Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 24 settembre 2012

Stefano Fassina perchè non ti dimetti dal PD ?




da l'UNITA' di sabato 22 settembre 2012-articolo scritto da lui stesso


"I documenti di finanza pubblica indicano che i consumi intermedi per l'insieme delle pubbliche amministrazioni sono 134 miliardi di euro all'anno quasi la metà di quanto indicato da Matteo Renzi è una spesa per tenere aperti asili nido,per contribuire al costo delle mense scolastiche,per il riscaldamento e l'elettricità delle scuole,per pagare le cooperative sociali dedicate ai servizi per gli anziani non autosufficienti per il trasporto pubblico,per la benzina delle auto della polizia e dei vigili del fuoco,per i macchinari e le medicine ospedaliere.E' una spesa brutalmente tagliata negli ultimi anni con i colpi orizzontali sferzati dal governo Berlusconi e con gli interventi drastici compiuti dal governo Monti sotto l'elegante titolo di spending review"
Dopo aver letto l'ennesimo articolo di Stefano Fassina sull'Unità ,penso che i punti sono due:
1)Fassina sa che chi vota il suo partito  non sa neanche le cose minime di economia e che mai si permetterebbe di criticarlo essendo nel Pd di romano Prodi e non nel Pdl di Silvio Berlusconi.
2)Lui pensa veramente queste cose,allora gli chiedo:perchè non si dimette dal PD?
Si,perchè se sei contrario a quello che pensa il proprio partito è giusto dimettersi.Ma come fa dire certe cose? Monti e lo spending Review? Ma se sono i primi sostenitori di Monti e hanno votato per questi interventi drastici! Hanno firmato trattati come quello di Maastricht e di Lisbona! Ma stiamo scherzando?
Sapete cosa hanno fatto questi trattati?
Hanno inciso sulla perdità della sovranità degli Stati, hanno portato forti limitazioni della libertà per i cittadini, pretendono la svendita dei nostri gioiellini di stato per ridurre il debito pubblico ed ha ragione Beppe Grillo sabato scorso a Parma: abbiamo permesso agli stranieri,anche di paesi poco credibili come Romania e Russia, di impossessarci dei nostri beni pubblici, lui fa l'esempio sacrosanto del Teatro Regio di Parma,uno dei piu prestigiosi d'Europa.
Fa parte di un partito comandato da Romano Prodi (il centrodestra lo comanda Silvio Berlusconi,inutile girarci intorno), quel professore democristiano che diceva "Io vi porterò in Europa", quel posto dove si studia per permettere al capitale di ricercare la forza lavoro da sfruttare per pochi soldi rendendo in schiavitù milioni di persone e a scontrarsi tra di loro,aumentando il razzismo, altro che Alba Dorata, Forza Nuova o Beppe Grillo!

Stamattina  su LA REPUBBLICA Ilvo Diamanti scrive:

"Il maggior grado di euroscetticismo,infatti, si rileva nella "vecchia" maggioranza di centrodestra.Fra gli elettori della Lega,anzitutto,ha anche fra quelli del Pdl e del Fli.Affiancati,peraltro,dagli elettori dell'Idv.Il livello piu elevato,invece è espresso dagli elettori del Pd (unico partito davvero europeista) e dell'Udc"

Cosa vuol dire "partito davvero europeista"?

Brevemente:

- Abolire gli stati

-forzare uno stato di deflazione permanente e ridurre la spesa pubblica

- privatizzare gli stati,prendere denaro in prestito vendendo titoli a banche private che a loro volta decidono i tassi, cioè da criminali.

-precarizzazione del lavoro e riduzione degli stipendi

Nessun commento:

Posta un commento