Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 15 agosto 2014

L'intreccio tra la politica e l'evasione fiscale in Italia (1 parte)



No comment...sono in vacanza

da LADRI-Stefano Livadiotti (Bompiani)

"E' quello che Berlusconi ha stipulato con il popolo delle partite Iva.E che gli ha consentito di dominare per vent'anni la scena politica italiana,incassando il suo consenso elettorale.I dati dimostrano come ogni volta che il centrodestra è andato al governo l'evasione fiscale è salita alle stelle.E come è invece diminuita con tutti gli esecutivi di centrosinistra".
L'intreccio tra la politica e l'evasione fiscale in Italia dall'inizio degli anni Ottanta a oggi è tutto raccontato in un lungo ed efficace grafico.Lo ha costruito Mauro Gallegati,docente di Macroeconomia all'Università delle Marche,allievo di Paolo Sylos Sabini,studi a Stanford e al Massachussets Institute of Technology ,amico e collaboratore del premio Nobel Joseph Stiglitz,con il quale ha scritto un paper sulla disuguaglianza.Gallegati lo aveva disegnato a corredo di un articolo scritto a quattro mani con un collega dell'Università delle Marche,Fabio Fiorillo,per "lvoce.info" ed era stato pubblicato il 10 giugno 2008, con il relativo commento,sotto il titolo CONTRIBUENTI ED EVASORI:CHI DOVE E QUANDO.I due docenti esaminavano la differenza tra la pressione fiscale apparente e quella effettiva (che grava su chi fa  il proprio dovere verso l'erario),che è poi un misuratoregrezzo dell'evasione fiscale,perchè piu cresce il sommerso e piu si allarga la forbice.E scrivevano:
"L'andamento nel tempo della differenza tra la pensione fiscale apparente e la pressione fiscale effettiva risente,in parte,del ciclo politico.A partire dalla fine della Prima Repubblica, si osserva come durante i governi Amato e Ciampi e i governi di centrosinistra la differenza si riduca,e con essa la quota dell'evasione fiscale.Con i governi di centrodestra la differenza aumenta,così cresce l'evasione fiscale e quindi il peso delle imposte per chi effettivamente le paga.La stessa circostanza si verifica durante gli anni del governo Amato II,di centrosinistra.Nonostante la riduzione della pressione fiscale apparente, quella effettiva si riduce di poco, poichè una platea piu piccola di cittadini dive sopportare l'effettivo onere contributivo".

Nessun commento:

Posta un commento