Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 30 maggio 2014

Mario Adinolfi e ultrà del PD,ascoltate Paolo Barnard...



Invito tutti i giornalisti, conduttori di trasmissioni televisive,di andarsene in quel posto per l'informazione di merda che fanno.L'Italia ha firmato dei trattati che ci bloccano, non possiamo piu fare liberamente le nostre politiche economiche,dobbiamo trovare 50 miliardi di euro per il fondo salva-banche (altro che salva-stati!) e non per ricostruire le città o paesi  distrutte dal terremoto o alluvione.E' uno schifo che solo Paolo Barnard in otto minuti spieghi certe cose e gli altri in 2-3 ore,no.Vergognatevi.
C'è poco da aggiungere a quello che ha detto Barnard alla Gabbia, la maggior parte degli italiani non ha ancora capito chi sono i colpevoli.Provate a girare nei bar,nei circoli, centri commerciali, non riesci a trovare uno che dia la colpa all'alta finanza.Nel Parlamento a Roma abbiamo i peggiori criminali del mondo e qualsiasi cosa venga dall'estero è credibile ,ci salverà.Come l'Europa e la moneta unica.
La crisi dell'euro ha origini da scompensi di bilancia dei pagamenti all'interno dell'eurozona,a loro volta prodotti dagli andamenti decisamente diversi tra i vari paesi di produttività ,di costo del lavoro e dall'assenza di un meccanismo di equilibrio.
Prendiamo come esempio paesi che hanno la propria moneta e torniamo indietro all'Italia della Lira.
Stati Uniti e Giappone nel 2009 fecero massicci acquisti di bond sul mercato,per schiacciare il costo del denaro e contemporaneamente svalutare la moneta.Anche la Corea del Sud ha usato in maniera ultradecisa la leva degli investimenti pubblici.La sua banca centrale pubblica ha controllato abilmente la propria moneta per evitare che si sopravvalutasse e i sudcoreani hanno guadagnato enormi quote di mercato nell'eurozona,aumentando gli investimenti pubblici del 16%.
Nell'Europa che piace tanto al PD e ai suoi ultrà poco svegli, grazie ai parametri di Masstricht (un vincolo che non esiste in altri parti del mondo),la politica monetaria della BCE ha prodotto finora una sopravvalutazione del cambio, un aspetto della politica monetaria che fa la differenza tra l'eurozona e le zone in ripresa.




Adesso Renzi fa il kenesiano, ma non c'è da crederci.All'Italia (e altri paesi dell'eurozona) hanno ciucciato centiniaia di miliardi, adesso ne vuole 30 all'anno.Bravo!
Ma in questi giorni cosa si discute nel Belpaese delle banane? Dei tre milioni di voti persi da Grillo, cos'è che ha funzionato nel M5S,tutti diventano commissari della nazionale come Elisabetta Guelmini che Paolo Barnard ha zittito in 30 secondi.
E poi ovviamente, non può mancare il ventennio berlusconiano,colpevole della bassa crescita del nostro paese.

Guardate la crescita del PIL degli altri paesi dove Silvio Berlusconi non c'è:

+ 0,8 Gran Bretagna e Germania

+ 0,4 Spagna

-1,4 Olanda

-0,7 Portogallo

-0,25  Usa

0 Francia

Interessate anche l'articolo apparso oggi sul FOGLIO.Ne pubblico un pezzo:

"Ieri l'asta di BTP a 5 e 10 anni ha segnato rendimenti minimi della storia,rispettivamente 1,6 e 3,01.Così mercoledi hanno fatto il pieno i Bot a sei mesi,e prima i Ctz e i Btp indicizzati.Al tempo stesso la corte dei conti francesi ha rivelato un buco di 14,4 miliardi nel gettito fiscale contabilizzato per il 2013 con la politica delle ultratasse di Hollande.E di là del Reno l'asta di Bund tedeschi a 30 anni andava tecnicamente inevasa per i rendimenti troppo bassi (2,25%) ,con la Bundesbank intervenuta come sempre a copertura attenzione,qui è bene intendersi:non è vero che la buba "compra" i titoli di Berlino praticando in patria quell'azzardo morale che nega al resto d'Europa e alla Bce.Niente complotti.E' solo che il tesoro tedesco,non avendo l'urgenza di rifinanziare il debito,può parcheggiare presso la Banca Centrale (che agisce da agente,non da acquirente) i titoli che non soddisfano le attese.Tuttavia è certo inusuale che il governo italiano rafforzato e stabilizzato,coi tassi sul Btp ai minimi storici,lo spero resti li a vagare sopra i 160 punti.Mentre i Bund restano invenduti e la politica di bilancio francese perde pezzi,in Francia arriva appena oltre i 40".

Nessun commento:

Posta un commento