Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 1 aprile 2013

Grazie a Draghi e Prodi (in Italia) se le banche d'affari possono speculare con i risparmi dei cittadini



Di libri che trattano di questi argomenti ce ne sono parecchi, quello di Marco Della Luna lo trovo interessante perchè è molto sintetico e per uno che deve iniziare dall'inizio, è uno dei migliori e costa poco (4,80 euro).
Ma è possibile che su sette giorni, non se ne riesca a trovare uno per discutere di queste cose? Lilly Gruber, Giovanni Floris,Michele Santoro, Paolo Del Debbio nel suo Quinta Colonna, si rifiutano volontariamente di spiegare ai cittadini i veri motivi perchè si ritrovano il portafoglio sempre pu leggero.Da una parte si da la colpa a Silvio Berlusconi, dall'altra ai magistrati.Vengono ignorati i mercati speculativi, le banche d'affari che grazie a Bill Clinton negli Usa e Mario Draghi e Romano Prodi ,dal 1999 possono speculare con i risparmi dei cittadini e succhiarci il sangue, altro che rovinati da quando è sceso in campo Berlusconi.Avrà fatto altri tipi di disastri (uno dei tanti che ha rovinato la giustizia italiana che è al 170 posto nel mondo) ma quelli economici sono per merito di Beniamino Andreatta, Carlo Azeglio Ciampi,Giuliano Amato,Mario Draghi ,Romano Prodi.La tv e i giornalisti  stanno zitti, per fortuna ci sono  la rete e giornalisti, avvocati ,saggisti come Marco Della Luna.

da TRADITORI AL GOVERNO? -Marco Della Luna (Arianna Editrice)

Tutti gli economisti ormai sanno che per correggere i conti pubblici di un paese indebitato e in recessione si taglia la spesa pubblica improduttiva e così il paese riparte e i conti si risanano;se invece si aumentano le tasse,il paese affonda e i conti si aggiustano sul momento,ma presto peggiorano,cos' come è avvenuto in Italia nel 2012 con Monti,perchè calano produzione,occupazione e gettito fiscale,mentre aumentano i costi degli ammortizzatori sociali.

LA SOVRANITA' E' IL FONDAMENTO DELLA LIBERTA' POLITICA

Ora ci sentiamo dire:italiani, se votate contro la politica di Monti,lo spread vi colpirà, perchè la BCE non comprerà piu i vostri Bot e Btp (Buoni del Tesoro e Buoni del Tesoro pluriennali!)! Questa è una buona occasione per riflettere sul fatto che, cedendo il rifinanziamento del debito pubblico ad altrettanti irresponsabili mercati speculativi,ci siamo privati della libertà politica ed elettorale.Se abbiamo creduto che,in cambio della cessione della semi-sovranità monetaria e fiscale,avremmo avuto buona gestione,sicurezza e benessere,è il momento di ricrederci,perchè abbiamo perso sia la sovranità che il benessere.E' sempre un pessimo affare vendere la libertà anche in cambio di tutto l'oro del mondo.
Siamo al punto che dobbiamo accettare le misure intenzionalmente sbagliate dei banchieri della sacra BCE,e professare i loro dogmi economici,altrimenti questi ci abbandonano al braccio secolare,lo spread.Intanto,si ripete la strategia architettata durante gli anni Ottanta e Novanta.Lo schema che sta prendendo forma sotto i nostri occhi ha l'intento di indurre in Italia la recessione e la svalutazione per imporre di vendere a prezzi stracciati il patrimonio industriale,bancario,immobiliare,culturale e paesaggistico.In questo modo,una volta bloccato il meccanismo della svalutazione competitiva e privatizzata la banca d'Italia sotto la BCE,l'Italia si ritrova costretta,come un paese del Terzo Mondo, a finanziarsi sui mercati speculativi contraendo prestiti in Euro,che è a tutti gli effetti pratici una "valuta straniera" (come dice Paul Krugman).

IL SISTEMA BANCARIO TENDE A OCCUPARSI DI SPECULAZIONI DISTRUTTIVE PER L'ECONOMIA REALE

Nell'economia finanziarizzata,il sistema bancario perde la sua ragion d'essere in quanto,paradossalmente,non solo non presta piu soldi all'economia reale ma,al contrario,prende soldi ad essa,dai governi e dalle banche centrali per investirli in giochi d'azzardo in borsa e derivati, e in speculazioni sui titoli pubblici,che ai grandi banchieri rendono di piu che prestare i soldi gli investimenti e la produzione,anche perchè scaricano le perdite sulla società,che deve intervenire con soldi pubblici per salvare le banche dissestate.
La crisi infatti deriva non dai debiti pubblici,ma dalla moltiplicazione,a vantaggio di una ristrettissima elite, per migliaia di volte, della finanza speculativa e improduttiva,con le bolle immobiliari e mobiliari.Moltiplicazione scatenata nel 1999 da Bill Clinton negli Usa,in Italia da Draghi e Prodi,e da altri in altri paesi del mondo,mediante la riforma che abrogò le norme che vietavano alle banche di credito e risparmio di usare i soldi dei risparmiatori per fare speculazione finanziaria ,cioè gioco d'azzardo,comprese le cartolarizzazioni, ossia la pratica bancaria  di fare prestiti e atutti,anche a chi si sa non potrà ripagarli (mutui subprime),per poi trasformare i relativi crediti in obbligazioni da vendere a risparmiatori e fondi previdenziali.
Nel 2012 la BCE prestò alle banche europee 1000 miliardi all'1% d'interesse.Le banche usarono questo denaro non per prestarlo a imprese e famiglie ma per comprare titoli del debito pubblico che rendevano dal 5% al 7% d'interesse.

ASPEN INSTITUTE

Monti fa parte del Comtato Esecutivo,è un'organizzazione internazionale finanziaria dalla Fondazione Ford e dal Rockfeller Brothers Fund (almeno inizialmente) che persegue una serie di scopi piu o meno segreti grazie all'appoggio dei suoi ricchi e facoltosi membri.La "filiale" italiana,l'Istituto Aspen Italia è stata fondata da Gianni Letta,l'ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e braccio destro di Berlusconi  e Giulio Tremonti e nel Comitato Esecutivo ce n'è per tutti i gusti,in un'inquietante miscellanea di appartenenze politiche:Corrado Passera,Emma Marcegaglia, Romano Prodi,Umberto Eco, Fedele Confalonieri, Giuliano Amato,Lucia Annunziata e molti altri.

Nessun commento:

Posta un commento