Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

lunedì 11 agosto 2014

Quanto ci costerà il MoSE? (1 parte)



No comment...sono in vacanza.

da CORRUZIONE A NORMA DI LEGGE-Giorgio Barbieri e Francesco Giavazzi
"
Il MoSE deve essere completato quanto prima perchè se ci chiediamo quale sarà il beneficio ottenuto da Venezia, dall'Italia e dal mondo con questa opera vediamo che è molto superiore a quello che ci costa".Questo disse,nel maggio 2012,Corrado Passera,da pochi mesi ministro dello Sviluppo economico del governo Monti.Aveva ragione?
E' un confronto quello tra costi e benefici particolarmente complesso perchè,se sembra ormai certo quanto lo Stato sborsera per mettere in funzione il MoSE,non è altrettanto sicuro quali saranno le spese della gestione e della manutenzione dell'opera.Ancora piu difficile è stabilire il valore dei danni economici che il MoSE dovrebbe evitare.Gli unici dati a disposizione sono quelli presentati dallo stesso CVN al ministero delle Infrastrutture nello Studio di impatto ambientale a metà anni 90' e sostanzialmente approvati dalla Commissione di esperti voluti da Prodi,ma bollati come "sopravvalutati" dalla Commissione di Via.
Per quantificare i danni causati dall'acqua alta,il Consorzio aveva ipotizzato costi di breve periodo (valore economico del tempo perso a causa delle interruzioni della mobilità e delle interruzioni di attività e servizi,e il deterioramento dei beni accumulati in magazzini e negozi) e costi di lungo periodo (danni alle sponde lagunari,agli edifici e ai cunicoli di scarico nel centro storico).Per ogni singola voce veniva quindi indicato il risparmio annuo che si sarebbe ottenuto grazie all'entrata in funzione delle barriere del MoSE:12,6 miliardi di lire (9 milioni di euro circa del 2014) per ritardi e perdite di tempo dovuti agli allagamenti della città,5,7 miliardi (4 milioni di euro) per le attività produttive, 10,2 miliardi (7 milioni di euro) per merci e magazzini,22 miliardi (15,8 milioni di euro) per i danni alle conterminazioni delle sponde lagunari,mentre per quanto riguarda gli edifici il Consorzio stimava un danno pari a 35 miliardi all'anno (quasi 25,2 milioni di euro).Sommando tutte le voci ed estendendo i costi cento anni di vita stimata dell'opera si raggiungono 6,1 miliardi (in euro del 2014 e,come fatto nella tabella alla fine di questo capitolo,non scontando i flussi futuri).E' l'ultima voce ( i danni agli edifici)  quella maggiormente contestata nel Via,secondo cui,a essere pessimisti,il danno non supererebbe i 12 miliardi di lire all'anno (8,5 milioni di euro attuali).

Nessun commento:

Posta un commento