Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 1 giugno 2014

MATTEO RENZI:"Inelegante e volgare cercare voti parlando male della Germania"




Sto ancora pensando a quello che ho sentito venerdi sera durante la trasmissione VIRUS condotta da Nicola Porro.In collegamento dal Veneto, dei piccoli-medi imprenditori hanno ammesso di aver votato Berlusconi in passato e ora credono in Matteo Renzi.Gli lasciano 6 mesi- 1 anno di tempo per vedere quello che farà.Certo, quando non si capisce chi è il colpevole (i mercati), il meccanismo dell'alta finanza, si cambia partito ogni sei mesi sperando nel miracolo.Questi imprenditori che parlano male dei politici italiani, sanno che all'interno dell'intera eurozona si cresce pochissimo? Li non ci sono i parlamentari di Roma, non c'è Grillo,Berlusconi,Maroni.
Mi chiedo: cos'è servito mandare da quelle parti grandi economisti? L'italiano è questo, è un provinciale ,la colpa è sempre e solo del pesce piccolo.

Caro Renzi,inutile che te la prendi con chi dice cose giuste sulla Germania.Vuoi negare che... il valore dell'euro è nato da una media dei valori delle monete che c'erano prima.Per questo l'euro è piu debole di quello che sarebbe il marco tedesco,ed è piu forte di quanto varrebbe la lira italiana.Tutto questo ha favorito le esportazioni della Germania,che si è ritrovata subito piu competitiva.All'opposto le economie deboli sono state penalizzate dall'euro perchè si sono trovate a operare con una moneta troppo forte rispetto alle loro economie.La Bce che fissa i tassi d'interesse ai quali le banche dei vari paesi possono prendere in presito i capitali necessari.L'Italia nel corso degli anni aveva mantenuto la sua capacità di esportare anche grazie a svalutazioni competitive che oggi con i cambi bloccati,non sono piu possibili.
Vuoi negare che...Prima dell'Euro,la Germania aveva un disavanzo di 126 miliardi di Dollari e l'Italia un avanzo di 56,6.Con l'Euro,cioè col blocco dei cambi,la situazione si è rovesciata e la Germania ha accumulato un grande  credito sopratutto verso i partners dell'Euro,per i prestiti loro concessi e le loro importazioni.Analogo andamento hanno avuto la produttività e l'industrializzazione.
Inutile che parli con il linguaggio di quella massoneria e dell' alta finanza che conosci bene, l'Italia non conta un cavolo, comanda la Merkel, ti mette in un angolo e chiudi il becco.Sai benissimo che devi stare alle regole della Germania e le riforme sono esattamente queste cose che Paolo Barnard spiega in questo video dove invito i facchini della Granarolo ad ascoltarlo bene:




da LA STAMPA del 31 maggio 2014-Intervista a Matteo Renzi di Fabio Martini

"E' un atto di fede,basato su un ragionamento politico.Stavolta sono stati gli italiani ad aver capito noi, piu e meglio di quanto non sia stata capace la classe dirigente,i giornalisti,i politici".

"Ho un ottimo rapporto con la signora Merkel,ho sempre detto che se l'Italia ha problemi,la colpa non è dell'Europa.Volgare e inelegante il modo in cui alcuni hanno cercato di prendere voti,parlando male della Germania".

"Sono troppo amico di Prandelli e poi dicono che se l'Italia vince i mondiali c'è un punto in piu di Pil.In Francia non accade? Facciamo così, noi lo vinciamo e poi controlliamo,mi accontento anche di mezzo punto!".

"Con l'operazione Mare Nostrum stiamo salvando tante persone.Ma l'Europa deve richiamare l'Onu a intervenire in Libia e avere una capacità di gestione del fenomeno.Frontex può essere utilizzato piu e meglio".

"Penso che con un governo di quarantenni,tra dieci anni i rottamati saremo noi e questa è una bella cosa! La politica è un'esperienza straordinariamente affascinante ma non lo fai per sempre".

"Guai a pensare che Grillo e Berlusconi siamo finiti.Grillo finirà se noi faremo le riforme e se saremo credibili.Io non ho l'atteggiamento di superiorità morale e intellettuale,tipico della sinistra dei salotti radical chic".

"Non so se sia un bene o un male,ma credo che per qualche anno non ne vedrete altri!L'Italia ha scelto la stabilità e per noi stabilità significa fare riforme molto dure e molto forti.Possiamo permetterci di dire che vogliamo cambiare l'Europa perchè partiamo da noi".

Nessun commento:

Posta un commento