Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 6 settembre 2012

Povero Schulz! Cosa ti ha fatto Grillo? Ti ha toccato l'euro?




Beppe Grillo a volte spara delle sciocchezze, anche di estrema destra, ma su una cosa ha ragione:odiare l'euro.E' questo che fa preoccupare l'europarlamentare tedesco Martin Schulz perchè Beppe Grillo non è un semplice pensionato che vive in un paese di provincia e passa tutto il giorno a giocare a carte in un bar o guardare chi passa per strada, è un personaggio che porta nelle piazze italiane centiniaia di migliaia di persone che sentono dei discorsi antieuropeisti. E infatti Schulz , tifoso convinto della criminalità neoliberista, è dovuto intervenire per attaccare il comico genovese, come fa spesso Pierluigi Bersani leader di un partito a favore dell'euro.
Ma quando uno sente il nome di Martin Schulz a cosa deve pensare? Che visione del mondo ha questo signore?
E' a favore dei criminali trattati di Maastricht e di Lisbona,cioè quello che hanno deciso che non deve esistere una spesa sociale ma che deve accontentare solo le banche,che la Bce non può acquistare direttamente i titoli di stato.
Il Trattato di Maastricht  prevede che tutti i paesi dell'eurozona, cioè ricattabili dai mercati, il loro rapporto debito/pil non deve superare il 60% e in vent'anni devono rientrare nei parametri previsti.L'Italia ,che è al 120%, deve rientrare del 3% l'anno, e questo cosa significa? Bisogna tagliare dai 40-45 miliardi di spesa pubblica l'anno con aggiunti anche i pagamenti degli interessi sul debito che oggi ammontano piu o meno a 80 miliardi. Con questi tagli Schulz e compagnia bella (Partito democratico compreso) continuano a bombardarci di bugie convinti che loro riusciranno a creare posti di lavoro.
Schulz è a favore dell'euro, quella moneta di nessuno, a debito, e che i paesi che l'adottano non possono comprare direttamente i titoli di stato , e si devono preoccupare piu di trovare i soldi (tassando i cittadini) per ridarli indietro alle banche private che te li ha prestati a tassi d'interesse da strozzini, piuttosto che trovare gli "euri" per soddisfare i bisogni dei cittadini.
A Martin Schulz piacciono le privatizzazioni selvaggie, sopratutto quei servizi essenziali per i cittadini, convinti che in mano ai privati si ottengono risultati migliori quando in realtà vogliono guadagnarci.Prendiamo l'esempio dell'Inghilterra della metà anni 80'. Il piano per la privatizzazione del servizio idrico  venne proposto dalla signora Thatcher per la prima volta nel 1984,ma gli inglesi non  si fecero prendere per il sedere e persero la pazienza facendo saltare tutto. Questa idea venne ripresa dopo le elezioni del 1987 con la legge sull'acqua (Water act).I risultati quali sono stati? L'aumento incredibile dei prezzi, oltre il 50% durante i primi 4 anni, del 46% nei primi nove con 1 famiglia su 5 che era indebitata con la rispettiva azienda idrica.
Ricordiamoci sempre quello che disse piu o meno un anno fa Paul Krugman cioè che l'Italia con l'euro si è ridotta ad un paese del terzo mondo prendendo in prestito una moneta non sua, se qualcuno in Italia mi trova uno migliore di Krugman,lo scriva.
E poi un altro grande, come Noam Chomsky:
"L'euro ,il dollaro,lo Yen sono monete con un'oscilazione che non ha nulla a che fare con l'economia reale:viene determinata dai ricchi del mondo,dagli speculatori,che rappresentano una piccolissima frazione della popolazione mondiale.L'Europa si preoccupa della crisi dell'euro perchè caduta nella trappola metodologica del sistema di Maastricht.Il sistema dell'Unione Europea è notoriamente un sistema la cui impostazione è estremamente conservatrice."
E poi parliamo anche della sua Germania che con la moneta unica è diventata imbattibile.Dal 1989 al 2000 la bilancia dei pagamenti correnti della Germania era in rosso per 126 miliardi.Dal 2001 al 2012 (in piena fase euro) è balzata in positivo a quota 1.791 miliardi.al contrario l'Italia prima della nascita di questa moneta criminale aveva una bilancia dei pagamenti correnti positiva (53 miliardi).Dopo è andato sotto di 388 miliardi.

CARI SCHULZ ,BERSANI, PD: INVECE DI DARE DEL FASCISTA O DELL'ANTIDEMOCRATICO A BEPPE GRILLO, GUARDATEVI VOI, SIETE PEGGIO...

da www.beppegrillo.it

Gentile Martin Schulz,
nella sua recente visita nel nostro Paese ha fatto delle affermazioni su di me e sul MoVimento 5 Stelle che dette da lei, nella sua qualità di presidente del Parlamento europeo, sono molto gravi. Le riporto integralmente:
"Quando i politici vanno a vedere una commedia penso sia meno pericoloso di quando i comici diventano politici. Grillo è un classico fenomeno di protesta che non mi pare né molto democratico, né molto trasparente. Non ha uno statuto per il suo movimento. Non si sa come lavora. Lo fa anonimamente e su internet. Non è disposto a discutere e non rappresenta una cultura democratica tradizionale. Dire sempre no a tutto senza dire a favore di cosa si è non è un'opzione. E dire usciamo dall'euro e torniamo alla lira io penso che sia pura ciarlataneria".
Io credo che lei non disponga di tutte le informazioni o sia stato male informato. Il MoVimento 5 Stelle ha un programma. Il MoVimento 5 Stelle ha uno Statuto. Il MoVimento 5 Stelle è un movimento democratico che si ispira alla democrazia diretta non intermediata dai partiti. Il MoVimento 5 Stelle ha agito soltanto per vie democratiche. Ha raccolto 350.000 firme per una legge di iniziativa popolare per non consentire ai pregiudicati di entrare in Parlamento e per l'elezione diretta del candidato, legge mai discussa dal Senato in 5 anni. Ha raccolto le firme per tre referendum sulla libertà di stampa, uno per l'abolizione della legge Gasparri che favoriva le emittenti di Berlusconi, osteggiato da tutti i partiti tranne l'Italia dei Valori. Ha partecipato a elezioni comunali e regionali senza alcun contributo pubblico facendo eleggere circa 400 consiglieri e quattro sindaci. Il MoVimento 5 Stelle è per la trasparenza assoluta di ogni atto pubblico. Il MoVimento 5 Stelle non lavora anonimamente, ma pubblicamente e, questo è vero, usa Internet come media essendo tutti gli altri, televisioni e giornali, occupati da lobby o da partiti. Le posso assicurare che io e i ragazzi del Movimento 5 Stelle siamo sempre disposti a discutere. Lo facciamo nelle piazze, nelle strade, nei banchetti, oltre che sulla Rete. La scorsa primavera, nel periodo pre elettorale, ho parlato in decine e decine di piazze italiane a migliaia di persone e discusso direttamente con centinaia di cittadini. Senza alcuna scorta e a mie spese. Il MoVimento 5 Stelle si confronta con i cittadini, a loro risponde, è composto da cittadini. In quanto all'euro, non ho detto che bisogna uscirne, non voglio arrogarmi una decisione così importante, ho proposto invece che siano gli italiani attraverso un referendum a decidere. Non è democrazia? Lei ci accusa di non avere "una cultura democratica tradizionale" e, devo confessare che non riesco a capirne il senso. Cosa vuol dire "tradizionale"? Il MoVimento 5 Stelle è democratico. "Democratico" senza aggettivi, né ideologie.
Le propongo un incontro, che spero lei voglia accettare, per rassicurarla e per esporle i punti del programma del M5S.
Cordiali saluti." Beppe Grillo

Nessun commento:

Posta un commento