Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 10 luglio 2013

IMMIGRAZIONE.Bergoglio le lezioni le dia in Vaticano dove...



E' due giorni con sto leggendo con interesse i commenti dopo la visita di Papa Bergoglio lunedi a Lampedusa.Essendo l'Italia la patria dell'ipocrisia è normale che tutti vengono qui a dare lezioni.Tutti i giornali di centrosinistra e cattolici si sono "eccitati" per le parole di un signore che in Argentina stava dalla parte del dittatore Jorge Videla. Per loro basta dire "porte aperte a tutti", "nessuno è clandestino" e via a leccargli i piedi.
Giuliano Ferrara in una intervista su La Repubblica dice di non trovarsi d'accordo quando Bergoglio parla della globalizzazione dell'indifferenza:

"Ho ricordato le cifre dell'Economist:negli ultimi vent'anni l'apertura dei mercati ha migliorato le condizioni di vita di 900 milioni di persone"

ANGLOTEDESCO: certo che prendere sul serio l'Economist su certi argomenti è come chiedere alle riviste ufficiali del Milan o dell'Inter di fare  commenti obiettivi sui match delle loro squadre.La globalizzazione ha creato 900 milioni di nuovi schiavi a servizio delle grandi multinazionali che lavorano a salari ridotti e in certi paesi ha rovinato milioni di agricoltori.I ricchi sempre piu ricchi  e la classe operaia rasa al suolo.

LAURA BOLDRINI al Il Fatto Quotidiano:

"Non si può giocare alla demonizzazione,ci vuole senso della realtà,non c'è un nemico di fronte.Ci sono solo quattro milioni e mezzo di immigrati e alcune decine di migliaia di rifugiati di cui occuparsi nel rispetto del diritto nazionale e internazionale.Ci vuole piu maturità"

ANGLOTEDESCO:Laura Boldrini è stata messa li per accontentare organi sovranazionali che dettano legge e che sul tema dell'immigrazione sono chiari, l'Italia deve accoglierli tutti.Il bello è che tutti parlano di integrazione e di progetti ma mai una volta che dicono con quali soldi, dove li trovano.La realtà è che l'Italia non può dar da mangiare a tutti e qualcuno deve farsi da parte...gli italiani. Devono ragionare con la propria testa e se è necessario usare i forconi per difendere ciò che è loro.
A Bergoglio consiglio di non dare lezioni ai lampedusani e guardarsi in Vaticano dove:

da LA PADANIA del 9 luglio 2013

Anche nell'ordinamento frllo Stato del Vaticano è previsto il carcere per l'immigrazione clandestina ,è una norma che li funziona molto bene.Noi,invece,che siamo piu buoni,abbiamo previsto solo una multa,una pena accessoria,perchè non ci interessa il carcere per le persone,ma solo rimpatriarle nei loro Paese".Lo ricordava a suo tempo,quando era ministro dell'Interno,Roberto Maroni,riferendosi alla legislazione,risalente al lontano 1929 e modificata solo nel 2000 in occasione del Giubileo (ma ovviamente solo per quanto riguarda la regolamentazione di masse ingenti di pellegrini in visita).
Ecco alcuni stralci della regolamentazione dell'accesso e del soggiorno nella Città del Vaticano.
"Coloro che non siedono cittadini vaticani peraccedere alla Città del Vaticano debbono munirsi di un permesso,secondo un modulo,da stabilirsi con provvedimento del Governatore,che, previo accertamento dell'identità personale,è rilasciato dai funzionari o agenti incaricati della custodia degli ingressi.Per giusti e gravi motivi,da apprezzarsi insidacabilmente dai funzionari ed agenti suindicati,il permesso può essere rifiutato.Il permesso ha effetto per rimanere nella Città del Vaticano soltanto per le ore stabilite con provvedimento del Governatore.Il permesso  deve essere conservato ed esibito a qualsiasi richiesta".
"Nessuno può dare alloggio nè temporaneo,nè permanente,con o senza corrispettivo,anche a persona autorizzata al soggiorno,senza l'autorizzazione del Governatore o dell'ufficio:
Coloro che si trovano nella Città del Vaticano senza le autorizzazioni previste negli articoli precedenti o dopo che esse siano scadute o revocate,possono essere espulsi anche con la forza pubblica..."
Chissà che cosa si direbbe se la legge italiana fosse altrettanto severa...

Nessun commento:

Posta un commento