Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 16 agosto 2013

WIKILEAKS:Per la diplomazia Usa ,la Lega Nord è un problema(1 parte)



No comment...sono in vacanza

da DOSSIER WIKILEAKS-Stefania Maurizi (Bur)

E' un partito che gli americani scrutano attentamente,quello di Bossi.Non solo perchè nel panorama politico italiano,con un Pd "moribondo",c'è poco da scrutare,ma sopratutto perchè è cruciale per il governo Berlusconi.Fortissimo nel cuore produttivo del Paese.Si oppone alla missione militare in Afghanistan e domina il Nordest,area in cui si trovano le basi americane piu importanti d'Europa.
Nel cablo,la Lega viene sistematicamente definita populista,ma c'è una caratteristica che sembra preoccupare particolarmente la diplomazia Usa:la xenofobia.Decine di cablo raccontano come gli americani monitorino la situazione degli immigrati in Italia,da Lampedusa ai campi rom fino ai progetti di integrazione nelle realtà locali,ascoltando e confrontandosi sistematicamente con la Caritas,la Comunità di Sant'Egidio e le Ong che operano sul campo.L'ultima iniziativa a entrare nel mirino è il piano di integrazione del ministro dell'Interno,Roberto Maroni,che prevede un permesso di soggiorno a punti, che l'immigrato può accumulare attraverso una serie di azioni virtuose ,come frequentare corsi di lingua italiani,e perdere se "sgarra" ,per esempio subendo una condanna.Se alla fine non raggiunge la quota di punti richiesta,perde il permesso e viene espulso.
In un cablo riservato del febbraio 2010,l'attuale console americano di Milano,Carol Perez-lo stesso diplomatico che ha firmato il file sul film BARBAROSSA-descrive al dipartimento di Stato il progetto di Maroni,spiegando che è appoggiato anche dal ministro del Welfare,Maurizio Sacconi.Nel riportare i dubbi dell'opposizione del Pd,cita l'opinione di Livia Turco,ex ministro della Salute nel governo Prodi e presidente del forum del Pd sull'immigrazione e le politiche sociali,che spiega perchè il sistema dei punti è destinato a fallire in Italia.Ma sopratutto il consolato non sembra minimamente convinto della buona fede del ministro:alla luce dell'appartenenza politica di Maroni e delle sue dure posizioni sull'immigrazione,è difficile credere che queste azioni verso qualsiasi comunità di immigrati,in particolare quella islamica,abbiano un'ispirazione altruistica,scrive.
Il sistema dei punti è visto come un tentativo di tenersi buoni gli elettori della Lega piuttosto che cercare una vera integrazione:E' il lupo che si copre con la pelle dell'agnello,commenta la Perez,perchè alla fine,spiega,Maroni è quello che ha dato la colpa della strage degli immigrati del gennaio 2010 a Rosarno,in Calabria, ad anni di tolleranza verso l'immigrazione illegale,e ha definito l'indignazione scoppiata per l'iniziativa del "Natale Bianco",senza immigrati che lui stesso aveva approvato,un polverone per niente.
Per queste ragioni,la Perez è profondamente diffidente.Essendo il piu potente ministro della Lega Nord,conclude,Maroni non è disposto ad alienarsi il suo partito assumendo posizioni sull'immigrazione contrarie a quelle che la Lega dichiara pubblicamente.Le proposte sul permesso di soggiorno a punti sono,come minimo,sospette,taglia corto.
Questa della Perez è solo una delle bocciature alla politica del partito di Bossi in tema di immigrati.Un'altra era stata trasmessa a Washington in un cablo di appena un mese prima.A scrivere è sempre il consolato di Milano, che nel gennaio 2010 aveva passato allo scanner due modelli diversi:quello di Torino per l'integrazione degli immigrati di seconda generazione,che ora,grazie a una proposta di legge di Livia Turco,potrebbe essere esteso al resto del Paese,e quello della cittadina di Alzano Lombardo.E' vicina a Bergamo,quindi a poche ore dal capoluogo piemontese,spiegano i diplomatici del consolato di Milano,ma è molto piu a destra politicamente.Per rilanciare il centro storico decadente e zeppo di immigrati, il Comune di Alzano sta costruendo un parcheggio che sarà gratuito per chi acquista una casa in zona,ma ad alcune condizioni:i beneficiari devono essere cittadini italiani, sposati o sul punto di farlo,devono avere meno di 65 anni e devono essere residenti nella cittadina da almeno tre anni.Una discriminazione? Si, ma ad essere discriminati non sono solo gli immigrati,è la risposta del sindacato di Alzano Lombardo registrata nel file.Per gli americani,il politico leghista ha scelto un criterio di eslusione piuttosto che di inclusione.Per fortuna questa sembra una strada meno praticata,scrivono,ma nelle piccole città del Veneto e in alcune della Lombardia la retorica (e le azioni) riflettono sempre di piu le posizioni dell'ala piu estrema e anti-immigrazione del partito.

Nessun commento:

Posta un commento