Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

lunedì 13 gennaio 2014

I peccati di papa Bergoglio (1 parte)



Il nostro Papa Bergoglio ha concesso il sacramento anche se i genitori (entrambi militari) della piccola Giulia non si sono sposati in Chiesa.Questo Papa è uno dei piu furbi della storia, sta cercando di nascondere il proprio passato con queste tattiche :"io sono un peccatore", "chi sono io per giudicare", tutte cavolate che hai tempi della dittatura di Videla manco si sognava di dire ,anzi, se ne stava in silenzio.
Questo libro l'ho scoperto alla Feltrinelli della stazione centrale di Milano e poi basta, nelle altre librerie solo libri dove lo difendono.
La settimana scorsa ho pubblicato pezzi di questo libro e il link l'ho fatto girare,come sempre, ai miei contatti su Facebook e Twitter.Bene, Twitter sabato 4 gennaio mi ha sospeso momentaneamente l'account ,mai successo nonostante ho messo in giro post anche peggiori.Forse a segnalarlo è stato la rivista di Comunione e fatturazione,  TEMPI ,visto che l'ho mandato anche a loro.
Questi due post li invierò solo ai contatti che piu mi fido, guardiamo se Twitter mi chiuderà l'account...

da I PECCATI DEL PAPA ARGENTINO (Kaos)

L'arcivescovo Bergoglio venne citato come testimone anche in un processo relativo al rapimento dei figli di desaperacidos,ma stavolta il futuro papa Francesco pensò bene di sottrarsi alla testimonianza diretta, limitandosi a uno scritto come gli permetteva il suo status ecclesiastico:
"Un nuovo caso di impunità torna a segnare la sinistra e complice relazione fra la Chiesa cattolica argentina e la dittatura civico-militare:il cardinale Bergoglio è stato chiamato a deporre nell'ambito del processo per il sistematico rapimento dei figli di desaparecidos.
Bergoglio è stato convocato in qualità di testimone,a partire dalla deposizione di Estela de la Cuadra-figlia di una delle fondatrici delle Nonne di Plaza de Mayo-che continua a cercare ancora sua nipote Ana.Nel processo presso il Tribunale Orale e Federale (Tof) numero 6,Estela ha dichiarato che il cardinale era a conoscenza del suo caso e che attraverso suoi canali ha potuto sapere che sua sorella Elena  aveva partorio una bambina:"Perchè non lo chiamate in giudizio?",ha chiesto ai giudici."Non è importante che dica cosa è successo a Ana de la Cuadra?"
Estela ha fornito dettagli per la ricerca di sua nipote,sottratta alle braccia della madre mentre era sequestrata al commissariato n.5 de La Plata."Cosa è stato di Ana? E di tutti gli altri bambini? E' su questo che dovrebbe parlare Bergoglio,e ha scelto di farlo per iscritto,spalle alla società,evitando di presentarsi a un'udienza pubblica.
Il cardinale fugge la giustizia.Si era già giustifato per non essersi presentato a testimoniare nel megaprocesso della Esma (la scuola della Marina militare nei cui locali sono stati torturati ,anche a morte,innumerevoli desaparecidos argentini,ndl),sebbene sia stato poi il Tof (il n.5) a recarsi all'episcopato,facendo un'eccezione alla regola,per raccogliere la dichiarazione del cardinale;in essa l'ecclesiastico ha sostenuto di aver saputo della sottrazione di minori solo dieci anni fa,cosa in contraddizione con la dichiarazione di Estela dela Cuadra.Ora, nella causa per il piano sistematico di rapimento,Bergoglio ritorna ai sotterfugi,stavolta riparandosi dietro l'art. 250 del Codice processuale penale- che riconosce agli alti dignitari della Chiesa la possibilità di testimoniare  per iscritto-essendo così l'unico testimone,in questa causa, che si serve di questo mezzo.Ha i suoi motivi per fuggire e non incontrare lo sguardo delle famiglie che cercano i figli di desaparecidos rapiti alla nascita e che oggi potrebbero avere la loro vera identità se gente come Bergoglio desse le informazioni che ha.
Come indagato e denunciato da questo quotidiano,e come denunciato all'epoca dall'ex presidente del Centro di Studi legali e sociali Emilio Mignone  (autore di La testimonianza negata-Chiesa e dittatura in Argentina ndt),ci sono prove piu che sufficienti perchè il cardinale debba dar conto di fronte alla giustizia del suo modo di agire durante la dittatura.
Al caso di De la Cuadra si aggiunge quello dei gesuiti,fra i quali Jalics e Yorio ,sequestrati, torturati e detenuti nella Esma e poi liberati su pressione internazionale.Le vittime e i loro familiari,così come gli archivi desecretati,hanno coinvolto il cardinale,mettendolo in relazione con il sequestro degli alunni gesuiti.Un altro fatto,collegato al primo-la scomparsa di sette catechisti militanti della JP,fra i quali c'erano anche due donne incinte che finirono alla Esma-getta un'ombra di sospetti ancora maggiore.
Bergoglio propone il perdono e la riconciliazione.Bergoglio propone l'oblio:non guardare al passato.Ha i suoi motivi:è nel suo labirinto.Vedremo se il potere giuridico,come ha fatto fin qui,continuerà a indicargli l'uscita o se infine il cardinale continuerà a esercitare il suo ministero,ma dietro le sbarre.

Nessun commento:

Posta un commento