Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 28 aprile 2013

Senza leader.Il blog di Grillo. Balle!



Ho acquistato questo libro perchè ero curioso di leggere quello che pensa l'oggetto misterioso che poi è il vero leader del Movimento 5 stelle cioè Gianroberto Casaleggio visto che parla pochissimo. Che il blog di Grillo non abbia un leader è totalmente falso, chi comanda è solo Casaleggio e dedice lui quello che deve essere pubblicato.
In questi giorni è venuta fuori la storia degli hacker (dicono del PD) nei confronti dei parlamentari del M5S.E' una mia opinione personale e dunque conta fino a li, ma chi me lo dice che non sia stato Casaleggio stesso ad organizzare tutto questo? Sul m5s si dicono un sacco di cretinate, è una parrocchia, e chi osa andare contro le regole viene punito, usando anche questi metodi.Non a caso qualche settimana fa, Giulia Sarti uscì in lacrime durante una riunione,magari aveva detto qualcosa che non andava bene alla "parrocchietta grillina", verità sacrosante che davano fastidio.Comunque può darsi anche che siano stati gli avversari politici, fanno tutti i buonisti ma sono capaci di tutto, questo è un paese mafioso.

da IL GRILLO CANTA SEMPRE AL TRAMONTO -Dario Fo,Gianroberto Casaleggio ,Beppe Grillo (Chiarelettere)

CASALEGGIO :il cambiamento è anche nelle parole,nella costruzione delle frasi,nella sintassi.Tutto passa attraverso il linguaggio:per esempio "leader" per il M5S è una parola del passato, una parola sporca, deviata;leader di che cosa? Vuol dire che tu attribuisci ad altri l'intelligenza e la capacità decisionale,allora non sei neanche piu uno schiavo,sei un oggetto.Con le primarie è stato definito il leader del centrosinistra,ma cosa vuol dire? Se facessimo un'analisi della parola e del significato della
parola...

Fo: è questo che bisogna fare...

CASALEGGIO: dietro la parola "leader" non c'è nulla.Prendiamo Occupy Wall Street:a New York si è svolta una manifestazione spontanea contro gli istituti di credito in cui i manifestanti si sono autodefiniti "Occupy Wall Street" e hanno invaso l'area delle banche e della Borsa americane.Un fenomeno che poi è dilagato:"Occupy Madrid", "Occupy Toronto"...Quell'espressione è diventata uno slogan,ma nelle varie manifestazioni non è mai emerso un leader,l'importante era il movimento.David Graeber,antropologo e attivista anarchico,autore di Critica della democrazia occidentale,tra gli organizzatori del movimento,lo ha definito leaderless, "senza leader", che associa intelligenze senza riferirsi a un capo supremo.Rientra nel concetto stesso di comunità.Basti pensare alla comunità degli Amish.

FO: ah, gli Amish! Che gente straordinaria! Sono la comunità piu prolifica del mondo:ogni coppia deve avere almeno otto figli,altrimenti il matrimonio si scioglie.Aborrono tutte le invenzioni della tecnologia moderna,salvo le energie rinnovabili:il sole,il vento e la forza delle cascate d'acqua.Scusate,sono un po enciclopedico.

CASALEGGIO: figurati,losono un pò anch'io.Alla comunità degli Amish non si associa alcun ledaer;se invece si pensa agli Stati Uniti viene subito in mente Obama.Sono due mondi completamente diversi.Ecco,la rete consente la creazione di comunità,fin dall'inizio,fin da quando è nata.Possono essere comunità di qualunque natura,anche politiche,e oggi il M5S è una comunità politica. Uno dei nostri slogan è:"Nessuno deve essere lasciato indietro",uno slogan di comunità.

FO:bellissimo slogan!Uscire dal luogo comune di una forma di pensiero comporta davvero l'invenzione di un linguaggio,il che provoca a sua volta una rivoluzione.Ci sono linguaggi costruiti apposta per selezionare ed eliminare chi resta fuori dal gioco! Cosa c'è di piu grande di una rivoluzione? La Rivoluzione francese ha distrutto completamente l'antico lessico,quello controllato dagli aristocratici con una struttura lessicale piena di ovvietà e di "birignao", cioè di suoni miagolanti e inutili,e quel ribaltone è stato determinante non soltanto per la nascita del francese moderno ma per un nuovo rinascimento di tutte le lingue europee.

CASALEGGIO: ha creato concetti.La parola leaderless è una parola nuova,prima non c'era.La rete favorisce questo cambiamento lessicale.Beppe e io ci esercitiamo ogni giorno sul blog,scriviamo insieme i testi.

FO: molti sono curiosi di sapere come fate...

GRILLO: il post nasce ogni giorno dopo cinque-sei telefonate in cui scegliamo l'argomento.Gianroberto ha la sintesi,io ho l'analisi.Io parlo,parlo, parlo...Tutto nasce dal confronto e dalla conversazione.

CASALEGGIO:ogni tanto parlo anch'io...

GRILLO:ogni tanto lo lascio parlare.

CASALEGGIO: grazie...

FO: pensa come sei generoso.

GRILLO: qualche tempo fa è stata fatta un'analisi pseudoscientifica del linguaggio del nostro blog ed è stato scoperto che dentro ci sono cinque personalità diverse...cinque autori ben distinti!

CASALEGGIO:e in Chi ha paura di Beppe Grillo? (di Federica De Maria,Edoardo Fleischner,Emilio Targia ,Selene,Milano 2008,ndr),uno dei primi libri scritti su di noi,c'era un'analisi da cui emergeva che gli autori erano almeno cinque persone diverse.Alla base c'era uno studio filologico del linguaggio.In realtà siamo noi due a scrivere ma nessuno riesce a capire chi è uno e chi è l'altro.Ci hanno definito un autore con sette teste diverse perchè alcuni pezzi sono di satira,altri di concetto,altri ancora di politica e questioni sociali,tutti scritti con stile diverso.

Nessun commento:

Posta un commento