Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 14 aprile 2014

OLAF HENKEL (ex Confindustria tedesca):"Voi italiani ci battevate ovunque"



Parlano i dati:la Germania prima di entrare nell'euro era l'economia piu debole dell'Europa che conta e per rimediare Gerahard Schroeder introdusse delle riforme tra cui quella del Welfare che ridusse si la disoccupazione ma spremendo come limoni i ceti medio-bassi.Nel 2005 i tedeschi avevano una disoccupazione del 13% (come noi adesso) ,ora è al 5,1% però molti non guadagnano abbastanza per vivere senza aiuto dello stato.
Il problema è che i politici italiani hanno come modello proprio la politica economica tedesca.Con l'invasione che appena cominciata,prepariamoci ad una vera e propria guerra fra poveri che peggiorerà decisamente le cose nei prossimi mesi ed anni.

da LIBERO del 12 aprile 2014-intervista a Olaf Henkel di Francesco De Dominicis

"Quella del complotto,della cospirazione,mi creda,è davvero un'idea ridicola.Certamente corrisponde alla realtà che negli anni 90' l'industria tedesca si sia trovata a fare i conti con seri problemi di crescita.Ed è anche vero che dal vostro osservatorio guardavamo con non preoccupazione la crescita della manifattura italiana,in quegli anni assai significativa.Le svalutazioni italiane ci resero la vita difficile.L'euro si, è stata una soluzione per la Germania che da quel momento ha cominciato a correre con l'export,in particolare nel settore dell'automobile,ma non abbiamo mai voluto penalizzare gli altri.Non era un obiettivo".

"L'unione bancaria è un crimine,perchè costringe i cittadini di un paese a tirare fuori i soldi per evitare il fallimento diuna banca straniera.Ma si rende conto che questa previsione è antidemocratica?"

"L'idea di stampare nuova moneta è importante,ma servono anche altri interventi in assenza dei quali con maggiore liquidità,che non basta per tenere in piedi l'euro,il risultato finale sarà anzitutto la crescita dei debiti a vette insostenibili".

Nessun commento:

Posta un commento