Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 15 aprile 2013

La politica della Thatcher ci avvelena ancora




Finalmente si legge un articolo guisto sui danni provocati da Margaret Thatcher nei confronti della classe operaia .La politica della Thatcher? Cosa significa essere un neoliberista? Che tutti i beni e servizi devono essere di proprietà privata, solo per chi se lo può permettere (o mangi o ti curi) ,che la proprietà dello stato andrebbe abolita,che lo stato deve farsi da parte e ogni intervento pubblico rappresenta un grave pericolo del libero mercato.Il mondo è semplicemente una merce con la quale fare soldi,tanti soldi ,produrre prodotti  col minor costo possibile, per poi venderli ad alto prezzo.

da THE INDIPENDENT-Owen Jones (su INTERNAZIONALE)

Nella guerra totale scatenata dai governi di Margaret Thatcher contro la sinistra,i sindacati e le politiche socialdemocratiche del dopoguerra,il suo schieramento ha sempre vinto.Alcuni esponenti della destra provano a smorzare le critiche al suo operato, sostenendo che attaccarla ora è irrispettoso.Ma Margaret Thatcher è stata una leader politica,quella che ha provocato piu fratture nella storia britannica contemporanea,ed è lecito discutere del suo ruolo storico.A destra strumentalizzeranno la sua morte per esaltare il thatcherismo e cercare di convincere l'opinione pubblica che Thatcher ha salvato il Regno Unito dalla rovina,che ha reso grande il paese e così via.Tuttavia oggi bisogna assolutamente separare il thatcherismo dalla donna che l'ha rappresentata.
La politica di Margaret Thatcher +è stata un disastro nazionale e ancora oggi ne paghiamo le conseguenze.Come ha detto Geoffrey Howe,l'ex ministro dell'economia di Margaret Thatcher, "il suo vero trionfo è stato trasformare non un partito,ma due.Quando i laburisti sono tornati al potere, il thatcherismo era ormai accettato e considerato irreversibile".
Oggi siamo nel mezzo della terza grande crisi economica della seconda guerra mondiale,e tutte e tre le crisi sono arrivate dopo di lei.La crisi attuale affonda le sue radici nell'idea di libero mercato voluta dal thatcherismo,che ha spazzato via gran parte della base industriale del paese per favorire un settore finanziario sregolato.Il Regno Unito di David Cameron è animato da un "dibattito" avvelenato sul welfare:alla base c'è l'idea che troppe persone dipendono dall'assistenza sociale.E' innegabile che nel 2012 la disoccupazione strutturale è piu alta di quarant'anni fa,e in gran parte il fenomeno è una conseguenza del thatcherismo,che ha tolto alla comunità milioni di posti di lavoro industrali sicuri e qualificati.Ampie aree del Regno Unito sono state devastate dalle politiche di Margaret Thatcher e non si sono piu riprese.Oggi nelle liste d'attesa per le case popolari ci sono cinque milioni di persone, mentre miliardi di sterline destinati all'assistenza sociale gonfiano le tasche di privati che impongono affitti troppo alti.Le carenze di alloggi alimenta lo scontro tra le comunità.E gli immigrati,accusati di non meritare l'assistenza sociale,diventano il capro espiatori.Ma in realtà la colpa di tutto questo è del thatcherismo,della sua politica di riscatto alle case popolari.
I paladini del thatcherismo celebrano la scomparsa dei sindacati,schiacciati dalle leggi antisindacali,dalla disoccupazione di massa e dal fallimento degli scioperi.Questo processo  ha lasciato i lavoratori in balia dei loro capi e li ha resi piu poveri.Nel 2004,quattro anni prima dell'inizio della crisi,il reddito della metà piu povera della popolazione era fermo,mentre quello del terzo piu povero aveva cominciato a scendere,e nel frattempo le aziende realizzavano grandi profitti.Senza i sindacati il tenore di vita dei lavoratori si è abbassato.
Potremmo andare avanti a lungo,ma la sostanza è che prima del thatcherismo il Regno Unito era uno dei paesi piu equi dell'Europa occidentale,mentre oggi è uno dei piu diseguali.Il thatcherismo è non solo vivo e vegeto,ma scorre nelle vene della politica britannica.L'attuale governo,infatti, sta valutando misure che neanche il thatcherismo aveva osato considerare,come la privatizzazione del sistema sanitario nazionale.La sfida che ci attende è la stessa di sempre: dobbiamo  abbattere la struttura del thatcherismo,guarire il Regno Unito dalle ferite e costruire un paese che faccia l'interesse dei lavoratori.E' una battaglia a cui dobbiamo partecipare tutti,e fino a quando non la vinceremo è meglio tenere lo champagne al fresco.

Nessun commento:

Posta un commento