Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 27 luglio 2014

Brevi l'INTERNAZIONALE.Come il capitale domina la politica



Fino a domenica 7 settembre non pubblicherò piu i pezzi degli articoli piu interessanti dell'Internazionale o di giornali e riviste finanziarie,ad agosto su questo blog troveranno spazio altre cose.
Interessante l'articolo scritto da Slavoj Zizek, un "Diego Fusaro slovacco".Buona lettura.

LA CRISI IN MEDIO ORIENTE NASCA DAL COLONIALISMO

Tra pochi giorni si celebrano 100 anni dall'inizio della prima guerra mondiale,e per comprendere meglio la situazione di quell'epoca possiamo osservare gli eventi in questi giorni in Palestina.Il comportamento di Israele offre una finestra perfetta sulla mentalità delle potenze occidentali coloniali di un secolo fà,quando meglio armate e convinte della propria superiorità nazionale uccidevano,occupavano, incarceravano, confinavano,massacravano, esiliavano,gassavano e in generale vessavano a piacimento gli arabi,trattandoli piu come bestie che come esseri umani.Oggi Israele si comporta con i palestinesi come le potenze coloniali francese,britannica, e italiana si comportavano con gli iracheni, i siriani, gli egiziani,gli algerini e i libici un secolo fa.La sua colonizzazione di territori arabi e la sproporzionata furia militare contro i civili palestinesi sono una lezione di storia dal vivo su come le potenze coloniali trattavano i nativi,considerati servi o sovversivi  senza diritti,di cui occuparsi sopratutto attraverso continue dimostrazioni di forza senza ricorrere alla mentalità coloniale,vedo solo due modi di spiegare perchè a intervalli di pochi anni Israele scateni la sua macchina militare su una popolazione civile sostanzialmente indifesa contro i bombardamenti aerei.O gli israeliani sono un popolo talmente stupido da non capire che i suoi ripetuti attacchi non bastano a ottenere la sottomissione,la passività e il servilismo dei palestinesi, oppure sono dei killer patologici che adorano la vista di case palestinesi bombardate,madri in lacrime e corpi straziati di decine di bambini.So che gli israeliani non sono nè l'una nè l'altra cosa.Sono un poolo come tutti gli altri.Allora perchè continuano a fare quello che stanno facendo,ossia scaricare nel giro di 36 ore 400 tonnellate di bombe e sulle famiglie infermi di Gaza?
Perchè tornano a farlo a intervalli di pochi anni,nel continuo tentativo di fermare la resistenza armata dei palestinesi all'occupazione e all'assedio israeliani questa politica della guerra a ripetizione,rendendola una peculiarità nazionale invece che la folle aberdazione di un pugno di estremisti al potere?
Tutto questo succede perchè è intrappolato in quello che è forse il piu lungo conflitto coloniale della storia,quello tra il nazionalismo/sionismo ebraico e il nazionalismo arabo-palestinese.

RAMI KHOURI


COME IL CAPITALE DOMINA LA POLITICA

Il 19 giugno Wikileaks ha reso pubblica la bozza segreta dell'allegato sui servizi finanziari del Tisa (Trade in Services Agreement,l'accordo sugli scambi di servizi).Questo testo,risultato dei colloqui che si sono svolti a Ginevra dal 28 aprile al 2 maggio,coinvolge 50 paesi e gran parte degli scambi mondiali nei servizi.Stabilisce regole che favorirebbero l'espansione delle multinazionali,finanziarie in altre nazioni,eliminando le barriere restrittive.Vieta una maggiore regolamentazione dei servizi finanziari,anche se la crisi scoppiata nel 2008 è stata una conseguenza della mancanza di regole.
La bozza di documento prevedeva che il Tisa restasse segreto durante i colloqui e per 5 anni dopo la sua entrata in vigore.I mezzi d'informazione occidentali hanno parlato solo di sfuggita di questi negoziati.Una disattenzione in contrasto con l'importanza dell'accordo:se entrerà in vigore,avrà conseguenze globali,è sarà l'ossatura legale per la ristrutturazione del mercato mondiale.Il Tisa vincolerà i governi e imporrà forti limitazioni al settore pubblico,dallo sviluppo di nuovi servizi alla protezione di quelli già esistenti.I principali colpevoli della crisi del 2008 ora si ripresentano come esperti  in grado di guidarci sul doloroso cammino della ripresa i loro consigli,quindi, dovrebbero avere la meglio sulla politica parlamentare già nel 1998 la linea ci venne dettata da Hans Tietmeyer,allepoca governatore della Bundesbank, che elogiò i governi nazionali perchè preferivano "il plebiscito" permanente dei mercati globali" al "plebiscito dell'urna elettorale.Si noti la retorica democratica di questa affermazione oscena: i mercati globali sarebbero piu democratici delle lezioni perchè il loro processo di votazione è continuo e globale,non si svolge solo ogni quattro anni e all'interno di una nazione.E' questo il vero stato della nostra democrazia e il Tisa ne è l'esemplificazione perfetta.Le decisioni fondamentali sulla nostra economia son negoziate e imposte in segreto,senza un dibattito,e fissano le coordinate per il dominio incontrastato del capitale.In questo modo,lo spazio per le decisioni dei politici eletti democraticamente viene limitato.La pubblicazione  della bozza del Tisa segna quindi una nuova fase nella strategia di Wikileaks:finora l'organizzazione puntava a svelare fino a che punto le nostre vite siano controllate dai servizi di Intelligence (il solito argomento liberale dell'individuo minacciato dagli apparati oppressivi statali).Ora appare vinalità forza di controllo,il capitale,che minaccia la nostra libertà in modo molto più contorto:corrompendo il nostro stesso senso di libertà.

SLAVOJ ZIZEK

Nessun commento:

Posta un commento