Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

giovedì 24 aprile 2014

OPERAI INGLESI:"Gli immigrati ci rubano il posto,votiamo Nigel Farage"



Mitico l'intervento di Nigel Farage al Parlamento Europeo qualche anno fa dove demolì Van Rompuy.Dopo però mi sono andato a vedere con calma le idee di Farage e spuntano fuori foto dove bacia la tazzina con la foto di Margareth Thatcher e in molti discorsi ricorda quello che diceva la "lady di ferro".Questo mi basta per considerlo un uomo che condivido diverse sue battaglie ma che non mi convince al 100%.
Per l'ennesima volta: vorrei demolire l'euro ma bisogna sconfiggere anche quell'elitè finanziaria che sta distruggendo il ceto medio-basso di tutto il mondo e anche quello inglese.A sentire qualcuno, moneta sovrana vuol dire disoccupazione vicino allo 0.Balle.
Lo scorso anno in Inghilterra furono creati 500.000 posti di lavoro, ma a stipendio basso  fatti dalla maggior parte da stranieri sopratutto dell'est, e nell'articolo pubblicato su questo blog la settimana scorsa,sono aumentati moltissimo i nuovi poveri anche se la disoccupazione è quasi al 9%.Anche in Italia si può arrivare a quella percentuale imitando Cameron e prendendo l'applauso dai poteri forti.
Leggo che molti italiani (ceti medio-bassi) sono (giustamente) scocciati dall'immigrazione ma se andate in altri paesi ne trovate il triplo ,siete costretti a vivere in certi quartieri e ne sa qualcosa quel ragazzo italiano di Monza ucciso da tre lituani.

da THE GUARDIAN-John Harris

Famosa come stazione balneare e per i suoi tranquilli pomeriggi sul pontile a guardare il mare,la cittadina di Great Yarmouth,del Norfolk,non sembra proprio il ritratto della felicità.Arrivo martedi mattina e c'è il sole,ma parlando con gli abitanti  mi accorgo che una specie di una nuvola nera avvolge la città:negozi "tutto a una sterlina" a ogni angolo,scarse prospettive per il turismo ,nessuna opportunità per i giovani.In più c'è l'immigrazione,davanti a un supermercato Marks e Spencer incontro Kathleen Gonsalves 58 anni.E subito ci ritroviamo a parlare del suo cognome.Suo marito è arrivato nel Regno Unito da Trinidad e Tobago quando aveva sette anni.Eppure lei e la figlia Jennifer hanno un'idea  molto poco lusinghiera degli ultimi arrivati e del loro ruolo nell'economia locale "ci portano via il lavoro",dice Jennifer.E cita il caso di un'azienda di pollame della zona".Ci lavora un mucchio di stranieri.Quella è schiavitù".
Jennifer fa la Chef.Mi racconta che in passato ha lavorato in cucina con un lavapiatti in un villaggio vacanze della zona:lei guadagnava 5,75 sterline all'ora,lui 5,25."E non parlava una parola di inglese".Facevano così fatica a capirsi,dice.Che piu di una volta ci sono stati incidenti seri.
Nè Kathleen nè Jennifer sembrano spinte dal pregiudizio.Sono solo due donne alle prese con un mondo incerto e imprevedibile,di cui non riescono piu a capire la logica,sopratutto politica.
"Sono laburista nell'anima,afferma Kathleen.L'anno scorso,però,alle elezioni locali entrambe hanno votato lo Ukip,oggi all'apice della popolarità."E lo voterò ancora",dice Jennifer con aria di sfida".

Nessun commento:

Posta un commento