Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 22 luglio 2013

E' grazie alle politiche economiche che piacciono a Michele Boldrin se...




Qualche giorni fa sulla sua pagina di Twitter, il professor (in tv sembra piu un comico patetico che professore) Michele Boldrin ha scritto che si trova d'accordo con il ministro dell'Economia Saccomanni, sulla proposta di svendere alcuni gioiellini di stato.Il bello è che offende tutti coloro che lo definiscono neoliberista.I suoi tifosi fanno pena,in confronto i berlusconiani e gli anarchici sembrano degli intellettuali.Secondo voi se questo signore veneto fosse contrario all'elenco di cose che ho pubblicato sotto, potrebbe insegnare economia in una università di Chicago? Ma fatemi il piacere.
Altra cosa che nega Boldrin è il Signoraggio, si può dare del complottista fin che si vuole a chi ne parla,ma è un problema serio che sta nel libri di economia e chi l'ha voluto combattere, è stato ucciso.Caro Boldrin,è solo una coincidenza?

da LA STORIA SEGRETA DELL'IMPERO AMERICANO-John Perkins (Minimun Fax)

-Piu di metà della popolazione mondiale sopravvive con meno di due dollari al giorno:circa lo stesso reddito reale di trent'anni fa.

-Piu di due miliardi di persone non hanno accesso a servizi di base,come elettricità,acqua pulita,fognature,diritti di proprietà sulla terra,telefono,polizia e vigili del fuoco.

-Il tasso di fallimento dei progetti sponsorizzati dalla Banca Mondiale è del 55-60% (secondo uno studio del Joint Economic Commitee del Congresso statunitense).

-L'avanzo commerciale di un miliardo di dollari che i paesi in via di sviluppo vantavano negli anni Settanta si è trasformato in un deficit che ammontava a undici miliardi di dollari all'inizio del nuovo millennio e continua a crescere.

-La ricchezza nel terzo mondo è piu concentrata di quanto non fosse prima del massiccio sviluppo infrastrutturale degli anni Settanta e dell'ondata di privatizzazioni degli anni Novanta.In molti paesi,l'1% delle famiglie possiede piu del 90% della ricchezza.

-Le multinazionali hanno assunto il controllo di gran parte della produzione e del commercio nei paesi in via di sviluppo.Per esempio il 40% del caffè di tutto il mondo è commercializzato da appena quattro società,mentre trenta catene di supermercati controllano quasi un terzo della vendita mondiale di generi alimentari.Un manipolo di compagnie petrolifere e minerarie domina non soltanto i mercati,ma i governi dei paesi che possiedono le risorse.

-Almeno 34.000 bambini sotto i cinque anni muoiono ogni giorno di fame o di malattie prevenibili.

Nessun commento:

Posta un commento