Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

lunedì 6 gennaio 2014

Suore straniere attirate con un pasto caldo



da IL RESTO DEL CARLINO del 4 gennaio 2014-intervista a Padre Giovanni La Manna di Nina Fabrizio

Ma la gente vede quante suore straniere ci sono per le strade e non ci si chiede perchè? Una volta l'Africa e l'Asia erano terre di missione.Ora si va lì per reclutare giovani vocazioni attirate con la promessa di un pasto caldo,di un tenore di vita minimo che nei loro Paesi non può essere garantito.E' un fenomeno molto triste e per di piu diffuso".Padre Giovanni La Manna,gesuita,presidente del centro Astalli per i Rifugiati di Roma,vera ancora di salvataggio per migliaia di migranti della città,conosce bene la realtà della "tratta delle novizie",denunciata dal Papa."Quante di loro ,spiega, me le ritrovo poi proprio al nostro centro.Le congregazioni le portano in Italia per la formazione.Poi quando viene fuori che le loro vocazioni scricchiolano,le mettono in strada senza tanti complimenti privandole persino del permesso di soggiorno.Così entrano pure in una situazione di irregolarità.

PADRE LA MANNA,CI TRACCIA UN IDENTIKIT DELLE NOVIZIE OGGETTO DI QUESTA "TRATTA"?

Si tratta di giovani tra i 20 e i 30 anni.Il fenomeno riguarda aree un tempo di missione come l'Africa,l'Asia e le Filippine.Un boom si è avuto anche dopo l'89' nei Paesi dell'Est come Romania o Albania.Per molte di queste novizie entrare in una congregazione significa aver risolto la vita,un piatto caldo e garanzie minime che nei loroi Paesi non vengono assicurate.Sono fenomeni tristi,si entra nelle congregazioni all'estero ma poi si viene in Italia per la formazione e per sopperire al calo di religiosi locali e si scopre tutto un altro mondo con standart di vita ben diversi.A quel punto tante,troppe vocazioni si sciolgono come neve al sole.

PER IL PAPA LA STRADA DELLA "CAMPAGNA ACQUISTI" ALL'ESTERO E' SBAGLIATA?

In Europa abbiamo il problema della crisi di vocazioni,dovremmo chiederci perchè non siamo piu attraenti.La soluzione non è andare a reclutare religiosi altrove.Se una congregazione diminuisce di numero e ci si rende conto che va incontro alla morte scattano dei meccanismi di paura che inducono a divenire aggressivi.Ma la strada della soppravvivenza è quella delle testimonianze autentiche,non dell'aggressività.Ci si lamenta che i novizi sono tutti stranieri,ma se si vuole un cambiamento si deve dare un segnale forte.Ora c'è questa moda anche per gli ordini religiosi di diventare attraenti tramite internet e i social network per invogliare i giovani.Mi sembra che stiamo esagerando.

COME SE NE ESCE?
ione.
Bisogna fare un cammino di verifica della vocazione,noi gesuiti lo facciamo nei primi dieci anni.E' fondamentale che questo avvenga all'inizio e nel contesto dove è nata la vocaz
CHE FINE FANNO LE NOVIZIE OGGETTO DI "TRATTA"?

Voglio fare una denuncia:quando le congregazioni portano una suora ad esempio africana in Italia e poi si scopre che non ha una vocazione reale,spesso la mette fuori,in strada.Quante rimangono senza permesso di soggiorno o senza il visto e vengono proprio al Centro Astalli nel tentativo di uscire dall'irregolarità e rimanere qui a studiare.E' molto triste.

Nessun commento:

Posta un commento