privato contro gli stessi titolo".

AGGIUNGO ALTRO

E' stata scoperta (Goldman Sachs) proprietaria del 16% della piu grande piattaforma per il traffico sessuale di ragazze minorenni.

E poi...da diversi giornali americani il 15 luglio 2010:

"Goldman Sachs ha ammesso di aver fatto un errore nella presentazione del suo prodotto e ha accettato di pagare un ammenda di 550 milioni di dollari (la piu alta negli Usa) ,in cambio, l'ente di controllo americano ha rinunciato a perseguire la società in giudizio.Questo atteggiamento tollerante in materia di conflitto di interesse è un altro fattore destabilizzante, legate a simili pratiche e a simili prodotti:si possono vendere prodotti derivati a degli investitori puntanto simultaneamente sulla diminuzione del loro valore perchè  in realtà, si conosce bene il loro alto livello di tossicità"

martedì 25 settembre 2012

MARIO MONTI:"Senza euro Italia e grecia non avrebbero fatto progressi"




da Il Corriere della Sera del 21 settembre 2012:

Mario Monti:" Non ho mai avuto complessi di inferiorità rispetto agli Usa,anche perchè in 20 anni l'Europa ha recuperato il divario in termini di moneta unica,di mercato unico, di allargamento dei territori,manca però una costituzione comune vera e propria e,forse,la crescita europea è piu lenta "in parte per l'eccesso di peso di uno Stato sociale male organizzato e dunque insostenibile"
"Senza euro mai la Grecia avrebbe fatto progressi e la stessa Italia mai avrebbe fatto passi così avanti importanti"

Invito al Premier Mario Monti di fare questi discorsi non alla presentazione del libro dell'economista neoliberista Rampini, ma in Grecia e poi vediamo cosa gli succede. Immaginate se facesse questi discorsi Berlusconi o Brunetta...
L'euro ha portato tagli infami per ridurrre il debito pubblico, e purtroppo essendo un stato ex sovrano, siamo obbligati, e a pagare sono le fasce piu deboli.Diamo qualche numero dell'Italia della lira e dell'Italia con l'euro.Monti li sa ma fa finta di nulla.

Secondo uno studio della Bocconi (guarda un po lui ,lui la conosce bene),il potere d'acquisto dei nostri stipendi dal 1975 ad oggi ha avuto un crollo del 72%

Poi da REPUBBLICA ECONOMIA E FINANZA del 13 gennaio 2012 che Paolo Barnard ricorda sempre nei suoi incontri:

"A metà degli anni 90' l'Italia appariva,a giudizio della stessa agenzia di rating che oggi ha tagliato drasticamente il suo giudizio,come una delle economie leader dell'Unione europea con una crescita media annua superiore al 2% nell'ultimo decennio.Standart and Poors apprezzava il record italiano di un tasso d'inflazione moderato (media del 5,8% nel decennio);la responsabilità condotta dalla Banca d'Italia,nonostante il persistente elevato livello nel disavanzo pubblico (stimato nel 9,4% del Pil nel 1994) ed il gravoso e crescente debito (124% del pil);il forte tasso di risparmio (15% del pil) e la concentrazione in mani nazionali ed europee del debito italiano"
Adesso il tasso d'inflazione è molto piu basso ma la gente fa fatica ad arrivare alla terza settimana e nonostante tutto la gente viene presa per il sedere ogni giorno.

Chiudo con John Maynard Keynes:

"La spesa di un uomo è il reddito di un altro uomo...ogni volta che qualcuno taglia la sua spesa,sia come individuo,sia come consiglio comunale o come ministero,il mattino successivo sicuramente qualcuno troverà il suo reddito decurtato...chi si sveglia scoprendo che il suo reddito è stato decurtato o di essere stato licenziato in conseguenza di quel particolare risparmio,è costretto a sua volta a tagliare la sua spesa,che lo voglia o meno"

lunedì 24 settembre 2012

Stefano Fassina perchè non ti dimetti dal PD ?




da l'UNITA' di sabato 22 settembre 2012-articolo scritto da lui stesso


"I documenti di finanza pubblica indicano che i consumi intermedi per l'insieme delle pubbliche amministrazioni sono 134 miliardi di euro all'anno quasi la metà di quanto indicato da Matteo Renzi è una spesa per tenere aperti asili nido,per contribuire al costo delle mense scolastiche,per il riscaldamento e l'elettricità delle scuole,per pagare le cooperative sociali dedicate ai servizi per gli anziani non autosufficienti per il trasporto pubblico,per la benzina delle auto della polizia e dei vigili del fuoco,per i macchinari e le medicine ospedaliere.E' una spesa brutalmente tagliata negli ultimi anni con i colpi orizzontali sferzati dal governo Berlusconi e con gli interventi drastici compiuti dal governo Monti sotto l'elegante titolo di spending review"
Dopo aver letto l'ennesimo articolo di Stefano Fassina sull'Unità ,penso che i punti sono due:
1)Fassina sa che chi vota il suo partito  non sa neanche le cose minime di economia e che mai si permetterebbe di criticarlo essendo nel Pd di romano Prodi e non nel Pdl di Silvio Berlusconi.
2)Lui pensa veramente queste cose,allora gli chiedo:perchè non si dimette dal PD?
Si,perchè se sei contrario a quello che pensa il proprio partito è giusto dimettersi.Ma come fa dire certe cose? Monti e lo spending Review? Ma se sono i primi sostenitori di Monti e hanno votato per questi interventi drastici! Hanno firmato trattati come quello di Maastricht e di Lisbona! Ma stiamo scherzando?
Sapete cosa hanno fatto questi trattati?
Hanno inciso sulla perdità della sovranità degli Stati, hanno portato forti limitazioni della libertà per i cittadini, pretendono la svendita dei nostri gioiellini di stato per ridurre il debito pubblico ed ha ragione Beppe Grillo sabato scorso a Parma: abbiamo permesso agli stranieri,anche di paesi poco credibili come Romania e Russia, di impossessarci dei nostri beni pubblici, lui fa l'esempio sacrosanto del Teatro Regio di Parma,uno dei piu prestigiosi d'Europa.
Fa parte di un partito comandato da Romano Prodi (il centrodestra lo comanda Silvio Berlusconi,inutile girarci intorno), quel professore democristiano che diceva "Io vi porterò in Europa", quel posto dove si studia per permettere al capitale di ricercare la forza lavoro da sfruttare per pochi soldi rendendo in schiavitù milioni di persone e a scontrarsi tra di loro,aumentando il razzismo, altro che Alba Dorata, Forza Nuova o Beppe Grillo!

Stamattina  su LA REPUBBLICA Ilvo Diamanti scrive:

"Il maggior grado di euroscetticismo,infatti, si rileva nella "vecchia" maggioranza di centrodestra.Fra gli elettori della Lega,anzitutto,ha anche fra quelli del Pdl e del Fli.Affiancati,peraltro,dagli elettori dell'Idv.Il livello piu elevato,invece è espresso dagli elettori del Pd (unico partito davvero europeista) e dell'Udc"

Cosa vuol dire "partito davvero europeista"?

Brevemente:

- Abolire gli stati

-forzare uno stato di deflazione permanente e ridurre la spesa pubblica

- privatizzare gli stati,prendere denaro in prestito vendendo titoli a banche private che a loro volta decidono i tassi, cioè da criminali.

-precarizzazione del lavoro e riduzione degli stipendi

domenica 23 settembre 2012

Beppe Grillo a Parma (22 settembre 2012)


628863864.2.JPG


Un Beppe Grillo scatenato ieri a Parma per la manifestazione contro l'Inceneritore promossa dal Movimento 5 Stelle.
Se l'è presa con la stampa (e in questo può aver ragione) che, per vendicarsi ha fatto credere alla gente a casa che erano presenti poche centinaia di persone quando in realtà,al momento che il comico genovese ha preso la parola, erano molti di piu di quei 700 che dice il Tg della 7 (criticato da Grillo il loro collega Alessandro Sortino).Ho saputo solo qualche minuto fa che c'era la diretta in streaming dunque molta gente lo può aver sentito comodamente a casa.
Sulle multinazionali Beppe Grillo ha ragione, però quando dice che non vuole uscire dall'euro e che vuole un referendum ,non sono d'accordo.Guardiamo le cose come stanno:la moneta unica ha portato vantaggi solo alla Germania.L'italia deve avere una banca centrale pubblica che stampa moneta e che lo Stato deve spendere a deficit per soddisfare i cittadini.Potete fare i prodiani fin che volete ma la spesa deficit è quella che ha permesso all'Italia di risollevarsi dopo la Seconda guerra mondiale e di diventare uno dei paesi piu industrializzati al mondo. Voler fare il refendum vuol dire stare ancora nell'euro ,come dicono alcuni sondaggi fatti ultimamente.Certo i giornali non sono liberi però la maggior parte degli italiani non considera pericolosa l'Europa, anzi,difendono Monti perchè il Premier che c'era prima non ha soddisfatto la criminalità europea.
Mettetevelo nella zucca cari signori: chi governa l'Europa hanno perfezionato un meccanismo che permette di proteggere la moneta unica continuando però a utilizzare la speculazione contro i popoli per obbligare gli stati ai tagli della spesa pubblica, dei diritti e degli stipendi.
VIDEO




------------------




---------------------




---------------------




----------------------




--------------------




---------------------




---------------------------



venerdì 21 settembre 2012

Barack Obama fa affidamento su Mario Monti...




20 settembre 2012: "Stima e fiducia nei consigli di "Supermario" alla vigilia della missione del Premier Mario Monti a New York e di un possibile incontro informale con Barack Obama,gli Usa, per voce dell'ambasciatore a Roma David Thorne,ribadiscono quanto già affermato nei giorni scorsi:"Gli interventi e l'esperienza del professore hanno conquistato Washington e se gli esordi del governo tecnico l'apprezzamento della Casa Bianca era circoscritto alle misure anti-crisi varate entro i confini italiani oggi l'America di Obama vede il professore come un perno della ripresa economica di tutta l'Ue,mostrandosi ottimista anche sugli interrogativi che gravitano sul futuro politico della penisola"
Certo,c'è grande feeling tra uomini della Goldman Sachs.Mario Monti è stato consulente e conosce bene i loro trucchi, Barack Obama prende ordini perchè piu che la Federal Reserve,negli Usa la "vera banca centrale" è la Goldman Sachs.Bene,Mario Monti in Italia è la persona,insieme a Romano Prodi, piu affidabile nel portare nel nostro paese il modello fallimentare di Wall Street,poco importa se i problemi saranno maggiori.Il modello neoliberista deve marciare senza ostacoli.Ricordiamoci sempre che Ronald Reagan e Margareth Thatcher  la prima cosa che hanno fatto è stata quella di ridurre le tasse ai piu ricchi,facendo salire il debito pubblico, e con le politiche di deregulation hanno provocato un 'elevata precarietà e ridimensionato i salari,cercando di rendere competitive le proprie merci e trovare quindi uno sbocco per la proprio produzione all'esterno dei propri confini.I cittadini americani e anche europei hanno cominciato a indebitarsi per mantenere accettabile il loro livello di vita.
Bisogna far credere che il modello neoliberista è più moderno è meglio del passato ma in reltà non è cosi. Come diceva John Maynard Keynes: "Gli investimenti privati non sono in grado di assorbire ,di mettere al lavoro,tutta la disponibilità di risorse produttve e di lavoratori esistenti.La piena occupazione non viene determinata "naturalmente" dal mercato.Solo un intervento di spesa pubblica "aggiuntiva" può determinare le condizioni della piena occupazione e quindi del pieno utilizzo delle risorse,al fine di favorire l'arricchimento dei popoli".
A Mario Monti non piacciono le teorie kenesiane e basta leggere quello che ha dichiarato ieri alla presentazione di uno dei tanti giornalisti neoliberisti:Federico Rampini,per capirlo.Bisogna tagliare la spesa pubblica, bisogna delocalizzare , rendere i lavoratori sempre piu schiavi e togliergli o diritti,le risorse devono averle  in mano i proprietari del capitale monetario, le banche delle speculare con i risparmi dei cittadini. Barack Obama ha molta fiducia nel nostro Premier...

mercoledì 19 settembre 2012

Napolitano e Monti rispettate il popolo greco!




Il presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano lunedi:"L'euro è una conquista irrinunciabile e non c'è dubbio che la Grecia debba far parte dell'Eurozona,diamole tempo".Da Gad Lerner prima di diventare Premier, Mario Monti disse che il successo dell'euro si vede dalla situazione in Grecia.Pensate un po se una frase del genere l'avesse detta Silvio Berlusconi cosa avrebbero scritto La Repubblica,L'Unità,Il Fatto Quotidiano ,Raitre, La 7 ecc ecc.
Questi due signori li porterei in Grecia in mezzo a gente che ha perso lavoro ,casa, cibo e fargli ripetere le cazzate che hanno detto.E poi dicono perchè si sta scatenando la violenza.Anche la Grecia ha vissuto un periodo di problemi fiscali e qualche criminale ha pensato che far parte dell'Ue gli avrebbe fatto bene ma in realtà le cose sono decisamente peggiorate.Un po di numeri:
Nel 2010 sarebbero stati sufficienti tra i 160-165 miliardi di euro per riportare il debito greco all'80% del pil.Con delle somme del genere sono state salvate 4 banche criminali:Royal Bank of Scotland,Goldman Sachs,Ing e Bank of America.Si è preferito scegliere la soluzione dei prestiti + austerithy e i risultati li conosciamo tutti.Andando avanti di questo passo c'è il serio rischio che la Grecia nonostante gli enormi sforzi,non riesca a risolvere nulla anzi le cose peggioreranno.Altri tagli al bilancio deprimerebbe ancora di piu l'attività economica,riducendo i gettiti fiscali e peggiorando il rapporto debito/pil.
Altro che conquista irrinunciabile !Con la moneta unica e il mercato unico, le Grecia,come altri paesi, è stata distrutta.La Germania è diventata la padrona incontrastata d'Europa,e nonostante gli enormi vantaggi avuti con l'euro, un recente sondaggio dice che la maggior parte dei tedeschi vorrebbero uscire dalla moneta unica.Se la Merkel dice di essere veramente democratica, perchè non li accontenta?

martedì 18 settembre 2012

BCE (Banca Criminale Europea)



Ma che bravi i giornalisti italiani in questi giorni con la storia degli acquisti illimitati  dei titoli di stato da parte della BCE! Che generosa! Uno, dico uno, che spiega il sistema criminale della Banca Centrale Europea non ne trovi neanche morto.
Cominciamo dalla fine dell'articolo cioè che nel trattato dell'Ue è stata inserita una clausola che vieta il salvataggio degli stati. Già questo dovrebbe far riflettere ed invitare a vergognarsi coloro che spacciano l'Europa come un qualcosa di straordinario.Ma purtroppo il 90-95% della gente a casa viene distratta dalla nuova legge elettorale, dalle primarie del Pd o dall'intervista fatta da Alessandro Sallusti alla tessera 1816 Silvio Berlusconi, che ha detto cose giuste sull'euro ma che dovrebbe andare al diavolo perchè quand'era al governo se ne stava zitto.
L'Europa è stata costruita con il modello neoliberista e avere una moneta che gli stati non hanno nessuna sovranità,è all'origine del disastro. Per l'ennesima volta:viene gestita dalla BCE ,che non è pubblica ma privata,è battuta dalla finanza stessa,per uso e consumo,prima creando debito poi indebitando gli altri e che non protegge gli stati membri dalla speculazione finanziaria .Tutti i programmi televisivi ci rompono le scatole con il debito pubblico che aumenta ma stanno zitti sul motivo, cioè che per colpa di criminali delle banche private, abbiamo usato soldi pubblici e adesso per ridurlo devono pagare i cittadini onesti che non c'entrano nulla.
Mentre aumentano le regole imposte all'industria, calano invece quelle per la finanza.Altra cosa determinante,purtroppo in negativo,  è che con il Gramm -Leache Bliley Act del 1999,ha distrutto la legge Glass Steagall del 1933. Cioè dal 1999 ,quando è stato introdotto l'euro, non ci fu piu la separazione tra le banche d'affari,le banche ordinarie e le assicurazioni.In poche parole: le banche d'affari possono speculare con il risparmio dei cittadini.Se falliscono perdiamo i depositi e le banche chiedono di essere salvate dagli stati. Dopo il 2008 ,cioè con il devastante crack finanziario, era lecito aspettarsi che gli stati avrebbero cominciato a mettere regole serie ai mercati finanziari.Invece no.
Questi sono problemi seri, bisogna saperle queste cose, leggere libri, partecipare a seminari, guardare video di economia.No, bisogna dedicare puntate a Renzi, Bersani,Favia.E tutto con la regia dei poteri forti, del Bilderberg, della Commissione Trilaterale,dalla Goldman Sachs, dell'Europa dei banchieri.

da l'Internazionale numero 966-Holger Steltzner-Frankfurter Allgemeine Zeitung

Perchè mai al terzo tentativo dovrebbe funzionare? Perchè questa volta,sostiene Mario Draghi,la BCE è pronta ad acquistare i titoli di stato dei paesi in difficoltà in quantità illimitata.Ma anche 200 miliardi,la cifra spesa dalla Bce tra il 2011 e il 2012 per contenere i tassi d'interesse di cinque paesi in crisi,non erano pochi.Eppure quattro di quei paesi hanno comunque chiesto aiuto al fondo salvastati.
La Bce,spiega Draghi ,acquisterà aiuto al fondo anticrisi e accetterà precise condizioni.Ma neanche queste promesse sono una novità.I beneficiari degli aiuti raramente riescono a fare le riforme promesse.Cosa farà la BCE,per esempio,se in Italia non sarà riformata,come promesso,la disciplina sui licenziamenti? Rivenderà i titoli italiani già acquistati?
La BCE si è lasciata imprigionare dalla politica.Avendo scelto di svolgere il ruolo che le è stato affibbiato,cioè rimediare al fallimento politico, di chi doveva salvare l'euro,oggi non può piu tirarsi indietro.I paesi del sud dell'eurozona possono rallegrarsi:potranno continuare a indebitarsi a bassi tassi d'interesse e non dovranno piu preoccuparsi degli investitori.Ma anche in Germania sono contenti ,perchè potranno nascondersi dietro la BCE e smetterla di chiederne ai  tedeschi di assumersi responsabilità dietro la BCE e smetterla di chiedere ai tedeschi di assumersi responsabilità sempre maggiori.
Nell'area euro non esistono piu differenze tra la politica monetaria e quella fiscale.
Ormai neanche le giustificazioni piu contorte,secondo cui l'acquisto di titoli rieentrebbe nel mandato della Bce ,possono mascherare questa verità.L'obiettivo è salvare l'euro finanziando i paesi indebitati ed evitare la disgregazione dell'Eurozona.Nel trattato sul funzionamento dell'Ue è stata inserita una clausola che vieta il salvataggio degli stati,e nello statuto della Bce c'è il divieto di finanziare i singoli paesi.Ma evidentemente ,in caso di necessità non ci sono regole che tengono.

lunedì 17 settembre 2012

Caro Massimo Donadi (IDV) ,piu che l'Europa ci vorrebbero meno ignoranti



da L'Unità del 15/09/2012-Intervista a Massimo Donadi di Tullia Fabiani

"Il Movimento a 5 stelle ha espresso posizioni politiche devastanti,come l'uscita dall'Euro e dall'Europa,e non penso possa essere in grado di governare.Di Pietro invece presenterà il programma dell'Italia dei Valori il cui al primo punto si chiede piu Europa e l'attivazione degli impegni europei.E' una posizione incompatibile con quella di Grillo".
Che Antonio Di Pietro sia a favore di questa "Dittatura Europea" è una cosa nota da diverso tempo, prima avendo detto "si" al Trattato di Lisbona cioè cedendo la libertà economica dell'Italia alla criminalità bancaria europea ,e poi nel suo ultimo libro ha dato il merito a Romano Prodi di averci fatto entrare, e già questo basta per capire l'ignoranza dell'IDV in questo campo.La cosa che piu trovo assurda è che Tonino fa il solidale con i lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro.Ma lui lo sa le regole del Trattato di Lisbona e dell'Europa unita? Precarizzazione del lavoro, privatizzazioni, qualsiasi cosa sacra del cittadino deve essere una merce puntando al massimo profitto nel piu breve tempo possibile.La crescita a dismisura della speculazione finanziaria e il potere in mano a pochi ,non è una cosa casuale è una scelta politica fatta anche dall'Idv (il partito della legalità) chiesto senza troppe spiegazioni dalla tanto amata Europa dell'onorevole Donadi e compagnia cantante.
Sull'euro ho già scritto molte volte ma ripeterle certe cose non è mai una cosa sbagliata.Si è voluto imporre a tutti una moneta forte che avrebbe portato dei vantaggi ad un solo paese:la Germania. L'Italia in primis ma anche Spagna, Portogallo e Grecia avendo una moneta debole potevano svalutare, respiravano e l'export andava a gonfie vele e inoltre con l'introduzione della moneta unica nel 1999 ha condotto una netta riduzione dei differenziali nei tassi d'interesse,che a sua volta ha generato bolle immobiliari in Spagna,Grecia e Irlanda.

Diamo qualche dato alla coppia Antonio Di Pietro e a Massimo Donadi.

Da IL RESTO DEL CARLINO di lunedi 17 settembre 2012:

- il 60% delle imprese ritiene insoddisfacente il lavoro del Governo Monti

Motivi?

-58,8% per la pressione fiscale

-43% accesso al credito

Cosa prevedono?    

Pessimismo per il 97%  degli imprenditori.
Il 51,6% degli imprenditori pensa che abbia influito la liberalizzazione degli orari di apertura delle imprese commerciali.
Adesso che Beppe Grillo e il suo boss Casaleggio dicono delle cazzate è vero, ma  la visione che hanno dell'Europa è giustissima.

domenica 16 settembre 2012

Risposta a GIANCARLO54 sul post dedicato ad Alba Dorata di CDC




Qualche giorno fa su COMEDONCHISCIOTTE ,è stato pubblicato un post sulla caccia al clandestino degli estremisti di destra greci (Alba Dorata).Vanno nei quartieri dove ci sono le bancarelle "abusive" di stranieri clandestini ma anche in regola, e le distruggono.
Ho pubblicato questo commento:
"Forti con i deboli,anche se chi non è in regola deve essere espulso,sia chiaro.Un po come fanno quelli di Forza Nuova.Che provano ad andare a prendere a sprangate qualche boss mafioso.Tutti sanno chi sono e anche qui al Nord c'è solo l'imbarazzo della scelta... "
Mi ha risposto GIANCARLO 54:
"Figurarsi se voglio difendere quelli di Forza Nuova, ma se ho capito bene la sottile ironia del tuo post, devo dire che ti sbagli in quanto non mi risulta che militanti di Forza Nuova abbiano sprangato immigrati o rovesciato banchetti"
Io non ho tessere di partito, ma appoggio tutti coloro che attaccano l'Europa, l'euro ,il club Bilderberg e tante altre associazioni criminali che i partiti di sinistra ,di destra e di centro che stanno in parlamento si rifiutano di parlare.Forza Nuova ,per la quale io molte cose non condivido, ha organizzato  manifestazioni contro il potere bancario, e pure Rifondazione comunista ,dove ho partecipato senza problemi.
Per rispondere a GIANCARLO54, dico che anche in Italia ci sono stati diversi episodi del genere ,di razzismo stupido e gratuito,sopratutto a Roma, Verona e anche a Milano. Nella capitale spesso si ritrovano in quartieri eleganti ma abitano nelle borgate di Casalbertone, Torre Angela o Tiburtino e picchiano qualsiasi persona che non sia italiana, regolare o non regolare non fa differenza e tutti appartengono a gruppi di estrema destra tra cui ovviamente Forza Nuova.
Sempre restando a Roma,quando nel 2007 fu uccisa Giovanna Reggiani a Tor di Valle ,da un rumeno (che se fosse per me gli darei la pena di morte perchè sono sempre stato a favore) danneggiarono dei negozi di romeni normali che vivono e lavorano regolarmente nel nostro paese.Gli autori erano giovani con simpatie di estrema destra, dunque evitiamo di far finta di nulla e rilasciare commenti come quelli di Giancarlo54.Purtroppo molti giornalisti sono costretti a nascondere episodi di razzismo per evitare che qualcuno li aspetti sotto la redazione.

Pubblico un pezzo del libro di Paolo Berizzi BANDE NERE (Grandi passaggi Bompiani)

AMMAZZIAMO I ROMENI

Ora sono i romeni il bersaglio.Proposta via SMS: "Stanno infestando la nostra razza!! Pulizia etnica,solo quella può salvarci".Altri obiettivi da mirare ci sono stati e ce ne saranno.E' così dal 29 giugno 2007,quando una spedizione punitiva parte da piazza Vescovio e al grido "Duce! Duce! " semina il panico a Villa Ada dove la Banda Bassotti sta suonando davanti a una platea di 1500 ragazzi della sinistra antagonista.Sprangate a volontà contro gli spettatori,feriti,agenti contusi,fuggu fuggi della folla terrorizzata.E' l'inizio della fine dell'Arancia meccanica neofascista.Perchè da li in poi la polizia gli sta col fiato sul collo.Il "Vampiro" è ringalluzzito,pensa in grande.Parlando al telefono con un amico, dimostra di conoscere perfettamente i meccanismi mediatici,sa cosa bisogna fare per guadagnarsi l'attenzione dell'opinione pubblica."Se succede nà cosa a Torre Gaia (il pestaggio dei quattro romeni) nun ce l'hai piu un cazzo de risonanza.Perchè sai il mondo come gira.Dopo due settimane te fanno un trafiletto ed è già finita.Famo quarcosa de serio.Pè na volta nella nostra vita deve uscì la perfezione.Je devi mette pepe al culo.Che quelli pensano:cazzo,ma se questi hanno fatto una cosa del genere,me se presentano sotto al parlamento e me danno la caccia".
Proprio mentre gli ultrà provano a sconfinare nell'azione "sociale",quella che appartiene alla città,al paese" e di nuovo il calcio che offre la miccia per appiccare nuova violenza".

venerdì 14 settembre 2012

Lilli Gruber, una giornalista a servizio della finanza internazionale





Molta gente è contenta che è tornato OTTO E MEZZO condotta da Lilli Gruber, quella estiva era scadente, Filippo Facci scrive su Libero ,un giornale a servizio del Pdl e dunque ci mancava  l'informazione "libera".
Domanda:la Gruber fa informazione a 360 gradi? Secondo voi se fosse davvero una giornalista libera sarebbe invitata al club Bilderberg insieme ad Enrico Letta (Pd), Franco Bernabè,John Elkann e  Fulvio Conti ?
Nonostante sia passato quasi un anno, vorrei ricordare la puntata di  OTTO E MEZZO di quel venerdi sera ,24 ore prima le dimissioni di Silvio Berlusconi da presidente del Consiglio. Invitò uno scrittore tedesco,un certo  Peter Schneider. Disse qualsiasi cosa contro l'Italia del Premier Silvio Berlusconi, parlò degli stati del Sud Europa come normalmente i politici della Lega Nord parlano del sud Italia,ma nessuno osò criticarlo anzi sulle pagine di Facebook e in molti blog ,lo esaltarono. Ma quella sera chi era l'avversario di questo scrittore italiano antitaliano? Uno critico nei confronti della Germania o dell'euro? No, il vicedirettore del FOGLIO. E' come se una squadra di calcio avesse la libertà di scegliersi le squadre da affrontare in Champions League o in qualsiasi altra competizione. Quella sera era chiaro l'obiettivo di OTTO E MEZZO:convincere la gente che l'Italia deve essere guidata da un uomo delle  banche.Quella delinquenza bancaria che la Gruber ha trovato negli Usa lo scorso giugno e spero che abbia il coraggio prima o poi di spiegare di cosa si parla al Bilderberg,quali sono i loro obiettivi.

Siccome avrei voluto averlo io davanti questo scrittore tedesco, mi permetto di ricordare qualcosa sulla Germania.

Uno studio pubblicato (data gennaio 2011) dal Ministero del Lavoro tedesco ,fa notare che la riforma HARTZ ha prodotto un bel numero di lavori partime,dalle 5 alle 8 ore di lavoro settimanali,che la durata media del tempo di lavoro era scesa a 30,3 ore ,già prima lo scoppio della crisi e tutto senza contare i disoccupati.
I dati dell'Ocse fanno notare che in dieci anni,mentre la Francia creava 2 milioni di posti di lavoro a tempo pieno, la Germania ne ha creati 2 milioni a tempo parziale,e la maggior parte di part-time a breve durata (18 ore di media,contro le 23 della Francia).
Uno studio di non molto tempo fa ,fatto dal Deutsch Institut for wirtschaftsforschung, fa notare il pesante arrettramento sociale imposto ai lavoratori dipendenti tedeschi da almeno dieci anni:gli operai non specializzati  guadagnano 259 euro al mese. Quelli della fascia leggermente superiore arrivano a 614 euro al mese.Non solo le fasce piu povere, ma anche l'80% della popolazione attiva ,tra il 2000 e il 2010 ,ha perso potere d'acquisto.
Solo i primi della classe hanno beneficiato di un aumento del proprio stipendio.Non si tratta però di un enorme miglioramento, solo + 0,2.Il salario medio è sceso del 4,2% in dieci anni.La crescita tedesca è stata in piedi grazie alle esportazioni verso l'Italia,la Francia e la Spagna.
Purtroppo in pochi hanno il coraggio di parlare contro la Germania.

giovedì 13 settembre 2012

Ma chi è il comico? Beppe Grillo o Martin Schulz?



Martin Schulz nelle ultime settimane sta facendo veramente ridere.E' terrorizzato da Beppe Grillo, ha paura del suo movimento anti-euro e sta sparando un sacco di cazzate ,sia lui che il Partito Democratico.Piu vado avanti e piu sono della convinzione che Beppe Grillo è il meno comico di tutti.L'uomo di Casaleggio rischia di rovinare lo straordinario lavoro di leccaculismo nei confronti della "Dittatura Europea" che stanno svolgendo i giornali e le televisioni con Lilly Gruber in prima fila.
Il presidente del parlamento europeo è preoccupato dalla mancanza di democrazia all'interno del  Movimento a 5 stelle. Ah ah ah. Scusami sai:ma l'Europa è democratica? Sono stati fatti entrare i paesi senza far nessun referendum ,per carità non sarebbero serviti a nulla perchè la stragrande maggioranza degli italiani avrebbe voluto entrare in Europa, ma la democrazia dovrebbe ascoltare il popolo e la criminalità europea , serva totale dei banchieri, non ne vuole proprio sentire.
Per quanto riguarda l'euro e la moneta forte: i vantaggi li ha avuto solo ed esclusivamente la Germania.Spiegando brevemente:il valore dell'euro è dato da una media dei valori delle vecchie monete.Per questo l'euro è piu debole di quello che sarebbe il marco tedesco,ed è piu forte di quanto varrebbe la lira italiana. Ovviamente hanno favorito le esportazioni della Germania (L'euro l'ha voluto lei con grande decisione) che si sente piu competitiva dell'Italia, che, quando aveva una moneta tutta sua, era meglio della Germania ma Prodi ha voluto capovolgere tutto per far contento la confindustria tedesca.E sempre il paese del "comico" Martin Schulz, ha utilizzato i paesi dell'Est Europa ,che avevano una manodopera a basso costo,per delocalizzare,per invadere con le sue merci anche questi paesi.
Dunque ,che Schulz abbia cosi tanto paura di un partito che all'Italia farebbe lo 0,0% di danni, è a dir poco ridicolo.Ancora piu ridicole sono le risposte date a Dino Amenduni che lo ha intervistato per il Fatto Quotidiano.
Pubblico quelle piu "divertenti".

da IL FATTO QUOTIDIANO del 13 settembre 2012:

"Ogni occasione di confronto è utile.Ma piu che contrastare il populismo mi concentrei sul definire cos'è il populismo.Una protesta contro le disuguaglianze o contro l'ingiustizia sociale non è populismo.Frasi come "tutto il sistema capitalistico è responsabile per la crisi o i politici sono tutti corrotti" sono manifestazioni di populismo.In ogni caso sono convinto che la via per combattere il populismo sia una sola:promuovere la giustizia sociale e l'uguaglianza"
"I risultati elettorali del Movimento a 5 stelle sono pienamente legittimi.Le mie perplessità riguardano i meccanismi di democrazia interna al 5 stelle e nascono da ciò che leggo sui blog e sui giornali.Mi preoccupano alcune proposte,come quella del referendum sull'euro.L'Europa ha bisogno di certezze.Abbiamo una moneta forte,l'Italia è un paese forte e con un sistema economico dinamico,capace di attrarre investimenti.Mettere in discussione l'euro vuol dire minare la fiducia nel vostro paese"

mercoledì 12 settembre 2012

PD (Partito Democristiano) stai lontano dai lavoratori!!!




Devo ammettere che lunedi quando ho letto degli spintoni e insulti che gli operai dell'Alcoa hanno rivolto al responsabile dell'area economica del PD (Partito Democristiano) ,Stefano Fassina, ho provato un enorme godimento. Questo partito di merda deve stare lontano dagli operai, che vadano a leccare i piedi ai banchieri ,all'elite finanziaria che li sta distruggendo invece di fare gli ipocriti,perchè va  ricordato che Bersani and company hanno sempre appoggiato quei trattati che costringe milioni di persone alla disoccupazione e alla precarietà.Trattato di Lisbona in primis.
Continuano a rompere i coglioni (quelli del PD) che senza Monti l'Italia sarebbe in acque ben piu cattive di quelle di adesso. Bravo! E la soluzione sarebbe quella di aumentare le tasse e tagliare la spesa? Complimenti! Avete una capacità impressionante a parlare a gente ignorante.
Aumentare le tasse e tagliare la spesa sono soluzioni criminali che accontentano l'Europa cioè la "criminalità bancaria". Guardiamo la situazione con obiettività:le cose sono decisamente peggiorate.La riduzione del deficit è stato un grande errore per l'economia,ha fatto aumentare il tasso di disoccupazione e poi anche lo stesso deficit.Quando tagli le spese e aumenti le tasse è normale che l'economia crolli,non puoi raccogliere i soldi delle tasse perchè la gente non può pagarle,come è normale che aumenti la spesa pubblica per via dell'elevato tasso di disoccupazione. Una cosa semplice  che sanno anche gli operai dell'Alcoa, ed è per questo che gli hanno riservato questo trattamento che è sacrosanto!!!
Dopo la SECONDA GUERRA MONDIALE,che ci ha messo in ginocchio, che strada abbiamo scelto per risollevarci? La spesa a deficit da parte dello stato.La spesa a deficit ha avuto un ruolo fondamentale per far lavorare piu persone, aumentando notevolmente la quantità di beni e servizi a disposizione dei cittadini.
Come considerano la spesa a deficit il governo Monti e il Pd? Un sistema criminale  e per questo dobbiamo tagliare tagliare tagliare.
Quando leggi cose vergognose come quelle che ha scritto Stefano Fassina ieri sull'Unità (che trovate dei pezzi sotto) ,non ti viene voglia dei forconi ma di ...

STEFANO FASSINA DALL'UNITA' di martedi 11 settembre 2012:

"Noi siamo il partito del lavoro.Noi saremo sempre il partito del lavoro.Siamo e saremo sempre con il lavoro che c'è,in tutte le forme: con l'operaio e con l'insegnante,con il piccolo imprenditore e con il giovane professionista precario.E siamo e saremo sempre con il lavoro che non c'è:con le ragazze e i ragazzi smarriti,senza speranza nel mezzogiorno,con gli "esodati" ,persone, non un numero della relazione tecnica del decreto "salva-Italia",traditi dal lavoro,colpiti un intervento iniquo soltanto in parte corretto".
"Noi ci siamo.Con i minatori della Carbosulcis.Con gli operai dell'Ilva di Taranto.Con le 70 donne,coraggiose mamme,figlie,nonne,senza stipendio da mesi chiuse giorno e notte dentro Icb a Legnano,nel profondo nord.
"No, noi non siamo venduti, come mi è stato sputato ieri in faccia.No, non siamo tutti uguali.Noi siamo impegnati,con voi, a cambiare rotta".

lunedì 10 settembre 2012

Quanta ipocrisia nel PD!



Perchè gente che difende la democrazia deve votare un partito come il PD? Semplice, perchè non si rendono conto come va il mondo e perchè lì non c'è Silvio Berlusconi.Non sono stato a Reggio Emilia alla loro festa, ma ho letto tutti i giorni la "Gazzetta di Reggio" ,ho letto sul loro sito le dichiarazioni dei politici e anche dei militanti. Applaudivano senza rendersi conto delle balle che gli raccontavano.
Un partito che è veramente democratico non può sostenere l'euro, non può considerare l'unione Europea una cosa positiva, non può dire "si" al Trattato di Lisbona perchè significa dare in mano la propria sovranità economica alla "criminalità bancaria" che piazza i propri uomini nei governi per far funzionare la propria macchina costringendo i cittadini onesti a prendere l'autobus o a fare l'autostop.
I vari Bersani, Fassina, Boccia sanno benissimo a chi stanno parlando cioè a migliaia di persone che di economia non sanno nemmeno le cose piu semplici, si prendono l'applauso perchè vedono loro e non Berlusconi, Cicchitto o la Santanchè. Prendiamo la tessere numero 1 del loro partito che si dovrebbe chiamare PARTITO DEMOCRISTIANO visto la tante ipocrisia che c'è:Carlo De Benedetti. E' un neoliberista.E cosa significa? PIU PRIVATO,MENO STATO.
L'ideale per De Benedetti e il PD  sarebbe che tutti i beni e i servizi fossero di proprietà privata.Se fosse per loro toglierebbero la proprietà dello Stato e non dovrebbe piu esistere niente di proprietà di tutti o nessuno.Per questi signori il mondo è solo una merce per fare soldi.Tipo modello (fallimentare) americano.Le imprese private hanno un obiettivo primario: realizzare grandi guadagni ,a patto però che le imprese producano i suoi prodotti e servizi col minor costo possibile ,per poi venderli ad un prezzo molto alto.
Per non parlare della sanità: i privati che investono in questo campo hanno grandi interessi nel far un maggior numero di trattamnti possibili perchè vengono rimborsati dallo Stato, si producono prestazioni sanitarie pagate,cioè merci.Non dovete farvi fregare se qualche "democratico" ai microfoni dei giornalisti dice il contrario".In Inghilterra le ferrovie hanno dato in gestione intere reti.I risultatisono stati disastrosi:i gestori hanno risparmiato sugli investimenti e i cittadini inglesi hanno avuto un numero incredibile di incidenti ferroviari.
Per oggi mi fermo qui,ma nei prossimi mesi continuerò in questo mio lavoro di far notare  a piu gente possibile, l'ambiguità di questo partito che rischia di essere il primo per cinque anni perchè stando ai sondaggi dovrebbe vincere le prossime elezioni.
Leggete prima la mia versione (le cose non le dico a caso,leggo molti libri e partecipo a conferenze) ,e poi confrontatela con le dichiarazioni del membri del PD,e vi accorgerete come vi prendono per il sedere.

STEFANO FASSINA dall'Unità dell'8 settembre 2012:

"Le nostre proposte partono dall'agenda dei progressisti europei.Mettiamo al centro l'economia reale,un patto tra produttori,il lavoro e l'impresa,come unica strada per far tornare l'Italia e l'Europa allo sviluppo e ridurre il deficit pubblico.Serve l'unione fiscale nell'area euro come premessa politica per discutere un cambio di rotta della politica economica.L'austerità cieca e la svalutazione del lavoro generano recessione e innalzano il debito pubblico"

PIERLUIGI BERSANI A REGGIO EMILIA DOMENICA 9 SETTEMBRE:

"La nostra parola verso il governo Monti è stata e sarà lealtà". "Tocca agli italiani stabilire chi deve governare,sempre naturalmente che Moody's o Standart and Poors,non ce le aboliscano sostituendole con una consultazione fra banchieri"

Perchè Piero Ricca non si dice nulla sul pregiudicato Maurizio Azzolini?



Caro Piero, ti ho scoperto nel video dove,giustamente, ti lamentavi che come assessore alla Cultura nel Comune di Milano ci fosse un pregiudicato per truffa aggravata e continuata allo Stato come Vittorio Sgarbi. Che i pregiudicati non devono stare nelle istituzioni sono d'accordo con te,però deve valere per tutti gli schieramenti politici.
Ad esempio come capo di gabinetto a Palazzo Marino c'è il pregiudicato (5 anni di galera) Maurizio Azzolini che nel  maggio 1977, Maurizio Azzollini  ,partecipò alla sparatoria che finì con la morte del vice brigadiere Antonio Custra . Lui era minorenne (per fortuna non tutti a quell'età sono così), sparò ma non colpi il vicebrigadiere ,questo però non vuol dire nulla, non può ricoprire il ruolo di capo di gabinetto.
Quello che mi sorprende è che piero Ricca e i suoi amici di qui Milano Libera (se esiste ancora) non hanno mai fatto nessuna manifestazione contro di lui.Con Vittorio Sgarbi quasi tutti i giorni,con Azzolini niente di niente.
Caro Piero, non mi dirai che sei schierato politicamente?
Mi piacerebbe avere una tua risposta ,o via email scritta in un modo che io possa pubblicarla sui miei blog, o quando magari ti rivedrò a Milano.

domenica 9 settembre 2012

PALLONE E CAMORRA.Antonio Sibilia,Juary,Raffaele Cutolo e ...Luigi Necco gambizzato




Chi ha 36 anni come me, chi è che non si ricorda del giornalista Luigi Necco che per 90esimo minuto raccontava le partire da Napoli o da Avellino? Una simpatia straordinaria ,niente a che vedere con quelli di oggi che possono contare su ogni tipo di informazione tramite computer , Tablet, cellulare ecc ecc. E poi sono spocchiosi e arroganti. Tra i miei contatti di Facebook ho il telecronista di Sky Pietro Nicolodi, che lo scorso anno,quando era ancora in programmazione sulla tv del magnate australiano Rupert Murdoch, commentava il calcio tedesco.Qualche mese fa mi diede del provocatore perchè ho semplicemente detto che Kagawa nel Borussia Dortmund ha disputato ottime stagioni ma fare il leader nel Manchester United è un'altra cosa anche perchè il calcio inglese è molto piu competitivo di quello tedesco. Mi ha risposto prendendo come esempio un giocatore del Bolton (bel paragone col Manchester United) che ha segnato piu che in Bundesliga e , con un "le tue provocazioni cominciano a stufare".In poche parole questo signore che dovrebbe essere un telecronista obiettivo, se la prende con chi gli tocca il calcio tedesco.Lo stesso discorso vale per Massimo Marianella con l'Arsenal o con chi la tradisce,vedi Adebayor.
Pensano di capire tutto loro,ma se uno avesse tempo di girare tutto il giorno su internet ,le informazioni le scopre da solo.
W I TELECRONISTI DEGLI ANNI 80'. Gianni Vasino,Franco Zuccala, Luigi Necco, Tonino Carino,Carlo Nesti ,Bruno Pizzul e tanti altri....

da PALLONE CRIMINALE- Simone Di Meo e Gianluca Ferraris (Ponte alle Grazie)



Il 29 novembre 1981, quasi un anno dopo il terremoto che ha sconvolto l'Irpinia,con oltre tremila morti e decine di migliaia di sfollati e senzatetto,Luigi Necco,che avrebbe dovuto commentare di li a poco la partita Avellino-Cesena,viene gambizzato con tre colpi all'uscita dal ristorante Cinthia Park,a Mercogliano.A sparargli è un giovane pregiudicato,Antonio Schirato,che sarà arrestato qualche tempo dopo.Le ferite,per fortuna,non sono gravi,e il giornalista deve rinunciare al lavoro per poco meno di un mese.
La matrice dell'attentato è chiaramente camorristica,ma è il movente il vero cruccio degli investigatori.Non riescono a spiegarsi perchè uno come Necco,conosciuto in tutt'Italia per i suoi collegamenti dai campi della Campania,possa aver dato a tal punto fastidio alla criminalità organizzata da portarne addosso,cucite sulla pelle, le conseguenze.Chiaramente,è il suo lavoro di giornalista la chiave di accesso per interpretare l'agguato,ma,inizialmente,i magistrati e le forze dell'ordine che si occupano del caso ipotizzano che a scatenare la rabbiosa reazione della Nuova Camorra Organizzata sia stato qualche servizio andato in onda ,sulla Rai, riguardo all'espansione dell'organizzazione in provincia di Avellino.
La realtà è ben diversa e sarà lo stesso Necco a raccontarla,qualche tempo dopo.Il giornalista sportivo finisce in un letto d'ospedale non per aver dato un calcio alla camorra,con la sua inchiesta a puntate,ma per aver parlato,per la prima volta,della camorra nel calcio.Secondo la ricostruzione del telecronista,il 31 ottobre 1980,in tribunale,Cutolo, dopo Juary,incontra misteriosi personaggi che gli chiedono di dare una lezione al telecronista.Cutolo,però, non ci sta ad autorizzare l'attentato,sia perchè,riporta Necco nelle sue memorie,i cronisti non si toccano e sia perchè il giornalista tutto sommato gli è simpatico,e gli dispiacerebbe fargli del male.
Dunque ,chi è che decide per l'agguato al giornalista Rai?
E' Enzo Casillo,potente e spregiudicato numero due della Nuova Camorra Organizzata,che ribalta la decisione di Cutolo e autorizza l'attentato ai danni di Luigi Necco per dargli una lezione.L'intimidazione ,però,non ferma il giornalista che,mentre la magistratura smantella la NCO e Casillo muore per un'autobomba a Roma,resta tranquillamente a commentare le partite dell'US Avellino per i successivi cinque anni,ottenendo,alla fine,per ironia della sorte,anche lui una medaglia d'oro dal club,ormai passato di proprietà,in segno di amicizia.La stessa con cui era stato omaggiato il capo dei capi.

venerdì 7 settembre 2012

Ma Milena Gabanelli è innamorata dei banchieri?




Qualcuno è sorpreso di quello che pensa Milena Gabanelli sull'abolizione del contante? No, ai canali dove lavora non dispiacciono questi discorsi.
Se il contante viene sostanzialmente bandito,come vuole Milena Gabanelli, il potere dei banchieri, che è già enorme, non troverebbe piu nessun limite ,sopratutto nei confronti dello stato che invece,senza contante,non potrebbe piu controllare,tramite la banca centrale di emanazione statale,l'attività dei banchieri di  concedere prestiti. Non so come si informa la dottoressa Gabanelli,ma non si rende conto che l' abolizione del contante sarebbe una grande gioia per la criminalità bancaria.

da www.ilgiornale.it

A volte le illusioni ritornano. Questa volta ci ha pensato Milena Gabanelli che ha ri­proposto l’abolizione del contan­te come soluzione a tutti i mali che ci affliggono.
 
Secondo questa cu­riosa teoria se tutto si pagasse con carta di credito potremmo avere addirittura 150 miliardi in più di gettito fiscale, per poter lastricare d’oro le strade.È un sogno paralle­lo a quello della Tobin tax, la famo­sa tassa sulle transazioni finanzia­rie. In realtà il mondo è differente da quello dei sogni dove basta vie­tare e tassare per ottenere schiere di angioletti. Vediamo perché.
Prima di arrivare alla soluzione estrema dell’abolizione delle ban­conote cominciamo con l’esami­nare il senso delle limitazioni al­l’uso del contante: nessun malaffa­re «che si rispetti» viene gestito con carta di credito o assegno. È da gonzi pensare che lo spacciatore paghi la droga col bancomat o il ri­cet­tatore faccia un bonifico con ca­suale «incasso refurtiva»,allo stes­so modo chi incassava somme in nero continuerà a farlo che il limi­te sia a 10mila euro o a mille. Le so­glie di tracciabilità sono andate su e giù come la marea a seconda del livello di demagogia fiscale dei go­verni ma nulla è cambiato nella propensione all’evasione. Mette­re vincoli addizionali ottiene il semplice risultato di aggravare pa­stoie e commissioni per l’onesto, lasciando del tutto indifferente il disonesto che continua esatta­mente a comportarsi come prima.Illusione massima poi è quella di supporre che se, con una magìa, domani tutti pagassero con la car­ta, si incasserebbero i famosi 150 miliardi. Per capire quanto grosso­lano sia l’errore basti pensare che il valore totale delle banconote presenti in Italia è solo 100 miliar­di ( e già qui casca la Gabanelli) ma la nostra pressione fiscale è calco­lata sul Pil: aggiungendo ulteriori introiti fiscali pari al 10% del pro­dotto interno lordo si otterrebbe un dato incompatibile con qualsi­a­si attività economica di larga sca­la.In parole povere per molte atti­vità il gettito andrebbe a zero per­ché semplicemente chiuderebbe­ro. L’unico modo di premiare i con­tribuenti onesti senza schiacciare l’economia è la riduzione fiscale fi­nanziata con il taglio delle spese ma chissà perché le soluzioni semplici come questa so­no meno affascinanti delle teorie fantascientifiche.
Torniamo al contante: ai sost­enitori di idee radicali come que-sta o la Tobin Tax sfugge che la condizione necessaria per raggiungere lo scopo finale è che lo stesso divieto sia recepito globalmente, al­trimenti molto semplicemente le transazioni si sposterebbero in un’altra valuta o in un altro Paese. È concepibile pensare che tutto il mondo, dalla Cina agli Usa, ripu­di contemporaneamente il con­tante per fare una cortesia a noi? Se la risposta è no è inutile anche soltanto distrarci dai problemi ve­ri per dedicarci a queste fantasie, senza contare che il malaffare è esi­stito ben prima dell’invenzione del denaro e basterebbe scambiar­si oro o beni di qualsiasi altro tipo per aggirare le limitazioni. Ogni re­strizione unilaterale avrebbe co­me unico effetto la fuga di capitali: il monitoraggio da stato di polizia dei conti correnti, concesso al­l’Agenzia delle entrate è un uni­cum in Europa e infatti, grazie al parallelo inasprimento delle tas­se, il trasferimento del denaro al­l’estero sta raggiungendo livelli re­cord e le conseguenze della fuga saranno ben superiori agli introiti fiscali delle ispezioni.
C’è poi un ultimo aspetto decisi­vo: larghe fasce di popolazione semplicemente non sono pronte a gestire la smaterializzazione del contante, dal punto di vista dei pa­gamenti e degli incassi e, special­mente per gli anziani, probabil­mente mai lo saranno. Ovvio che nel mondo dorato della signora Gabanelli e dei suoi seguaci le car­te di credito abbondino, tuttavia l’Italia «normale» non funziona co­sì. Basti pensare che molti di quelli che vagheggiano l’abolizione del contante erano in prima fila a con­­testare la decisione di pagare le pensioni solo su conto corrente perché «non si possono obbligare i vecchi a procedure che non cono­scono». È la stessa storia di quelli che invocano i tagli alla spesa ma si indignano se si toccano i pensio­nati e gli statali (come se le spese non fossero soprattutto quelle). Tutte ottime idee, basta che si ap­plichino agli «altri». Il contante si potrà abolire con un percorso glo­balmente condiviso e plurienna­le: per l’Italia i nodi verranno al pet­tine molto prima.
Twitter:@borghi_claudio

giovedì 6 settembre 2012

Povero Schulz! Cosa ti ha fatto Grillo? Ti ha toccato l'euro?




Beppe Grillo a volte spara delle sciocchezze, anche di estrema destra, ma su una cosa ha ragione:odiare l'euro.E' questo che fa preoccupare l'europarlamentare tedesco Martin Schulz perchè Beppe Grillo non è un semplice pensionato che vive in un paese di provincia e passa tutto il giorno a giocare a carte in un bar o guardare chi passa per strada, è un personaggio che porta nelle piazze italiane centiniaia di migliaia di persone che sentono dei discorsi antieuropeisti. E infatti Schulz , tifoso convinto della criminalità neoliberista, è dovuto intervenire per attaccare il comico genovese, come fa spesso Pierluigi Bersani leader di un partito a favore dell'euro.
Ma quando uno sente il nome di Martin Schulz a cosa deve pensare? Che visione del mondo ha questo signore?
E' a favore dei criminali trattati di Maastricht e di Lisbona,cioè quello che hanno deciso che non deve esistere una spesa sociale ma che deve accontentare solo le banche,che la Bce non può acquistare direttamente i titoli di stato.
Il Trattato di Maastricht  prevede che tutti i paesi dell'eurozona, cioè ricattabili dai mercati, il loro rapporto debito/pil non deve superare il 60% e in vent'anni devono rientrare nei parametri previsti.L'Italia ,che è al 120%, deve rientrare del 3% l'anno, e questo cosa significa? Bisogna tagliare dai 40-45 miliardi di spesa pubblica l'anno con aggiunti anche i pagamenti degli interessi sul debito che oggi ammontano piu o meno a 80 miliardi. Con questi tagli Schulz e compagnia bella (Partito democratico compreso) continuano a bombardarci di bugie convinti che loro riusciranno a creare posti di lavoro.
Schulz è a favore dell'euro, quella moneta di nessuno, a debito, e che i paesi che l'adottano non possono comprare direttamente i titoli di stato , e si devono preoccupare piu di trovare i soldi (tassando i cittadini) per ridarli indietro alle banche private che te li ha prestati a tassi d'interesse da strozzini, piuttosto che trovare gli "euri" per soddisfare i bisogni dei cittadini.
A Martin Schulz piacciono le privatizzazioni selvaggie, sopratutto quei servizi essenziali per i cittadini, convinti che in mano ai privati si ottengono risultati migliori quando in realtà vogliono guadagnarci.Prendiamo l'esempio dell'Inghilterra della metà anni 80'. Il piano per la privatizzazione del servizio idrico  venne proposto dalla signora Thatcher per la prima volta nel 1984,ma gli inglesi non  si fecero prendere per il sedere e persero la pazienza facendo saltare tutto. Questa idea venne ripresa dopo le elezioni del 1987 con la legge sull'acqua (Water act).I risultati quali sono stati? L'aumento incredibile dei prezzi, oltre il 50% durante i primi 4 anni, del 46% nei primi nove con 1 famiglia su 5 che era indebitata con la rispettiva azienda idrica.
Ricordiamoci sempre quello che disse piu o meno un anno fa Paul Krugman cioè che l'Italia con l'euro si è ridotta ad un paese del terzo mondo prendendo in prestito una moneta non sua, se qualcuno in Italia mi trova uno migliore di Krugman,lo scriva.
E poi un altro grande, come Noam Chomsky:
"L'euro ,il dollaro,lo Yen sono monete con un'oscilazione che non ha nulla a che fare con l'economia reale:viene determinata dai ricchi del mondo,dagli speculatori,che rappresentano una piccolissima frazione della popolazione mondiale.L'Europa si preoccupa della crisi dell'euro perchè caduta nella trappola metodologica del sistema di Maastricht.Il sistema dell'Unione Europea è notoriamente un sistema la cui impostazione è estremamente conservatrice."
E poi parliamo anche della sua Germania che con la moneta unica è diventata imbattibile.Dal 1989 al 2000 la bilancia dei pagamenti correnti della Germania era in rosso per 126 miliardi.Dal 2001 al 2012 (in piena fase euro) è balzata in positivo a quota 1.791 miliardi.al contrario l'Italia prima della nascita di questa moneta criminale aveva una bilancia dei pagamenti correnti positiva (53 miliardi).Dopo è andato sotto di 388 miliardi.

CARI SCHULZ ,BERSANI, PD: INVECE DI DARE DEL FASCISTA O DELL'ANTIDEMOCRATICO A BEPPE GRILLO, GUARDATEVI VOI, SIETE PEGGIO...

da www.beppegrillo.it

Gentile Martin Schulz,
nella sua recente visita nel nostro Paese ha fatto delle affermazioni su di me e sul MoVimento 5 Stelle che dette da lei, nella sua qualità di presidente del Parlamento europeo, sono molto gravi. Le riporto integralmente:
"Quando i politici vanno a vedere una commedia penso sia meno pericoloso di quando i comici diventano politici. Grillo è un classico fenomeno di protesta che non mi pare né molto democratico, né molto trasparente. Non ha uno statuto per il suo movimento. Non si sa come lavora. Lo fa anonimamente e su internet. Non è disposto a discutere e non rappresenta una cultura democratica tradizionale. Dire sempre no a tutto senza dire a favore di cosa si è non è un'opzione. E dire usciamo dall'euro e torniamo alla lira io penso che sia pura ciarlataneria".
Io credo che lei non disponga di tutte le informazioni o sia stato male informato. Il MoVimento 5 Stelle ha un programma. Il MoVimento 5 Stelle ha uno Statuto. Il MoVimento 5 Stelle è un movimento democratico che si ispira alla democrazia diretta non intermediata dai partiti. Il MoVimento 5 Stelle ha agito soltanto per vie democratiche. Ha raccolto 350.000 firme per una legge di iniziativa popolare per non consentire ai pregiudicati di entrare in Parlamento e per l'elezione diretta del candidato, legge mai discussa dal Senato in 5 anni. Ha raccolto le firme per tre referendum sulla libertà di stampa, uno per l'abolizione della legge Gasparri che favoriva le emittenti di Berlusconi, osteggiato da tutti i partiti tranne l'Italia dei Valori. Ha partecipato a elezioni comunali e regionali senza alcun contributo pubblico facendo eleggere circa 400 consiglieri e quattro sindaci. Il MoVimento 5 Stelle è per la trasparenza assoluta di ogni atto pubblico. Il MoVimento 5 Stelle non lavora anonimamente, ma pubblicamente e, questo è vero, usa Internet come media essendo tutti gli altri, televisioni e giornali, occupati da lobby o da partiti. Le posso assicurare che io e i ragazzi del Movimento 5 Stelle siamo sempre disposti a discutere. Lo facciamo nelle piazze, nelle strade, nei banchetti, oltre che sulla Rete. La scorsa primavera, nel periodo pre elettorale, ho parlato in decine e decine di piazze italiane a migliaia di persone e discusso direttamente con centinaia di cittadini. Senza alcuna scorta e a mie spese. Il MoVimento 5 Stelle si confronta con i cittadini, a loro risponde, è composto da cittadini. In quanto all'euro, non ho detto che bisogna uscirne, non voglio arrogarmi una decisione così importante, ho proposto invece che siano gli italiani attraverso un referendum a decidere. Non è democrazia? Lei ci accusa di non avere "una cultura democratica tradizionale" e, devo confessare che non riesco a capirne il senso. Cosa vuol dire "tradizionale"? Il MoVimento 5 Stelle è democratico. "Democratico" senza aggettivi, né ideologie.
Le propongo un incontro, che spero lei voglia accettare, per rassicurarla e per esporle i punti del programma del M5S.
Cordiali saluti." Beppe Grillo

mercoledì 5 settembre 2012

GIOVANNI DOSI:" Bancarotta controllata per uscire dalla crisi" (2 parte)



Tutti i giorni sui giornali e in televisione sull'economia ci raccontano un sacco di cretinate e ci nascondono la verità sul cosa significa perdere la sovranità monetaria e far parte dell'Unione europea.
Cominciamo con il debito pubblico.Il Giappone ce l'ha altissimo ,la Gran Bretagna ,nel 2008, sommando il debito pubblico e il debito privato era al 469% del Pil.Come la giudicano le società di rating? AAA,il massimo e nessuna speculazione finanziaria sulla sterlina.L'Italia nel 1994 aveva un tasso di inflazione che era il doppio rispetto adesso e non era  criticata dall'agenzie di rating.Il debito pubblico non è un problema serio e non è oggetto di speculazione se la Banca Centrale di un paese con moneta sovrana può acquistare direttamente i titoli di stato.Quando lo stato ha bisogno di soldi controlla se ci sono investitori privati disposti a comprare quei titoli pubblici a un interesse accettabile.Il debito pubblico può essere soggetto a speculazione finanziaria solo per i paesi con una moneta non loro che sono obbligati a rifinanziarsi solo sul mercato.
E poi la storia che per anni abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi.
Gli speculatori in collaborazione con televisioni e giornali a loro servizio (in Italia La Repubblica in primis) convincono la gente che i problemi non sono loro ma l'egoismo dei cittadini.Tutte balle.Nel giugno 2012 il nostro debito pubblico era di 1972,9 miliardi di euro.Se controlliamo i dati della ricchezza delle famiglie,notiamo che nel 2010 essa ammontava a 8638,1 miliardi di euro, quattro volte superiore al debito dello Stato.Visto che la ricchezza è il risultato dei risparmi, è una grossa cretinata (nonostante tutto il 90% degli italiani ci crede) pensare che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.In fatto di capacità di risparmio, siamo i primi dei paesi occidentali.
Adesso cercar di trovare le soluzioni giuste, è difficile, ormai la frittata è stata fatta.Bisognerebbe uscire tutti insieme dall'euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria.Uscire una alla volta è un suicidio, si troverebbero davanti dei Rottweiler arrabbiati. Dobbiamo unirci contro la Germania.Inutile che la Merkel dica che i mercati sono i nemici dei popoli,è una bugiarda ,gode per questa situazione.

da LA LIBERTA' del 26/08/2012-Intervista di Donata Meneghelli

LA SECONDA ALTERNATIVA? E SULL'IPOTESI AVANZATA DA QUALCHE ECONOMISTA CHE L'ITALIA POSSA USARE LE SUE RISERVE AUREE PER PAGARE IL DEBITO?

Tecnicamente l'Italia potrebbe usarle,ma perderebbe in credibilità.Significherebbe mostrare che siamo alla canna del gas.La reale alternativa è questa:il reprofiling che è come una donna che si rifà il seno.Una bancarotta controllata.Si ristruttura unitariamente il debito.

COME?

Si allungano enormemente le scadenze del debito (te li devo in 10 anni,te li do in 40); si diminuisce l'entità rimborsabile dai titoli (te ne devo 100,te ne do 80) e ti pago un interesse dell'1% in piu di quello che ti pagano i tedeschi.I nostri politici non lo fanno.Le banche hanno tanti titoli di Stato nella pancia.L'operazione richiede quindi una temporanea (anche di pochi mesi) nazionalizzazione della parte buona delle banche private,ovvero i depositi dei risparmi delle famiglie e i finanziamenti a famiglie e imprese.E' la parte che va garantita.Lasciamo la parte tossica,inclusi i titoli di Stato,agli azionisti.Una cosa del genere l'aveva fatta il governo di centro destra svedese.Certo gli azionisti non fecero salti di gioia.Il reprofiling non porta all'uscita dell'Italia dall'euro. Dico enfaticamente no! E faccio un altro esempio:la California attualmente è in bancarotta,ma nessuno si sogna di espellerla dal sistema federale e in Europa no.E allora facciamolo! Aggiungo che le onde sul resto del sistema finanziario internazionale sarebbero limitate.Il debito infatti è sempre piu nazionale (nell'ultimo anno e mezzo le nostre banche hanno comprato il nostro debito,incentivate dalle politiche di finanziamento straordinario della Bce).Ci potrebbe anzi essere un processo virtuoso che si attiva in Europa e che porterebbe ad un riequilibrio tra finanza ed economia reale.Io la chiamo bomba atomica buona.C'è un unico elemento di debolezza secondo Dosi.
"La nostra attuale classe politico.Ora che c'è da tirare la cinghia,non si può piu "mangiare".Ma se si fa il reprofilling,i nostri politici potrebbero fotterseli i soldi".

COSA PENSA DELLA REVISIONE DELLE PROVINCE,PER TAGLIARE LA SPESA PUBBLICA?

Non porta a casa molto,ma va bene.Si risparmiano consulenti e gettoni di presenza.

E LA SPENDING REVIEW?

Macelleria sociale.E' una maniera piu sofisticata per fare tagli su tutto.Così come è stata concepita sembra uscita da un gruppo piu interessato alla finanza che alla gestione di beni e servizi.D'altra parte questo è un governo di destra.Un governo di lacrime e sangue.Ne avevamo bisogno? Si,semplicemente per liberarci dei cialtroni.

SUL SISTEMA DI TASSAZIONE,DOSI SOSTIENE PER LE IMPRESE UNA DETENZIONE QUASI TOTALE SU INNOVAZIONE E RICERCA.MA IMPOSIZIONI SUL PATRIMONIO.E LA PATRIMONIALE LA SOSTIENE SUI PRIVATI,E' COSI?

E che sia incisiva.Lo fece persino Eisenhower (Presidente Usa dal 53' al 61') che di certo non era di sinistra.Mise una tassa del 92% a chi aveva redditi superiore al milione di dollari (ora sarebbero 4 milioni).

MA IN ITALIA CI SAREBBE IL PROBLEMA DELL'ACCERTAMENTO DEI REDDITI EFFETTIVI.

In Usa per evasione fiscale si va in galera.Al Capone non andò in galera perchè era un gangsters.Si prese 13 anni per l'evasione".

martedì 4 settembre 2012

GIOVANNI DOSI:"Bancarotta controllata per uscire dalla crisi" (1 parte)



Tutti i giorni sui giornali e in televisione sull'economia ci raccontano un sacco di cretinate e ci nascondono la verità sul cosa significa perdere la sovranità monetaria e far parte dell'Unione europea.
Cominciamo con il debito pubblico.Il Giappone ce l'ha altissimo ,la Gran Bretagna addirittura sommando il debito pubblico e il debito privato è al 469% del Pil.Come la giudicano le società di rating? AAA,il massimo e nessuna speculazione finanziaria sulla sterlina.L'Italia nel 1994 aveva un tasso di inflazione che era il doppio rispetto adesso e non era  criticata dall'agenzie di rating.Il debito pubblico non è un problema serio e non è oggetto di speculazione se la Banca Centrale di un paese con moneta sovrana può acquistare direttamente i titoli di stato.Quando lo stato ha bisogno di soldi controlla se ci sono investitori privati disposti a comprare quei titoli pubblici a un interesse accettabile.Il debito pubblico può essere soggetto a speculazione finanziaria solo per i paesi con una moneta non loro che sono obbligati a rifinanziarsi solo sul mercato.
E poi la storia che per anni abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi.
Gli speculatori in collaborazione con televisioni e giornali a loro servizio (in Italia La Repubblica in primis) convincono la gente che i problemi non sono loro ma l'egoismo dei cittadini.Tutte balle.Nel giugno 2012 il nostro debito pubblico era di 1972,9 miliardi di euro.Se controlliamo i dati della ricchezza delle famiglie,notiamo che nel 2010 essa ammontava a 8638,1 miliardi di euro, quattro volte superiore al debito dello Stato.Visto che la ricchezza è il risultato dei risparmi, è una grossa cretinata (nonostante tutto il 90% degli italiani ci crede) pensare che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.In fatto di capacità di risparmio, siamo i primi dei paesi occidentali.
Adesso cercar di trovare le soluzioni giuste, è difficile, ormai la frittata è stata fatta.Bisognerebbe uscire tutti insieme dall'euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria.Uscire una alla volta è un suicidio, si troverebbero davanti dei Rottweiler arrabbiati. Dobbiamo unirci contro la Germania.Inutile che la Merkel dica che i mercati sono i nemici dei popoli,è una bugiarda ,gode per questa situazione.

da  LA LIBERTA' del 26/08/2012-Intervista di Donata Meneghelli

La spending rewiew? "Macelleria sociale".La soluzione al debito pubblico italiano? "La bancarotta controllata".E le banche? Nazionaliziamole,almeno temporaneamente.Sarebbe come una bomba atomica ma buona".Che lo chiamino economista critico o alternativo,non ci stupisce,viste le proposte che mette sul piatto.

DOMANDA A BRUCIAPELO:LA CRISI FINIRA'?

Di solito prima o poi finiscono.Purtroppo la reazione all'ultima grossa crisi fu la seconda guerra mondiale.Sembra che si possa rendere accettabile un grosso deficit nelle casse dello Stato, solo se c'è da finanziare una guerra,ma non se c'è da sostenere il welfare.E' interessante notare che nel 37' Roosvelt credeva che la crisi fosse finita e iniziò politiche di rientro del deficit.Gli Usa riprecipitarono nella depressione che finì con il riarmo e l'entrata in guerra.

E OGGI?

Noi italiani ed europei stiamo perseguendo politiche ossessionate dal deficit,senza pensare che ricondurranno un Paese come la Germania nella recessione e ci manterranno l'Italia che della crisi nel 2008,non  ne è mai uscita.

L'ALTERNATIVA ALL'OSSESSIONE?                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                

Due.L'alternativa europea è non pensare al deficit e al debito pubblico.Noi al netto degli interessi sul debito (in Italia ammonta a due trilioni) non abbiamo alcun deficit.Quindi fottiamocene del deficit e menotizziamo il debito dei paesi Ue.Ovvero:se non comprano i privati,lo faccia la BCE.Certo dovrebbe mettersi a stampare moneta,come fa la Banca Federale Americana.

MA NON SI PRODURREBBE INFLAZIONE?

Magari:se ci fosse un pò di inflazione,si laverebbe via un pò di debito.Tornando alla Bce:dovrebbe potersi presentare alle aste nazionali dei Titoli di Stato per comprarli direttamente.Ora invece,visto che è contrario allo Statuto,lo fa con una serie di bizantinismi e in modo levantino,andando ad incentivare il mercato secondario e avvantaggiando le banche private.