Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 18 gennaio 2013

Scusi dottor Ingroia,ma Antonello Zappadu che c'azzecca con la politica?



Ma il 24-25 febbraio ci saranno le elezioni politiche? Me lo chiedo perchè leggendo i giornali e vedendo a chi offrono le candidature i vari leader dei partiti nuovi e non,sembra che si stia cercando gente per partecipare ad un grande torneo nazionale di calcio riservato ai bar.Attrici, sportivi, giornalisti oppure fotografi come Antonello Zappadu (lui però ha rifiutato).Lo chiedo al dottor Ingroia, ma che competenza ha questo signor per poter far politica e servire il popolo italiano? Che merito ha? Quello di aver fotografato Berlusconi? Perchè qui veramente dimostriamo per l'ennesima volta di essere un paese con cervelli da bambini delle scuole elementari che diventi amico dell'altro perchè sputtani uno che ti sta antipatico. Siccome Antonio Ingroia è interista ,che candidi l'ex idolo della curva nerazzurra Marco Materazzi.Sa quanti voti in piu prenderebbe? Stanno facendo tutti così, offrono la candidatura a Valentina Vezzali, Paola Ferrari e...Beppe Savoldi l'ex attaccante che nel 1980 fu uno di quelli coinvolti  nella famosa Bologna-Juventus (e non solo) del gennaio 1980 che Carlo Petrini ha raccontato nel suo straordinario libro "NEL FANGO DEL DIO PALLONE".Chi l'ha fatto questo colpo? Il SEL di Nichi Vendola.
Gli italiani sono dei provinciali e pensano solo a difendere la propria parrocchia, guardano sempre in casa degli altri e mai in casa propria;dicono che Berlusconi "arruola" i politici con una meritocrazia tutta particolare, vedo che adesso è in buona compagnia.Un grazie anche alla Costituzione italiana che ci rende uno dei paesi piu ridicoli e ipocriti del mondo.

da L'INCUBO DI BERLUSCONI-Salvatore Zappadu (Castelvecchi)

ANTONELLO,BERLUSCONI E "PANORAMA"...NEL 2003

Nell'estate del 2003,voci insistenti danno per sicura la costruzione in una villetta,all'interno della Certosa,che nell'estate di quell'anno dovrebbe ospitare Tony Blair e famiglia.Le chiacchere e le confidenze che riguardano il regno estivo di Silvio Berlusconi sono sempre state oggetto di rumors e di insistenti passaparola.Un'eco mutante di confidenza in confidenza,senza aver mai l'avallo di una qualsivoglia ufficialità.Sta di fatto che Antonello,come suo solito,decide in quell'aprile del 2003 di vederci chiaro.
Un pò di terra e un pò da mare si rende conto che effettivamente nella parte verso la costa gli operai sono in febbrile lavoro per completare quella che proprio Antonello,nelle sue spiegazioni future,piu volte chiamerà la "casa dei carrubi".Si tratta della Villa occupata per lo piu dal fratello Paolo,ma all'epoca effettivamente l'idea che potesse ospitare i Blair la faceva diventare giornalisticamente allettante.Così,dopo qualche primo appostamento,finalmente riesce ad approntare un servizio interessante e commercialmente proponibile.Si tratta di una serie di pose dove molti lavoratori operano senza i previsti parametri di sicurezza.Tantissimi senza casco,quasi nessuna cintura di salvaguardia tra i ponteggi:nessuna norma rispettata all'interno di un cantiere edile.
Proprio in quei giorni,non sono pochi gli allarmi e le denunce di incidenti e caduti sul lavoro per questo tipo di carenze o disattenzioni nei cantieri.L'agente di Antonello in quel periodo era Farabola di Milano che,in poco tempo,riesce a piazzare per un pezzo piu che soddisfacente l'intero servizio.Per la verità, come abbiamo piu volte provate a ricordare in queste righe,il gusto della notizia sta nel suo incidere dell'embrione (magari una soffiata) allo sbocciare finale (nella stampa di questo o quell'altro giornale).
Ebbene quelle foto nè nel 2003,nè dopo vedranno mai la luce.Vengono pagate,vengono acquistate in esclusiva,ma nessuno all'infuori dei diretti interessati le vedrà mai.Antonello chiede lumi al suo agente,e li ottiene.Le foto sono state comprate dal settimanale "Panorama" al solo scopo di toglierle dalla circolazione.Insomma,comincia ben prima dell'estate 2009 la lunga marcia di "incomprensioni" tra il settimanale della Mondadori e mio fratello.Piuttosto,quelle foto mai uscite consentono allo staff del Presidente di individuare nel loro autore il nemico pubblico.
Alcune confidenza di amici arruolati tra i cacciatori di Sardegna servono per ricostruire questo strano antefatto delle "due battaglie giornalistico e/o giudiziarie che impegneranno negli anni il carneade Zappadu e il potentissimo Berlusconi.Succede infatti che nei mesi di luglio e agosto del 2003,all'arrivo in postazione delle guardie di sicurezza del Presidente (all'epoca per l'appunto i cacciatori sardi) qualcuno,nella stanza di comando dell'operazione,assieme alla cartina topografica dei luoghi ,affigge sulla parete anche la foto inconfondibile di Antonello Zappadu.A una domanda di un commilitone che conosce bene Antonello arriva puntuale la risposta:"Questo è un rompicoglioni che bisogna scovare e impedire che si avvicini a Villa Certosa".
Il problema di quei giorni, che quel commilitone conosceva bene e che riportava al collega in quella discussione a due,era che Antonello si trovava all'ospedale immobilizzato per un incidente di moto e quindi assolutamente incapace di creare problemi all'avversario.Cosa che,stranamente,non convinceva nè rassicurava il militare di sorveglianza:"Balle! Proprio ieri gli abbiamo impedito di appostarsi,lo abbiamo rincorso ed è riuscito a fuggire con la sua moto rossa".
Antonello scoprirà la verità successivamente.Quel "fuggittivo" altri non era se non un collega che, per puro caso, utilizzava una moto rossa,dello stesso colore del suo ormai distrutto Scarabeo ,e che da tempo cercava di insidiare lo stesso Antonello nella "caccia grossa" ai segreti della Certosa.Da quella stagione,del fotografo capitolino da quelle parti non se n'è piu sentito parlare.
Di Antonello,oggettivamente,un pò di piu.

Nessun commento:

Posta un commento