Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 19 marzo 2014

La caduta della classe media americana



Gli Usa sono i piu ricchi del mondo, bisogna copiarli.Infatti lo stiamo facendo e anche bene,peccato che ci nascondono cosa sono veramenti gli Stati Usa d'America e come se la passano i ceti medio-bassi.
L'idea di Renzi è quella di tagliare 32 miliardi di spesa pubblica con la spending review portandoci dritti verso la Grecia.Nel 2013 abbiamo incassato meno di 520 miliardi tra entrate tributari e extratributarie,ma ne ha spesi a fini pubblici 435.Li ha spesi in interessi per far fronte al debito.
L'unica cosa che sento parlare è il lavoro precario, esattamente come succede negli Usa e che sotto viene spiegato bene.Distruzione totale della classe media.

da THE AMERICAN PROSPECT (Harold Mayerson)

-Nel 1974 c'è la svolta dell'economia negli Usa.La produttività è aumentata dell'80%,ma la retribuzione mediana è cresciuta solo dell'11%.
I posti di lavoro a medio reddito degli anni del boom postbellico si sono ridotti in modo sproporzionato e sono aumentati in modo altrettanto sproporzionato i lavoro sottopagati.Il lavoro è diventato meno sicuro.La previdenza è stata tagliata.La parola "esubero",che untempo faceva pensare a un allontanamento temporaneo dal posto di lavoro,oggi è sinonimo di licenziamento.

-Tra il 1979 e il 1983 andarono persi 2,4 milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero.
Nel corso degli anni 80' il numero degli operai metalmeccanici scese da 450.00 a 170.000 nonostante una contrazione dei salari del 17%.Nel settore automobilistico il crollo fu ancora piu vertiginoso:nel 1978 i dipendenti erano 760.000,tre anni dopo appena 490.000.
Nel 1979 con la Chrysler sull'orlo del fallimento,la Law rinunciò a oltre 650 milioni di dollari in salari e benefit per salvare l'azienda.

-Il 70% dei lavoratori della fabbrica della Nissan Smyrna,nel Tennesse,non è dipendente della Nissan ma è messo sotto contratto da agenzie di lavoro temporaneo che li paga circa la metà di quanto l'azienda giapponese paga i suoi dipendenti.Secondo uno studio universitario,nel 1989 solo il 2,3% dei lsavoratori dell'industria aveva un contratto temporaneo.Nel 2004 la percentuale è salita all'8,7%.

-Negli anni 90-2000 il settore tessile e dell'abbigliamento ha perso piu di 900.000 posti di lavoro.La manifattura hight-tech è stata risparmiata,con una perdita di circa 760.000 posti di lavoro nell'elettronica e nell'informatica affidando la produzione dell'iphone alla multinazionale cinese Foxconn la Apple ha realizzato un margine di profitto del 64% su ogni pezzo.

-Dal 2000 al 2010 il numero di statunitensi che lavorano nel settore manifatturiero è sceso da 17,1 milioni a 11,3 milioni.

-Dal 2000,nonostante l'economia sia cresciuta del 18% ,il reddito medio delle famiglie sostenute da adulti sotto i 65 anni è diminuito del 12,4%.

-Dal 2001 i posti di lavoro a basso reddito sono aumntati dell'8,7%, mentre quelli a medio reddito sono diminuiti del 3,7%.

-Dal 2003 i salari mediani non crescono di un centesimo.
C'è dell'altro che potete leggere qui:

Nessun commento:

Posta un commento