Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

giovedì 6 novembre 2014

ABUSIVI.Corpi sostituiti



L'italietta che per certe cose è veramente imbattibile...

da ABUSIVI -Roberto Ippolito (Chiarelettere)

I soliti passi.Il raccoglimento di sempre.La signora di 47 anni è nel cimitero di Angri, a pochi Km da Pompei,nel Salernitano.Come avviene per anni e anni,un'infinità di volte dal 1988,è qui per prendersi cura della tomba di famiglia.Nelle fotografie sulla lapide del loculo 180 ci sono i volti di chi l'ha preceduta:la bisnonna,la nonna,la sorella della nonna.
Anzi no: in questa occasione non ha la possibilità di guardarli.La foto della bisnonna non c'è piu.E anche il nome è sparito.Ci sono invece le foto di altri defunti.sconosciuti.Estranei.La signora è incredula.Mai e poi mai avrebbe potuto immaginare che,compiuti i soliti passi,si sarebbe imbattuta in una situazione così imprevedibile e assurda.Cerca di capire cosa è successo e in qualità di titolare della concessione del loculo 180 si rivolge ai responsabili del cimitero di Angri.
Ma non può che prendere atto della rimozione dei resti dei propri cari e dell'occupazione del posto da parte di altri due morti.La scioccante sostituzione sarebbe avvenuta in seguito alla richiesta per ottenere il via libera  alle sepolture presentata da una donna che si era spacciata per lei.
Ma chissà dove sono lo spoglie dei familiari:inutili tutti i tentativi per scoprirlo.La signora  recupera poi soltanto la foto della bisnonna,abbandonata da qualcuno sul loculo 430.E nota che questo avvviene solo pochi giorni dopo essere stata avvicinata da un uomo e invitata in modo brusco a lasciar perdere e a non occuparsi piu della questione.
Lei decide invece di andare da un avvocato.Così,nei primi giorni di dicembre 2013,denuncia l'occupazione abusiva del loculo alla Procura di Nocera Inferiore.Nell'esposto,non trascura di aprlare delle minacce ricevute e, non essendo stati ritrovati i resti dei parenti,chiede di procedere penalmente per soppressione e vilipendio di cadavere.

Nessun commento:

Posta un commento