Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 13 settembre 2012

Ma chi è il comico? Beppe Grillo o Martin Schulz?



Martin Schulz nelle ultime settimane sta facendo veramente ridere.E' terrorizzato da Beppe Grillo, ha paura del suo movimento anti-euro e sta sparando un sacco di cazzate ,sia lui che il Partito Democratico.Piu vado avanti e piu sono della convinzione che Beppe Grillo è il meno comico di tutti.L'uomo di Casaleggio rischia di rovinare lo straordinario lavoro di leccaculismo nei confronti della "Dittatura Europea" che stanno svolgendo i giornali e le televisioni con Lilly Gruber in prima fila.
Il presidente del parlamento europeo è preoccupato dalla mancanza di democrazia all'interno del  Movimento a 5 stelle. Ah ah ah. Scusami sai:ma l'Europa è democratica? Sono stati fatti entrare i paesi senza far nessun referendum ,per carità non sarebbero serviti a nulla perchè la stragrande maggioranza degli italiani avrebbe voluto entrare in Europa, ma la democrazia dovrebbe ascoltare il popolo e la criminalità europea , serva totale dei banchieri, non ne vuole proprio sentire.
Per quanto riguarda l'euro e la moneta forte: i vantaggi li ha avuto solo ed esclusivamente la Germania.Spiegando brevemente:il valore dell'euro è dato da una media dei valori delle vecchie monete.Per questo l'euro è piu debole di quello che sarebbe il marco tedesco,ed è piu forte di quanto varrebbe la lira italiana. Ovviamente hanno favorito le esportazioni della Germania (L'euro l'ha voluto lei con grande decisione) che si sente piu competitiva dell'Italia, che, quando aveva una moneta tutta sua, era meglio della Germania ma Prodi ha voluto capovolgere tutto per far contento la confindustria tedesca.E sempre il paese del "comico" Martin Schulz, ha utilizzato i paesi dell'Est Europa ,che avevano una manodopera a basso costo,per delocalizzare,per invadere con le sue merci anche questi paesi.
Dunque ,che Schulz abbia cosi tanto paura di un partito che all'Italia farebbe lo 0,0% di danni, è a dir poco ridicolo.Ancora piu ridicole sono le risposte date a Dino Amenduni che lo ha intervistato per il Fatto Quotidiano.
Pubblico quelle piu "divertenti".

da IL FATTO QUOTIDIANO del 13 settembre 2012:

"Ogni occasione di confronto è utile.Ma piu che contrastare il populismo mi concentrei sul definire cos'è il populismo.Una protesta contro le disuguaglianze o contro l'ingiustizia sociale non è populismo.Frasi come "tutto il sistema capitalistico è responsabile per la crisi o i politici sono tutti corrotti" sono manifestazioni di populismo.In ogni caso sono convinto che la via per combattere il populismo sia una sola:promuovere la giustizia sociale e l'uguaglianza"
"I risultati elettorali del Movimento a 5 stelle sono pienamente legittimi.Le mie perplessità riguardano i meccanismi di democrazia interna al 5 stelle e nascono da ciò che leggo sui blog e sui giornali.Mi preoccupano alcune proposte,come quella del referendum sull'euro.L'Europa ha bisogno di certezze.Abbiamo una moneta forte,l'Italia è un paese forte e con un sistema economico dinamico,capace di attrarre investimenti.Mettere in discussione l'euro vuol dire minare la fiducia nel vostro paese"

Nessun commento:

Posta un commento