Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 6 agosto 2013

Intervista a Marco Della Luna (2 parte)



No comment...sono in vacanza

da PECORE DA TOSARE-Andrea Bizzocchi (Edizioni il punto d'incontro)

QUAL E' LA DIFFERENZA TRA SIGNORAGGIO MONETARIO E SIGNORAGGIO CREDITIZIO?

Il signoraggio monetario è quello che realizzano i proprietari-gestori delle banche centrali di emissione emettendo a costo zero moneta legale e ricevendo in cambio titoli del debito pubblico.Il signoraggio creditizio invece è quello che le banche realizzano concedendo credito-operazione anche questa a costo pressochè zero.Infatti le banche non si preoccupano neppure di prestare il denaro dei depositanti.Come se ciò non bastasse,questo denaro al 92% non è neanche denaro vero e proprio,ha la forma di bonifici,assegni e così via.Si tratta in altre parole di creazioni contabili di altre banche,che gli istituti di credito si girano tra di loro.Le banche non prestano "soldi":quando erogano un mutuo non fanno altro che stampare un assegno circolare,o eseguire un accredito elettronico,o ancora aprire una lettera di credito.Nessuna di queste operazioni richiede che la banca abbia una copertura in oro o in beni patrimoniali reali.Quindi la banca crea liquidità dal nulla a costo zero e su di essa si fa pagare gli interessi.

STA DICENDO CHE NOI IN REALTA' NON SAREMMO TENUTI A PAGARE MUTUI E FINANZIAMENTI VARI,PERCHE' LA BANCA NON CI DA' DENARO MA SOLO IMPULSI ELETTRONICI?

In base all'articolo 1813 del Codice Civile,non c'è mutuo se non c'è consegna di danaro.Il danaro è il danaro reale,ossia la moneta legale,le banconote.Poichè i mutui vengono erogati senza dare danaro, ma semplicemente stampando un assegno circolare o eseguendo un bonifico o altre operazioni contabili,a norma di legge i cosidetti mutui sono irreali,quindi non c'è un capitale da rimborsare e,non essendo stato mutuato danaro,non si devono pagare gli interessi.Qua e là,qualche giudice inizia ad ammetterlo.

QUALI SONO LE GARANZIE DELLE BANCHE QUANDO EROGANO UN PRESTITO? CHE COS'E' LA RISERVA FRAZIONARIA?

Le banche non ci danno soldi, come ho spiegato, ma registrazioni contabili elettroniche,oppure pezzi di carta, nella forma di assegni circolari.In tutti i casi si tratta  di una promessa di pagamento di determinate somme di danaro,cioè in moneta legale,ossia banconote.La questione quindi è: considerando 1000 il totale delle promesse di pagamento di moneta legale emesse dal sistema bancario,compresi i libretti di risparmio e gli attivi dei conti correnti,quanta moneta legale hanno le banche nei loro depositi,per far fronte alle richieste di pagamento in cvontanti? Ebbene, mediamente hanno 2.Il 2 per mille.In altre parole,se tutti i clienti di una banca andassero contemporaneamente a incassare in contanti i propri libretti,assegni, attivi di conto corrente ecc, le banche sarebbero in grado di restituire solo l'1,5 per mille,perchè assegni circolari e conti correnti sono,nel loro insieme,quasi totalmente scoperti.
Ovviamente, in condizioni normali,una corsa alle banche per ritirare i depositi è altamente improbabile.Questo però è avvenuto piu volte nella storia,e ultimamente nel 2008,quando nel Regno Unito la banca Northern Rock venne nazionalizzata dopo essere stata travolta dalla crisi.La riserva frazionaria,cioè la possibilità che la banca aveva una garanzia effettiva,ossia riserve in oro o in altri beni reali,valute legali solide.Oggi tali riserve sono "superate".La banca di credito usa come riserva il proprio giro d'affari,il proprio rating,e in ultima istanza,specialmente quando si lancia in speculazioni ampie e azzardate,usa i soldi dei contribuenti ,che sono chiamati a ripianare le sue perdite.Oggi, sostanzialmente ,la riserva,la garanzia delle banche,sono i contribuenti.E lo si è visto nei molti salvataggi di banche operati dalla mano pubblica negli ultimi anni.Il che equivale a dire che i cittadini hanno salvato se stessi.Anche se in realtà ci siamo stretti ancora di piu il cappio attorno al collo...

NON SI CAPISCE PERCHE' L'ITALIA O QUALUNQUE ALTRO PAESE DOVREBBE CEDERE LA PROPRIA SOVRANITA' MONETARIA A DEGLI ORGANISMI PRIVATI...

In realtà si può capire benissimo:perchè le pecore cedono la propria lana a un pastore privato? Perchè il pastore si prende la lana senza bisogno della loro autorizzazione,avendo a che fare con animali inermi e inconsapevoli.

CI SONO STATI UOMINI POLITICI CHE HANNO TENTATO DI RIBELLARSI DAL GIOGO DEL SISTEMA BANCARIO?

Si,qualcuno ci ha provato.Abramo Lincoln e John Kennedy,in epoche diverse,provarono a comportarsi altrimenti.Ambedue,per frenare l'indebitamento pubblico degli Stati Uniti emisero dollari come Stato (Tesoro) anzichè ricorrere alla Federal Reserve,la banca centrale degli Stati Uniti d'America ,o a banche straniere.Ma in tal modo misero in pericolo il sistema del signoraggio,e guarda caso entrambi sono stati assassinati:il primo con una pistola,il secondo con un fucile.

CI SONO PARTITI POLITICI CHE CERCANO DI CAMBIARE QUESTA REALTA?

Ovviamente no.Se lo facessero,sarebbero automaticamente emarginati.Quando qualche politico italiano ci ha provato,,il suo partito lo ha prontamente neutralizzato.Il monopolio del credito e della moneta,cioè la sovranità monetaria,non è semplicemente un mezzo per estrarre ricchezza dalla società a costo zero,ma anche il principale strumento per governarla.

QUAL E' LA PERCENTUALE DEL BILANCIO STATALE CHE SERVE A PAGARE GLI INTERESSI PASSIVI SUL DEBITO PUBBLICO?

In Italia è circa il 22%,ma è in aumento.

IN CONCLUSIONE,LA SOLA RISPOSTA PUNTARE ALLA SOVRANITA' MONETARIA...

Secondo alcuni,a livello nazionali sì.C'è chi,come il mio amico Nino Galloni ,dice che bisognerebbe prendersi la sovranità monetaria togliendola ai banchieri privati,emettendo moneta statale senza debito e destinandola a impieghi produttivi,come ricerca,innovazione,infrastrutture,investimenti.In questo modo si potrebbero rilanciare economia,occupazione,qualità della vita.Ma questo è irrealizzabile,perchè i signori della moneta hanno praticamente tutto il potere nelle loro mani.E non  è nemmeno auspicabile,perchè genererebbe uno sviluppo industriale tale da produrre in breve una catastrofe ecologica e una guerra mondiale per accaparrarsi le risorse rimaste.

MA ARRIVARE ALLA SOVRANITA' MONETARIA NON SIGNIFICA AUTOMATICAMENTE DESTINARE IL DENARO AL RILANCIO INDUSTRIALE.E' CHIARO CHE NON SAREBBE LA SOLUZIONE DI TUTTI I MALI,MA COMUNQUE UN PASSO NECESSARIO PER USCIRE DA QUESTO TRAGICO VICOLO CIECO IN CUI SIAMO STATI CACCIATI...

E' un passo indispensabile,se si vuole uscire dal buco nero del debito e rilanciare l'economia,ma è anche un passo impossibile,per due ragioni.Primo:chi ha il monopolio del denaro,quindi il potere vero (comprese le forze armate),non è disposto a cederlo.Secondo: se i popoli ottenessero la sovranità monetaria e con essa rilanciassero le economie,distruggerebbero in poche anni la biosfera devastandola con l'inquinamento,con la sovrappopolazione,con le guerre per le materie prime.

Nessun commento:

Posta un commento