Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 5 settembre 2012

GIOVANNI DOSI:" Bancarotta controllata per uscire dalla crisi" (2 parte)



Tutti i giorni sui giornali e in televisione sull'economia ci raccontano un sacco di cretinate e ci nascondono la verità sul cosa significa perdere la sovranità monetaria e far parte dell'Unione europea.
Cominciamo con il debito pubblico.Il Giappone ce l'ha altissimo ,la Gran Bretagna ,nel 2008, sommando il debito pubblico e il debito privato era al 469% del Pil.Come la giudicano le società di rating? AAA,il massimo e nessuna speculazione finanziaria sulla sterlina.L'Italia nel 1994 aveva un tasso di inflazione che era il doppio rispetto adesso e non era  criticata dall'agenzie di rating.Il debito pubblico non è un problema serio e non è oggetto di speculazione se la Banca Centrale di un paese con moneta sovrana può acquistare direttamente i titoli di stato.Quando lo stato ha bisogno di soldi controlla se ci sono investitori privati disposti a comprare quei titoli pubblici a un interesse accettabile.Il debito pubblico può essere soggetto a speculazione finanziaria solo per i paesi con una moneta non loro che sono obbligati a rifinanziarsi solo sul mercato.
E poi la storia che per anni abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi.
Gli speculatori in collaborazione con televisioni e giornali a loro servizio (in Italia La Repubblica in primis) convincono la gente che i problemi non sono loro ma l'egoismo dei cittadini.Tutte balle.Nel giugno 2012 il nostro debito pubblico era di 1972,9 miliardi di euro.Se controlliamo i dati della ricchezza delle famiglie,notiamo che nel 2010 essa ammontava a 8638,1 miliardi di euro, quattro volte superiore al debito dello Stato.Visto che la ricchezza è il risultato dei risparmi, è una grossa cretinata (nonostante tutto il 90% degli italiani ci crede) pensare che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.In fatto di capacità di risparmio, siamo i primi dei paesi occidentali.
Adesso cercar di trovare le soluzioni giuste, è difficile, ormai la frittata è stata fatta.Bisognerebbe uscire tutti insieme dall'euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria.Uscire una alla volta è un suicidio, si troverebbero davanti dei Rottweiler arrabbiati. Dobbiamo unirci contro la Germania.Inutile che la Merkel dica che i mercati sono i nemici dei popoli,è una bugiarda ,gode per questa situazione.

da LA LIBERTA' del 26/08/2012-Intervista di Donata Meneghelli

LA SECONDA ALTERNATIVA? E SULL'IPOTESI AVANZATA DA QUALCHE ECONOMISTA CHE L'ITALIA POSSA USARE LE SUE RISERVE AUREE PER PAGARE IL DEBITO?

Tecnicamente l'Italia potrebbe usarle,ma perderebbe in credibilità.Significherebbe mostrare che siamo alla canna del gas.La reale alternativa è questa:il reprofiling che è come una donna che si rifà il seno.Una bancarotta controllata.Si ristruttura unitariamente il debito.

COME?

Si allungano enormemente le scadenze del debito (te li devo in 10 anni,te li do in 40); si diminuisce l'entità rimborsabile dai titoli (te ne devo 100,te ne do 80) e ti pago un interesse dell'1% in piu di quello che ti pagano i tedeschi.I nostri politici non lo fanno.Le banche hanno tanti titoli di Stato nella pancia.L'operazione richiede quindi una temporanea (anche di pochi mesi) nazionalizzazione della parte buona delle banche private,ovvero i depositi dei risparmi delle famiglie e i finanziamenti a famiglie e imprese.E' la parte che va garantita.Lasciamo la parte tossica,inclusi i titoli di Stato,agli azionisti.Una cosa del genere l'aveva fatta il governo di centro destra svedese.Certo gli azionisti non fecero salti di gioia.Il reprofiling non porta all'uscita dell'Italia dall'euro. Dico enfaticamente no! E faccio un altro esempio:la California attualmente è in bancarotta,ma nessuno si sogna di espellerla dal sistema federale e in Europa no.E allora facciamolo! Aggiungo che le onde sul resto del sistema finanziario internazionale sarebbero limitate.Il debito infatti è sempre piu nazionale (nell'ultimo anno e mezzo le nostre banche hanno comprato il nostro debito,incentivate dalle politiche di finanziamento straordinario della Bce).Ci potrebbe anzi essere un processo virtuoso che si attiva in Europa e che porterebbe ad un riequilibrio tra finanza ed economia reale.Io la chiamo bomba atomica buona.C'è un unico elemento di debolezza secondo Dosi.
"La nostra attuale classe politico.Ora che c'è da tirare la cinghia,non si può piu "mangiare".Ma se si fa il reprofilling,i nostri politici potrebbero fotterseli i soldi".

COSA PENSA DELLA REVISIONE DELLE PROVINCE,PER TAGLIARE LA SPESA PUBBLICA?

Non porta a casa molto,ma va bene.Si risparmiano consulenti e gettoni di presenza.

E LA SPENDING REVIEW?

Macelleria sociale.E' una maniera piu sofisticata per fare tagli su tutto.Così come è stata concepita sembra uscita da un gruppo piu interessato alla finanza che alla gestione di beni e servizi.D'altra parte questo è un governo di destra.Un governo di lacrime e sangue.Ne avevamo bisogno? Si,semplicemente per liberarci dei cialtroni.

SUL SISTEMA DI TASSAZIONE,DOSI SOSTIENE PER LE IMPRESE UNA DETENZIONE QUASI TOTALE SU INNOVAZIONE E RICERCA.MA IMPOSIZIONI SUL PATRIMONIO.E LA PATRIMONIALE LA SOSTIENE SUI PRIVATI,E' COSI?

E che sia incisiva.Lo fece persino Eisenhower (Presidente Usa dal 53' al 61') che di certo non era di sinistra.Mise una tassa del 92% a chi aveva redditi superiore al milione di dollari (ora sarebbero 4 milioni).

MA IN ITALIA CI SAREBBE IL PROBLEMA DELL'ACCERTAMENTO DEI REDDITI EFFETTIVI.

In Usa per evasione fiscale si va in galera.Al Capone non andò in galera perchè era un gangsters.Si prese 13 anni per l'evasione".

Nessun commento:

Posta un commento