Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 14 ottobre 2012

Romano Prodi è contento per il premio dato all'Unione Europea...




da un suo articolo sul SOLE 24 ORE di satato 13 ottobre 2012-TITOLO:"Un giusto riconoscimento"

"Non possiamo non leggere questo Nobel come un incitamento della mente e del cuore degli uomini.Non ci si deve stupire se questo processo esige del tempo,è il tempo della storia.Anche se anoi sembra lunghissimo.Cosi come non dobbiamo dimenticare che ci sono stati due fatti importanti in tempi relativamente recenti,che hanno consolidato la scelta della pace in Europa:l'allargamento dell'Unione e l'euro.Con l'allargamento si è verificato un colpo provvidenziale della storia e si è rimpita,con una rapidità davvero inedita,il vuoto creato dalla caduta del muro di Berlino e dal disfacimento dell'ex impero sovietico.Se l'Europa,tutta l'Europa,non avesse colmato quel vuoto oggi ci troveremmo di fronte problemi davvero gravi e irrisolvibili.
La gente tende a riflettere poco su cosa mai significhi oggi una Polonia dentro all'Unione Europea che possa svilupparsi pacificata e perfettamente reinserita in un gioco politico ed economico di cui aveva grande bisogno.Nessuno pensa a quale sarebbe diventata l'Ungheria se quel paese non fosse entrato nell'Unione grazie alla politica di allargamento.
Quanto all'EURO,basta dire cio che è stato un passaggio che ha cambiato in profondità la natura stessa dell'Europa.Dell'Europa del Trattato di Estfalia siglato sulla base della politica degli eserciti ,si è passati all'Europa della moneta comune,della pace e della convivenza.Non c'è piu quell'Europa degli eserciti.In futuro ,ma in un futuro ancora lontano,forse ci sarà l'Europa dell'esercito comune,magari come atto della costruzione dell'Unione.Ci vorrà tempo.Per adesso ci dobbiamo godere l'Europa fatta da paesi che hanno saputo cedere da paesi che hanno saputo cedere quote di sovranità nazionale.Non è poco,non è ancora tutto.La storia ha i suoi tempi.E non è finita.

L'OPINIONE DI ANGLOTEDESCO

Chi legge questo blog sa quello che penso di Romano Prodi.Con nessun politico andrei a prenderci un caffè, Prodi e Berlusconi però li metto agli ultimi posti della lista.
Trovo ridicolo il premio Nobel dato all'Unione Europea, questo sta a significare che chi lascia lavorare in pace la criminalità finanziaria,viene premiato.La storia della pace in Europa è ridicola:abbiamo mandato i nostri soldati in altri continenti per le "guerre democratiche" ma in realtà abbiamo fatto danni, e tra l'altro va contro la nostra costituzione.
Ai norvegesi che hanno dato il premio Nobel gli chiedo: l'avete premiata, ma perchè voi non ci entrate nell'Unione Europea? Se non volevate dare il premio ad una persona fisica perchè non l'avete dato alla Cina? Per la promozione della stabilità mondiale,visto che continua a comprare debito degli Usa e dell'Unione Europea?
L'Unione Europea è un fallimento,è stata progettata per distruggere le identità culturali e il patrimonio dei paesi e dei popoli e quando Prodi fa l'esempio dell'Ungheria ,sbaglia di grosso perchè con Viktor Orban vogliono uscire e prendendo i due paesi piu potenti di questa unione cioè Germania e Francia, la stragrande maggioranza della gente vorrebbe uscire da questa dittatura.In un recente sondaggio fatto in Francia, il 67% degli intervistati pensa che l'UE non ha portato nulla di buono mentre il 64% è contrario al Trattato di Maastricht.
E' un governo di non eletti,dove il presidente non ha nessun ruolo,nessuna funzione,nessuna influenza.Le loro politiche hanno aggravato le conseguenze della crisi finanziaria e ha portato a disordini sociali che non abbiamo visto per una generazione.L'Ue oggi è il principale motivo di disunione e di crescenti tensioni tra le nazioni europee,l'organizzazione di una competizione violenta tra le nazioni,ignorando totalmente il senso della democrazia.
Oggi le guerre sono fatte in altri modi in Europa:campagna mediatica di propaganda,disinformazione,manipolazione psicologica e sopratutto privatizzazioni, guerra tra poveri per un posto di lavoro, tagli tagli e tagli per le fasce piu deboli della popolazione.

Nessun commento:

Posta un commento