Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

giovedì 4 settembre 2014

LEGALIZZAZIONE DELLA MARIJUANA:Boldrin è a favore,Boschini no



Sulla marijuana sono d'accordo con Boschini anche perchè di certe cose ne capisce molto di piu uno che è responsabile terapeutico della Comunità di San Patrignano piuttosto di un ultra liberista che pur di accontentare le multinazionale,distruggerebbe milioni di persone.Il paragone con l'alcool è ridicolo e chi lo dice è uno che non beve birra e vino ,solo un whisky quando vasdo a cenare fuori, e non mi fa nessun effetto.Sono d'accordo con Boldrin per la prostituzione, io riaprirei le case chiuse, scopare è molto meglio che fumare robaccia.

da LA STAMPA del 1 settembre 2014-intervista a Michele Boldrin e Antonio Boschini di Luca Fornovo Alberto Mattioli

MICHELE BOLDRIN

SCOMMETTO CHE,DA ECONOMISTA LIBERALE E UN PO' CINICO QUAL'E',SAREBBE FAVOREVOLE A LEGALIZZARE E TASSARE LA MARIJUANA.VERO?

Ha ragione,sono pienamente d'accordo con la proposta di Della Vedova.Anzi,le dico di piu:legalizzerei anche la prostituzione".
Michele Boldrin,classe 1956,economista e docente di lungo corso (ha insegnato all'Università di Chicago a Minnesota),ora leader del partito Fare per Fermare il Declino,difende a spada tratta la tassazione delle droghe leggere."E' una vecchia idea della scuola liberale, la voterei anche domani una legge su questo tema".

MI SCUSI,MA NON PENSA SIA PERICOLOSO PER I CITTADINI FAVORIRE LA PRODUZIONE E LA VENDITA DI DROGHE LEGGERE?

Guardi, non credo proprio.La pericolosità delle droghe leggere è stata mitizzata a lungo e spesso da politici bacchettoni a caccia di voti.In realtà a mio avviso, marijuana e cannabis non sono piu nocive di alcool e tabacco.Certo come è stato fatto con questi prodotti,anche le droghe leggere vanno regolamentate bene e vietate ai minori.

MA LO STATO CI GUADAGNEREBBE?

Riscuoterebbe entrate fiscali cospicue,basti pensare che solo il valore dei derivati della cannabis supera in Italia i 7 miliardi di euro all'anno.Tutti soldi che in gran parte finiscono in mano alla criminalità organizzata.

E NELLA LOTTA AL CRIMINE CI SAREBBERO VANTAGGI?

Si,perchè i piccoli spacciatori e chi fa uso di piccole quantità di droghe leggere non sarebbero piu perseguiti.Lo Stato risparmierebbe molto sulle spese di polizia,sui servizi giudiziari e sopratutto potrebbe svuotare di piu le carceri".

MA NON PENSA CHE POTREBBE AUMENTARE INVECE LA MICRO-CRIMINALITA' E CHE LA STRADE SAREBBERO MENO SICURE?

No, sono convinto che la repressione proibizionista non paga.Diverse statistiche dimostrano che i piccoli delinquenti che finiscono in carcere,diventano ,dopo il periodo di reclusione,criminali decisamente piu pericolosi".

IMMAGINO QUINDI SAREBBE D'ACCORDO ANCHE CON L'ABOLIZIONE DELLA LEGGE MERLIN PER LEGALIZZARE E TASSARE LA PROSTITUZIONE...

Si perchè è un'attività che dura da migliaia di anni,credo che sia un mestiere che non cesserà di esistere,quindi tanto vale legalizzarlo ,introdurre regole precise per rendere l'attività sicura e toglierla dalle mani dei criminali.Meglio legalizzare la prostituzione che andare avanti con un lassismo ipocrita.

ANTONIO BOSCHINI

IMMAGINO CHE LEI NON SIA D'ACCORDO CON BENEDETTO DELLA VEDOVA.

Immagina bene.Parola di Antonio Boschini,responsabile terapeutico della Comunità di San Patrignano:"Del resto,non mi stupisco:Della Vedova queste cose le ha sempre dette.

SI,PERO' ADESSO E' SOTTOSEGRETARIO,UN MEMBRO DEL GOVERNO.

E' sconcertante.Faccio fatica a immaginare uno Stato che riempie le sue casse liberalizzando la marijuana.

PERCHE'?

Perchè immaginare di contrastare le mafie liberalizzando la droga è assurdo.Finchè rimane qualcosa di vietato,il mercato nero ci sarà sempre.Quindi o si depenalizzano tutte le droghe,con la cocaina e l'eroina libera e senza limiti,oppure liberalizzare la sola cannabis non ha senso.E poi il mercato della droga non sarà mai libero, perchè si basa sulla dipendenza.Infine,bisogna considerare altri due aspetti.

QUALI?

Primo: la prevenzione.Come faccio ad andare nelle scuole a dire ai ragazzi che farsi le canne è pericoloso,se lo è Stato che le autorizza?

E SECONDO?

I costi sanitari per curare le persone.Adesso lo Stato di fatto non vieta piu il gioco d'azzardo,con le slot e così via.E incassa.Ma quanto costerà curare le vittime della dipendenza?

ALCOL E TABACCO,PERO' SONO LIBERI.E TASSATI.

Però l'alcol non è solo uno sballo.Uno che beve un bicchiere di vino o fuma una sigaretta può mettersi al volante.Uno che si è fatto una canna,no.

MA LA CANNABIS NON E' L'EROINA.

Certo.Ma è la condizione necessaria,benchè non sufficiente,per diventare un drogato.In altri termini:esistono molti consumatori di cannabis che non passano all'eroina,ma non esiste un solo consumatore di eroina che non sia passato dalla cannabis.E poi,di quale marijuana si sta parlando?

LE CANNE ,QUELLE CHE SI FUMANO QUATTRO MILIONI DI ITALIANI.

Della Vedova è fermo agli spinelli degli anni 70'.Non sa che oggi la marijuana in vendita è geneticamente modificata.Dai suoi circa cinquanta principi attivi,è stato potenziato il The,quello che produce effetti psicoattivi,e ridotto il cannabidiolo,che ha effetti neuroprotettivi.Insomma,è molto piu pesante dello spinello tradizionale.E questo rende l'idea di liberalizzarla ancora piu assurda.

Nessun commento:

Posta un commento