Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 29 maggio 2014

Il solito italiota che resta a guardare...



Leggo tutti i giorni articoli interessanti che criticano chi ha votato il Pd,mi fa piacere che ci siano persone sveglie,purtroppo però le ultime elezioni europee hanno dimostrato che sono troppo poche e che il loro utile lavoro per il momento è servito poco o nulla.
Sto leggendo commenti da parte di molti  grillini che sono convinti che le elezioni siano state falsate dall'Europa per far vincere il Pd.Nonostante i complotti sono sempre dietro l'angolo, non sono d'accordo, l'italiano è questo,non è informato su certi temi e non si impegna per cercare di capirci qualcosa.
Prendi alcuni pezzi dell'articolo di Roberta Barone scritto su www.lintellettualedissidente.it dal titolo" MENTRE L'EUROPA CAMBIA,L'ITALIA RESTA A GUARDARE".

ROBERTA BARONE:È evidente come in Italia lo scarso dibattito sulla pericolosità della moneta unica europea a favore, invece, di una propaganda sempre più dolce nei confronti di quei trattati europei responsabili di aver minato la nostra sovranità, abbia piuttosto contribuito a calmare gli animi degli italiani o più che calmarli, a soffocare quell’energia potenziale che in altri paesi incomincia a diventare cinetica, manifestando i suoi effetti.

ANGLOTEDESCO:i giornalisti non ne parlano e vanno condannati per questo,ma alla maggior parte degli italiani
 certi temi non interessano e quando si trovano in difficoltà, danno la colpa ai politici italiani che rubano.Difficilmente se la prendono con Bruxelles o con i mercati finanziari ,coloro che decidono tutto.

ROBERTA BARONE:L’Italia dunque, da paese statico quale è, ha preferito continuare a scavare la sua fossa sostenendo uno di quei partiti che, dopo anni di antiberlusconismo di professione, ha sempre rappresentato una “sinistra” più asservita alla finanza che vicina ai suoi cittadini. Una sinistra pronta a cullarsi sulle colpe altrui più che sulle proprie mancanze o infondate proposte. Ma soprattuto un partito capeggiato da chi, diciamoci la verità, non vede l’ora di rivedere la Merkel per farsi correggere i “compiti a casa” e riprenderne nuovi, sta volta più difficili. Il problema è che ce lo chiede l’Europa, non la maestra.. Il problema è che, non facendoli, la bacchettata la prendono gli italiani e non Matteo Renzi.

ANGLOTEDESCO: se tutti i giorni su tutte le tv ,trasmissione televisive (La Gabbia compresa) e giornali, attacchi solo i partiti italiani, è normale che qualsiasi cosa che non è il parlamento italiano ,è migliore e va preso sul serio.Chissenefrega se è una dittatura che ti obbliga a sborsare centinaia di miliardi di euro per dei fondi salva stati che in realtà servono solo per salvare le banche.

ROBERTA BARONE:E mentre da più fronti l’urlo degli euroscettici produce un eco sempre più potente grazie ai sorprendenti risultati di Marine Le Pen in Francia e Nigel Farage in Gran Bretagna, in Italia si dimentica in che modo l’asse apparentemente più euroscettico quale la Lega Nord- Fratelli d’Italia, abbia in tempi meno sospetti apposto la propria firma a favore di quei trattati europei (come quello di Lisbona) che oggi vorrebbero “mettere completamente in discussione perchè incompatibili con la nostra Costituzione” (cit. Giorgia Meloni). Anche sul fronte anti Euro, dopo la campagna “Basta Euro tour” portata avanti in tutta Italia con l’appoggio di ottimi economisti come Claudio Borghi e Alberto Bagnai, Matteo Salvini avrebbe poi dichiarato di poter accettare “un euro a due velocità”. Insomma, con o contro l’Euro? Una posizione che in Italia risulta ancora troppo scomoda da presentare, figuriamoci da attuare.

ANGLOTEDESCO:sui trattati europei come quello di Lisbona firmati da Lega Nord o la Meloni, ho già scritto altre volte (girati anche agli interessati senza ricevere nessuna risposta) ed è stato uno dei motivi per la quale non sono andato a votare ,oltre al fatto che sapevo purtroppo che in Italia i partiti anti Europa hanno percentuali bassissime e che il mio voto non sarebbe servito a nulla.
Gli italiani,spagnoli,portoghesi e greci non sono come i francesi e gli inglesi e si meritano per molti anni una situazione del genere.

Nessun commento:

Posta un commento