Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

lunedì 10 novembre 2014

ERNESTO PREATONI:"I pentiti della moneta unica sono ancora troppo pochi"



Ernesto Preatoni spesso presenta a La Gabbia di Gianluigi Paragone.Caro Preatoni, cerchiamo di darci una calmata e volare basso,lei non scopre niente e non è uno dei pochi contro l'euro.La moneta unica europea è sbagliata,sopratutto in questo modo, i problemi del nostro paese comincia ben prima.Divorzio Banca D'Italia-Tesoro luglio 1981,da allora abbiamo dato alla speculazione finanziaria piu o meno 1.700 miliardi di euro ,crollo del MURO DI BERLINO che ha permesso alla dittatura neoliberista di fare ciò che vuole riducendo la classe operaia alla povertà e poi l'abolizione della GLASS-STEAGALL.
La situazione è ben  piu complicata di quello che racconta Preatoni.

da LIBERO dell'8 novembre 2014

L'Europa unita è un grande progetto.Ha portato pace e prosperità in un'area abitata da popoli che per secoli si sono fatti la guerra.Con la nascita del mercato comune e poi della Ue,l'Europa ha conosciuto tassi di sviluppo senza precedenti.Il percorso virtuoso si è interrotto con l'arrivo della moneta unica.Basta guardare quello che è successo all'Italia che da quando ha adottato l'euro ha smesso di crescere.Nel frattempo il debito pubblico è arrivato al tetto del 134% e anche la disoccupazione,sopratutto fra i giovani ,non è mai stata tanto alta.er colpa dell'euro stiamo bruciando l'intera generazione dei nostri figli.Perchè i ragazzi che non lavorano oggi o svolgono solo occupazioni saltuarie saranno dei pensionati poveri se non addirittura indigenti.Lo dicono ancora in pochi perchè a nessuno piace passare per cassandra.
Ma di queste cose mi accorgo solo io? Certo che no.Però io sono uno dei pochi che ha il coraggio di passare proprio perchè non ho interessi da difendere o posizioni di potere da proteggere.Credo che nessuno,sinceramente,sia ancora convinto che la nascita dell'euro sia stata la scelta giusta.Le differenze tra i vari Paesi anzichè attenuarsi si sono allargate e la crisi economica ha reso ingestibili gli squilibri.Solo che sulla moneta unica è stato fatto un gigantesco investimento politico.Adesso non c'è nessuno capo di Stato o di governo che abbia la forza di mettere la propria firma sull'atto di morte sull'euro.Ci vuole coraggio e capacità di visione.Cosa di cui non sono dotati i politici nè i loro consiglieri.Sopratutto quelli che stanno.A me che sono un economista pragmatico e sopratutto un imprenditore che ha sempre avuto molta antipatia per i salotti.

Nessun commento:

Posta un commento