Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 5 giugno 2013

In Inghilterra vogliono privatizzare anche la Giustizia



Se anche in Italia qualcuno si azzardasse a proporre questo,Michele Boldrin si ecciterebbe in maniera incredibile perchè ,come poterte notare, questo ex comunista che da giovane lottava per il bene pubblico, ora vuole privatizzare tutto come avviene in America dove molte persone,non potendosi curare,muoiono per strade e vorrei vedere se ci fosse anche la madre di questo clown.
Nella maggior parte delle volte privatizzare vuol dire aumento dei prezzi e risultati deludenti.In inghilterra furono privatizzate le ferrovie e ci fu una sequela impressionante di incidenti.E poi sempre di questo paese vorrei ricordare che c'è un sistema sanitario che fa schifo.
I servizi indispensabili per i cittadini devono restare pubblici e gente come Boldrin va a presa a calci nel sedere e non a pomodori in faccia.

da CORRIERE DELLA SERA del 29 maggio 2013-Fabio Cavalera

"E' una rivoluzione controversa e fantasiosa:scontate le perplessità e le critiche feroci".Il rischio è che in nome dell'efficienza economica raggiunta con la privatizzazione si sacrifichi l'indipendente amministrazione della giustizia".Spiega al Times l'avvocato per i diritti umani Lord Pannick."Tranquilli non intendiamo una privatizzazione generalizzata della giustizia",hanno rassicurato dal ministero.Ci mancherebbe.Il dibattito è aperto: siamo sicuri che sia questa la strada piu giusta per tagliare la spesa pubblica? C'è chi sottolinea un particolare:lo Stato ha già appaltato ai privati i servizi di traduzione e interpretariato nelle corti e nei tribunali il risultato è stato un mezzo fallimento: 6.417 ricorsi per difetto di professionalità e 650 processi bloccati in un anno.A volte le privatizzazioni funzionano male.Ma il ministro Grayling vuole comunque procedere con la sua rivoluzione.

Nessun commento:

Posta un commento