Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 21 ottobre 2013

Il furbetto Stefano Fassina fa il kenesiano...



L'ho già scritto altre volte, a me Stefano Fassina fa semplicemente schifo.Ridicolizzato da Paolo Barnard alla festa del Pd a L'Aquila, ridicolizzato pure da  Alberto Bagnai all'Ultima Parola , per l'ennesima volta ha dato lezioni di ipocrisia.Ricordiamo per la centesima volta che questo signore romano è stato 5 anni al Fondo Monetario Internazionale , associazione criminale che in America Latina, Africa,Asia e anche in Europa, ha devastato interi paesi con misure di austerità infami mentre lui se ne stava e lui zitto...per fare carriera.
Aveva deciso di rompere con Letta ma poi ci ha ripensato perchè il Presidente del Consiglio è disposto ad ascoltarlo;spero che in pochi ci credono.Letta è stato messo dai padroni del mondo cioè i banchieri,figuriamoci se quei macellai gli interessa creare posti di lavoro, pensano solo a non fallire le banche.Scommettiamo che il prossimo ottobre o abbiamo perso altri 700-800 mila posti di lavoro oppure ne saranno creati ma con stipendi decisamente insufficienti per vivere?
Ha ragione Marco Della Luna in uno dei suoi solito post perfetti:

"Letta esulta.Dal potere europeo ha ottenuto 1,5 miliardi la settimana scorsa,spendibili in 2 anni dal prossimo gennaio;e ieri altri 7 miliardi in cofinanziamento,cioè 3,5 messi dall'Italia e 3,5 messi dall'Ue,però con soldi dei contributi italiani,grazie a una deroga del 3% di disavanzo pubblico.Sostanzialmente si tratta, quindi in tutto,cioè per il 2014,dell'autorizzazione a spendere soldi quasi tutti nostri per un importo di circa 7,75 miliardi, pari a meno dell'1% della spesa pubblica complessiva,a meno dello 0,5% del pil,a meno del 50% da meno del 20% di quanto l'Italia ha versato nel Mes,a meno del 3% dei capitali italiani fuggiti all'estero sotto l'azione del governo Monti,a circa lo 0,7% della svalutazione del patrimonio immobiliare nazionale durante governo Monti,a circa il 25% del calo del pil previsto per quest'anno.Ma Letta esulta e nei sondaggi cresce;l'impatto psicologico è soggettivo e non risponde ai numeri oggettivi.E opera sull'immediato,non tenendo conto delle scadenze di autunno.Ammortizzatori sociali,F35,ondata di licenziamenti,legge di bilancio"

Anche su Berlusconi Fassina è ridicolo.Giusto ricordare che ha firmato il pareggio di bilancio ,tanto per far svegliare i diversi berlusconiani che trovo su Facebook e Twitter, però il Pd ha fatto lo stesso e immaginate un pò se il Pdl si rifiutava, lo massacravano e tirando fuori la solita scusa che pensano ai problemi del loro capo e non quello che chiede la "criminale" Europa.

da L'UNITA' del 21 ottobre 2013-Intervista a Stefano Fassina di Maria Zegarelli

STEFANO FASSINA:

"Era nel programma del Pd affrontare il capitolo della cassa integrazione in deroga,per cui si è stanziato un miliardo e mezzo da quando il governo è in carica;l'intervento sugli esodati,avvenuto sia ad agosto che con il ddl stabilità e quello per ridurre il peso fiscale sui redditi piu bassi,per quanto contenuto,ma che non è certo stato una concessione al Pdl.Dopodichè questo non è il governo del Pd,è un governo di compromesso e alcune scelte noi le avremmo fatte".

"Vorrei ricordare agli smemorati del Pdl che questa manovra ha spazi così stretti perchè nel 2011 il governo Berlusconi si è impegnato,unico caso in Europa,ad arrivare al pareggio di bilancio.Faccio anche notare al Pdl che da loro in questi mesi non è venuta alcuna proposta significativa per reperire risorse".

"La chiavi per far ripartire l'economia italiana,come tutte le altre economie dell'euroona,sono a Bruxelles.Nessun governo nazionale è nella possibilità di dare lo choc atteso all'economia,ci sono scelte fondamentali che vanno fatte in Europa sulle quali il governo Letta è impegnato.Bisogna essere consapevoli che le politiche liberiste e conservatrici in atto in Europa sono incompatibili con la ripresa di cui anche noi abbiamo bisogno".

"Bisogna intervenire negli spazi che ci sono,al di sotto della soglia del 3% con gli investimenti che sono la leva piu efficace per sostenere la ripresa e generare occupazione.Vorrei anche sottolineare per tutti coloro che invocano i tagli alla spesa pubblica,che la spesa pubblica pro-capite al netto degli interessi,è già tra le piu basse dell'Eurozona e noi non abbiamo il Pil piu basso d'Europa.Fare ulteriori tagli in questa direzione avrebbe complessivamente un eccesso necessivo.Insisto su un punto: la partita fondamentale si gioca a Bruxelles ed è li che dobbiamo combattere per un radicale cambiamento di rotta alla politica economica.La presidenza di turno dell'Italia sarà un passaggio fondamentale"

Nessun commento:

Posta un commento