Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 18 novembre 2013

Marco Travaglio evita di parlare di economia e studiati questi dati...



Giovedi sera Michele Santoro  ha invitato l'economista Alberto Bagnai a Servizio Pubblico mentre giovedi prossimo ci sarà Matteo Salvini della Lega Nord che molto probabilmente ricorderà il convegno contro l'Euro che ci sarà sabato 23 novembre a Milano all'Hotel dei Cavalieri di Piazza Missori dove oltre a Claudio Borghi sarà presente anche Bagnai.Non ne sono certo al 100%,ma su pressione di Giulia Innocenzi che segue e twitta spesso e volentieri con Bagnai, sembra che Santoro voglia svegliarsi e cominci a parlare di certi argomenti.Chi non si sveglia mai è Marco Travaglio.
E' senza dubbio il miglior giornalista di cronaca giudiziaria ma di economia non capisce nulla e in piu è anche molto pericoloso perchè incita i suoi tanti fans a ignorare questi complottisti-mitomani,stessa cosa vale per il suo collega Gianni Barbacetto.
Come sempre il giornalista torinese da la colpa a corruzione, mafia, evasione fiscale se ci troviamo in questa  disastrosa situazione.
Si certo Travaglio,Le tasse effettivamente incassate su pil pongono gia' adesso l'italia ai vertici mondiali di questa classifica. Questo significa che quello che si incassa adesso e' il massimo che si puo' spremere . Se recuperi ancora evasione senza abbassare in parallelo le tasse semplicemente il pil si infossa. Stessa storia per corruzione mafia ecc. Anche se recuperassi tutto (ed e' facile come dire che si elimina il crimine, le guerre e la cattiveria dal mondo, che ci vuole) sarebbe una pura questione di piu' equa distribuzione fiscale interna, bellissima, ma i problemi derivanti da una moneta troppo forte e dalla crisi di domanda conseguente sarebbero ancora li' sul tavolo.Anche negli anni 70-80 eravamo guidati da Democristiani falsi e mafiosi con Giulio Andreotti nominato ben sette volte presidente del Consiglio e con Craxi e nonostante evasione, corruzione fossero piu o meno come adesso, l'Italia cresceva come tasso di crescita del lavoro del 6,5% contro il 4% della Germania e Francia e il 2,4 % del Regno Unito.Nonostante l'alto tasso di corruzione,evasione fiscale,mafia, l'Italia aveva la bilancia dei pagamenti in attivo di 53 miliardi mentre con l'euro è in rosso di 388 miliardi.
E poi Giuliano Amato che un sacco di volte Marco Travaglio lo ha considerato il salvatore della patria perchè con la sua manovra ci ha salvato dal fallimento.
Amato inaugura ufficialmente la politica del rigore,che in maniera piu o meno netta sarà presa a modello da tutti i governi successivi.E in effetti tutti i bilanci negli anni successivi, a eccezione del 2009,si chiudono con un avanzo primario che complessivamente determina,al 2012,un risparmio di 672 miliardi di euro.Una cifra sufficiente ad assorbire non solo i disavanzi precedenti,ma anche il debito di partenza preservando un avanzo di 409  iliardi.Nonostante tutto il nostro debito ha continuato a crescere fino a sfondare nell'ottobre 2012,la  somma di 2000 miliardi di euro.Per colpa caro Marco Travaglio ,non di Silvio Berlusconi o Bettino craxi, ma degli interessi, chw nel periodo 1980-2012 ci hanno procurato un esborso di 2230 miliardi di euro.Una cifra che equivale al 7% di tutta la ricchezza prodotta nel periodo in questione e al 15,5% dell'intero gettito fiscale del periodo.Nel 2012 gli interessi,ormai diventati la terza voce di spesa pubblica dopo previdenza e sanità,si sono mangiati l'11,5% del gettito fiscale e il 5,5% del Pil.
Studiati questi dati caro Marco!

Nessun commento:

Posta un commento