Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 23 giugno 2013

Ha criticato la Kyenge, adesso anche Giovanni Sartori sarà un nazifascista...




Giovanni Sartori ,politologo antiberlusconiano, da oggi sarà condannato dalla parte piu ipocrita d'Italia a passare per nazifascista per quello che ha detto nei confronti della ministra dell'Integrazione Cecille Kyenge.
anche ieri ho sentito la versione di Jusef Idem sulla storia dell'Ici non pagata. Neanche un bambino di 8 anni sarebbe così ridicolo,il bello è che tutti ripetono la stessa versione.Ma è possibile che con i soldi dei contribuenti vengono pagate ministri totalmente incompetenti? Questa qui è stata campionessa di Canoa ma che c'azzecca con la politica? Sono due cose diverse mica è presidente del C.O.N.I.Lo stesso discorso vale per la Kyange e le risposte date da Sartori al Fatto Quotidiane sono sacrosante.
L'Italia in campo internazionale non conta un accidente (per la gioia del Pd e della sinistra ipocrita) è un paese considerato provinciale e ridicolo,i ministri vengono scelti non per il valore ma perchè siano disposti a ricevere ordini senza lamentarsi e nel caso dell'integrazione,devi accogliere tutti e fare leggi anti respingimenti anche se ci sono clandestini , delinquenti o fai parte dei paesi P.I.I.G.S  che hanno bisogno di tutto tranne che accogliere altri poveri.
Non possiamo respingere tre clandestini che i padroni d'Europa (Germania) ci massaccrano, mentre i tedeschi appena vengono a sapere che gli stranieri provengono dall'Italia, ce le respingono e nessuno parla di diritti umani.E poi è anche merito della nostra Costituzione che la sinistra ipocrita considera la migliore del mondo ma che in realtà  fa schifo.In altri paesi non fascisti (al momento solo in Ungheria c'è un premier di estrema destra), gli stranieri devono rispettare le regole del paese dove entrano, qui no, qui dobbiamo farci mettere i piedi in testa e adattarci alle loro regole, una cosa insopportabile.

da IL FATTO QUOTIDIANO-intervista a Giovanni Sartori di Beatrice Borromeo e Carlo Tecce

Il professor Giovanni Sartori,ieri sul Corriere,ha dedicato un commento argomentato al ministro per l'Integrazione Kyenge per mettere in discussione le sue competenze mentre affronta temi dedicati come la cittasinanza italiana per ius soli.Nel pomeriggio ,Intervistato alla Zanzara,Sartori ha denunciato:"Se mi avessero detto che avrebbero rimosso il mio articolo il mio articolo in quel modo lo avrei ritirato,com'è previsto dagli accordi.Al Corriere si sono comportati in modo scorretto e offensivo,mi hanno fatto una cosa che mi ha indignato senza  dirmelo".Il professore ha aggiunto che chiederà spiegazioni e non esclude di poter interrompere la collaborazione con il quotidiano.Da via Solferino nessun commento ufficiale,forse risponderà il direttore Ferruccio De Bortoli,e comunque si sottolinea che l'articolo di Sartori,pubblicato in prima pagina non è stato censurato.Si fa notare,inoltre,che i toni non erano per niente morbidi con il ministro,forse questo spiega la collocazione non come pezzo di fondo,corrispondente alla linea editoriale.Scrive Sartori: "Nata in Congo,si è laureata in Italia in Medicina e si specializzata in Oculistica.Cosa ne sa di "integrazione" ,di ius soli e correlativamente di ius sanguinis? La brava ministra ha anche scoperto che il nostro che il nostro è un Paese "meticcio".Se lo Stato italiano le da i soldi si compri un dizionario,e scoprirà che meticcio significa persona nata da genitore di razze (etnie) diverse.

PROFESSORE CHE E' SUCCESSO?

So solo che la decisione di spostare un fondo spetta al direttore e al suo voce.Noto anche che non c'era alcuna fretta di pubblicare il mio articolo,dato che il problema dello ius soli,per quanto gravissimo,non scade.Avrebbero potuto tenerlo a bagnomaria anche per una settimana,invece hanno deciso di massacrarlo.

IL MINISTRO KYENGE E' STATA VITTIMA DI VIOLENTI ATTACCHI RAZZISTI.PENSA CHE LA DECISIONE DI CONFINARE LE SUE CRITICHE A PAGINA 28 ABBIA MOTIVI POLITICI?

Liquidare la questione richiamando il razzismo è un artificio polemico scorretto.Io sono uno studioso,ho scritto due libri sull'argomento,mentre la ministra è un'oculista.Dice solo sciocchezze,stia zitta e si faccia scrivere i testi da Livia Turco,che poi è la sua ispiratrice occulta.i miei sono giudizi di merito,il razzismo che c'entra? Se il direttore si è fatto questo scrupolo,colpa sua.

LE HANNO DATO SPIEGAZIONI?

No, nessuno mi ha chiamato.E anche io ho evitato di telefonare :certe decisioni vanno prese a freddo.Era successo altre volte che spostassero i miei fondi nella pagina dei commenti,però solo dopo che avevo dato la mia autorizzazione.E quando non ero d'accordo ritiravo l'articolo.

POTREBBE DAVVERO LASCIARE IL CORRIERE PER QUESTO EPISODIO?

Si,ci sto riflettendo seriamente.Il fatto è che finora avevo sempre avuto totale libertà.

Nessun commento:

Posta un commento