Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 1 agosto 2014

MARCO TRAVAGLIO: "Viva il Re!



No comment...sono in vacanza

da VIVA IL RE!-Marco Travaglio (Chiarelettere)

Boom? Quale boom?

Alle elezioni amministrative,incuranti del monito presidenziale,gli italiani premiano il Movimento 5 Stelle,che balza dall'1-2 all'8% su scala nazionale.E alle comunali di Parma sorpassa il Pdl che ha ridotto la città alla bancarotta,mandando al ballottaggio contro il Pd il suo candidato Federico Pizzarotti.Napolitano non la prende bene.Ai giornalisti che gli chiedono un commento al boom di Grillo, l'8 maggio replica furente:"Di boom ricordo quello degli anni Sessanta,altri non ne vedo".Anzi, non li vuole proprio vedere:"Le amministrative sono un test piuttosto circoscritto".Ma si,dai, non è successo niente.
Il fatto è ormai, all'incontinente presidente,scappa di monitorare un giorno si e l'altro pure.Negli ultimi due mesi (aprile e maggio) è riuscito a farlo sulla politica,sui partiti (non sono il regno del male,non vanno demonizzati", "sono indispensabili"),sui soliti magistrati,su Benigno Zaccagnini,sul semipresidenzialismo,sulle Fosse ardeatine,sulla Protezione civile,sulle risorse per il territorio,contro il web caro ai 5 Stelle (nemmeno la rete può condurre direttamente al luogo delle decisioni politiche),sul paesaggio come ricchezza nazionale,e persino sull'America's Cup di vela a Napoli.Irrefrenabile.

UN SOBRIO 2 GIUGNO

Il boom dei 5 Stelle Napolitano l'ha sentito eccome.Infatti nel tentativo di arginare il vento della protesta anti-Casta,prende subito le contromisure.Il 2 giugno,per quella che tutti pensano sia l'ultima sua festa della Repubblica sa capo dello Stato,corre ai ripari:per amore di popolarità o per timore di impopolarità,conferma il tradizionale ricevimento della vigilia nei giardini del Quirinale  con duemila invitati e poi la classica parata militare ai Fori imperiali,ma ne annuncia una versione "autera" e "sobria".Sarà, ma gli ospiti del banchetto sono piu di 2000,con 200 camerieri e 5000 bottiglie di vino.Spesa stimata di 300.000 euro.
Alla fine,una nota ufficiale del Colle recita testualmente:"La composizione del buffet definitivamente offerto ai partecipanti al ricevimento è stata la seguente:crostini,canapès, panini,focaccine, formaggi (mozzarelle e ricotta del coordinamento Libera,provola,parmigiano),cous-cous di verdure di Libera,frutta,bevande (vini di Libera,prosecco,succhi di frutta,acqua minerale).Di Pietro,che ha disertato per protesta,denuncia "la sagra degli sprechi".Napolitano non si tiene e replica:"Non sa che cosa dice".


Nessun commento:

Posta un commento