Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 21 settembre 2012

Barack Obama fa affidamento su Mario Monti...




20 settembre 2012: "Stima e fiducia nei consigli di "Supermario" alla vigilia della missione del Premier Mario Monti a New York e di un possibile incontro informale con Barack Obama,gli Usa, per voce dell'ambasciatore a Roma David Thorne,ribadiscono quanto già affermato nei giorni scorsi:"Gli interventi e l'esperienza del professore hanno conquistato Washington e se gli esordi del governo tecnico l'apprezzamento della Casa Bianca era circoscritto alle misure anti-crisi varate entro i confini italiani oggi l'America di Obama vede il professore come un perno della ripresa economica di tutta l'Ue,mostrandosi ottimista anche sugli interrogativi che gravitano sul futuro politico della penisola"
Certo,c'è grande feeling tra uomini della Goldman Sachs.Mario Monti è stato consulente e conosce bene i loro trucchi, Barack Obama prende ordini perchè piu che la Federal Reserve,negli Usa la "vera banca centrale" è la Goldman Sachs.Bene,Mario Monti in Italia è la persona,insieme a Romano Prodi, piu affidabile nel portare nel nostro paese il modello fallimentare di Wall Street,poco importa se i problemi saranno maggiori.Il modello neoliberista deve marciare senza ostacoli.Ricordiamoci sempre che Ronald Reagan e Margareth Thatcher  la prima cosa che hanno fatto è stata quella di ridurre le tasse ai piu ricchi,facendo salire il debito pubblico, e con le politiche di deregulation hanno provocato un 'elevata precarietà e ridimensionato i salari,cercando di rendere competitive le proprie merci e trovare quindi uno sbocco per la proprio produzione all'esterno dei propri confini.I cittadini americani e anche europei hanno cominciato a indebitarsi per mantenere accettabile il loro livello di vita.
Bisogna far credere che il modello neoliberista è più moderno è meglio del passato ma in reltà non è cosi. Come diceva John Maynard Keynes: "Gli investimenti privati non sono in grado di assorbire ,di mettere al lavoro,tutta la disponibilità di risorse produttve e di lavoratori esistenti.La piena occupazione non viene determinata "naturalmente" dal mercato.Solo un intervento di spesa pubblica "aggiuntiva" può determinare le condizioni della piena occupazione e quindi del pieno utilizzo delle risorse,al fine di favorire l'arricchimento dei popoli".
A Mario Monti non piacciono le teorie kenesiane e basta leggere quello che ha dichiarato ieri alla presentazione di uno dei tanti giornalisti neoliberisti:Federico Rampini,per capirlo.Bisogna tagliare la spesa pubblica, bisogna delocalizzare , rendere i lavoratori sempre piu schiavi e togliergli o diritti,le risorse devono averle  in mano i proprietari del capitale monetario, le banche delle speculare con i risparmi dei cittadini. Barack Obama ha molta fiducia nel nostro Premier...

Nessun commento:

Posta un commento