Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 26 marzo 2014

L'industria torna in Europa.Voi ci credete?


Queste percentuali delle industrie che sono tornate in Europa ,sono apparse sul Sole 24 Ore del 21 marzo 2014 che le ha prese dall'indagine fatta dalla Confederation of british industry.
Io penso che queste siano percentuali bulgare,non vedo industrie italiane che tornano in Italia.Secondo la Confederation of british industry  i motivi sarebbero: aumento del costo del lavoro in Asia,ripresa economica (ancora bassa) nella Ue,ricerca della qualità.
Certo, l'Europa sta facendo di tutto per abbassare gli stipendi dei salari dei ceti medio-bassi, Renzi si sta dando molto da fare perchè Bruxelles ti da degli ordini e tu devi accontentarli senza fare storie.
I professori, gli economisti, tirano fuori i numeri ma chi conosce la situazione sono sopratutto gli operai.O hai la spintarella (in Italia è la cosa che conta piu di tutte) per trovare un impiego pubblico o in una grande aziende (tipo la Barilla),oppure con l'arrivo di milioni di stranieri, sei costretto a fare lavoretti con stipendi da fame.Tutto è cominciato nel 1989 con la caduta del muro di Berlino.Comanda la dittatura neoliberista ,vengono firmati trattati criminali che permettono la libera circolazione delle persone e l'aumento del lavoro precario con la nascita delle agenzie interinali che prima del 1997 (legge Treu) non esistevano.Ci lamentiamo dei continui sbarchi a Lampedusa? In Africa la rivolte,le guerre e la povertà ci sono sempre state ma come mai prima del crollo del muro di Berlino in Italia c'erano pochi stranieri?Questa è la vittoria della dittatura neoliberista, poveri vs poveri.

CHI HA RILOCALIZZATO secondo la Confederation of british industry

GERMANIA    50%

FRANCIA     40%

UE          32%

REGNO UNITO 30%

ITALIA      29%

PAESI BASSI 18%

Nessun commento:

Posta un commento