Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 16 novembre 2012

ELEMENTI DI ECONOMIA POLITICA.L?inflazione (2 parte)




da CORSO DI ECONOMIA ED ESTIMO -Stefano Amicabile (Hoepli)

INFLAZIONE DOVUTA ALL'AUMENTO DEI COSTI

Una causa importante dell'inflazione è l'aumento del costo delle materie prime che, conseguentemente,determina un aumento del costo di produzione e quindi un aumento dei prezzi al consumo.Inflazione di questo tipo si è verificata negli anni 70' con l'aumento del prezzo del petrolio,materia prima per eccellenza,da parte dei Paesi del Golfo aderenti all'OPEC (i due shock petroliferi del 1973-74 e del 1979-80).Altre materie prime in grado di innescare spinte inflazionistiche nel nostro Paese sono i metalli (ferro,rame ,piombo,alluminio) ,la gomma naturale,il legname ,il cotone ,la lana.
Un'altra causa importante dell'inflazione è stata,ancora negli anni 70',l'aumento del costo del lavoro,superiore a quello della produttività media della manodopera,in seguito alle imponenti rivendicazioni sindacali di quegli anni.

INFLAZIONE DOVUTA AL DEFICIT DELLO STATO

Vi sono due cause sostanziali che determinano il deficit nel bilancio dello Stato:le guerre e le spese assistenziali.In caso di guerra l'obiettivo prioritario e ovvio di uno Stato è quello di cercare di vincerla.A tal fine ha bisogno,oltre che di uomini validi e motivati,di molte e potenti armi che acquista da Paesi esteri amici o da aziende nazionali.Per contro,in un'economia di guerra,le attività produttive subiscono drastici rallentamenti;diminuisce di conseguenza il reddito dei cittadini e delle imprese su cui applicare l'imposizione fiscale.Aumenta in tal modo,enormemente,la spesa pubblica e diminuiscono le entrate derivanti dai tributi.Si crea pertanto un deficit di bilancio che lo Stato è costretto a ripianare con l'emissione di nuova moneta,tramite la banca centrale.Aumenta in tal modo,secondo la teoria quantitativa,il livello generale dei prezzi e l'inflazione.
Un grande deficit di bilancio si verifica in molti casi anche al di fuori di un contesto di economia di guerra,quando lo Stato è costretto a ripianare con l'emissione di nuova moneta,tramite la banca centrale.Aumenta in tal modo,secondo la teoria quantitativa,il livello generale dei prezzi e l'inflazione.
Un grande deficit di bilancio si verifica in molti casi anche al di fuori di un contesto di economia di guerra,quando lo Stato sostiene grandi spese sociali (pensioni ,sistema sanitario,nazionale).
Oggi,tuttavia,il Trattato di Maastricht vieta ai Paesi ammessi alla unione monetaria di finanziare il deficit con l'emissione di nuova moneta.

INFLAZIONE DOVUTA AL DEFICIT DELLA BILANCIA COMMERCIALE

Quando le esportazioni superano le importazioni il Paese si impoverisce di beni e si verifica un forte afflusso di divise estere,ossia un'ulteriore formazione di disponibilità montarie (inflazione importata).

GLI EFFETTI DELL'INFLAZIONE

In pratica è molto difficile riscontrare nella realtà solo una causa dell'inflazione.Determinare la cause esatte può essere quindi di una certa difficoltà,anche se è di grande importanza per la scelta delle misure atte a controllarla.E' indubbio,infatti, il costo economico e sociale dell'inflazione.L'inflazione favorisce gli speculatori e i debitori mentre danneggia i percettori di reddito fisso,i creditori,i risparmiatori,sopratutto quelli piccoli;spinge ad aumentare i consumi con conseguente danno per gli investimenti e quindi per lo sviluppo del sistema.La sfiducia nella moneta distorce il commercio sia interno,facendolo a volte degenerare in baratto,sia estero,provocando un incremento delle importazioni e il disavanzo della bilancia dei pagamenti.
Tuttavia non bisogna dimenticare che la deflazione non è meno pericolosa dell'inflazione,tanto da essere una delle cause della Grande Depressione degli anni Trenta.La deflazione si accompagna infatti a riduzione di produzione,fallimento di imprese,crisi bancarie e dei mercati dei capitali e quindi disoccupazione di massa.Nella deflazione,quando i prezzi diminuiscono ,si dovrebbe assistere a una crescita dei redditi reali dei compratori (consumatori,imprese) in modo tale da stimolarne la domanda.In realtà invece diminuiscono prima e piu rapidamente i ricavi dalle attività produttive ,cosicchè le imprese sono costrette a chiudere e a licenziare e ciò riduce,anzichè aumentare,il reddito disponibile dei consumatori.

Nessun commento:

Posta un commento