Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 10 novembre 2014

La mobilità degli esseri umani e le fortune delle multinazionali



Uno dei tanti pezzi di questo straordinario libro scritto da Jeffrey Kaye.Quello che pubblico sotto dovrebbero leggerlo quel 90-95% di chi vota Lega che  sul tema immigrazione non capiscono una mazza.Comandano banche e multinazionali mettetevo nella zucca.

da LA TRATTA DEGLI SCHIAVI-Jeffrey Kaye (Arianna Editrice)

I soldi che vengono mandati in giro per il mondo non sono solo il pilastro dell'economia della migrazione,ma servono anche da carburante per le multinazionali,che a loro volta basano le proprie fortune sulla mobilità degli esseri umani.
I migranti trasferiscono i loro guadagni in molti modi.Gli intermediari vanno dalla Western Union Company ,il "Golia" nel settore del trasferimento di denaro, alle reti di famiglie e amici che trasferirono i soldi o le merci spedendoli ai familiari da un Paese a un altro.
Le aziende di trasferimento del denaro guadagnano in due modi: facendo pagare il costo del servizio e applicando dei tassi d'interesse sui cambi di valuta.I costi possono anche essere elevati e i tassi di scambio molto sfavorevoli per i clienti.Nessun'altra azienda riesce a competere con la Western Union,di cui la storia, la struttura e il modo di fare affari sono strettamente collegati al movimento globale delle persone.L'azienda controlla circa il 17% del mercato mondiale ed è anni luce avanti rispetto alla sua piu vicina concorrente,la Moneygram International, che arriva solo al 4%.
"Siamo molto,molto ottimisti riguardo al nostro futuro", affermava l'amministratore delegato della Western Union,Christina A.Gold,nel febbraio del 2009.In un momento in cui i vari industriali chiedevano aiuti governativi o facevano annunci pubblici molto cauti,la Gold ancora raccontava agli analisti le solite bugie sull'industria della migrazione.
"La forza lavoro mobile continuerà a cercare migliori opportunità di lavoro in giro per il mondo", disse:"Si calcola che ci siano 200 milioni di migranti che varcano i vari confini e 300 milioni che vi si spostano all'interno...".
Nel marzo del 2009 un dirigente della Western Union predisse allegramente che,nonostante la crisi finanziaria, i soldi inviati dagli EAU sarebbero aumentati del doppio."Anche se su 100 progetti edili 70 si fermeranno,ci sarà ancora bisogno di lavoratori,che continueranno a far crescere gli invii di denaro", disse Jean Claude Farah,vicepresidente regionale della Western Union.Da tempo questa multinazionale avendo introdotto nel 1971,in un momento storico in cui l'immigrazione negli Stati Uniti stava aumentando vertiginosamente,il sistema d'invio del denaro tramite telegrafo,ha stabilito una correlazione tra la globalizzazione e la migrazione.Oggi il suo logo nero e oro è presente sia nei piu remoti villaggi che nelle piu popolose metropoli.Nel 2008 l'azienda affermò di avere 375.000 punti sparsi in piu di 200 Paesi:un traguardo che il suo amministratore delegato Gold,tradusse in eccellenti prospettive per il futuro economico."Considerando il PIL e ciò che sta succedendo nei vari Paesi", disse agli analisti finanziari all'inizio del 2000,"tutto sta spingendo i nostri clienti a cercare nuovi postio di lavoro in giro per il mondo.Questo creerà grandi opportuinità per noi,perchè la gente dovrà migrare in diverse zone geografiche in cerca di lavoro e noi saremo in grado di aiutarla".
La Western Union si sta confrontando con la crescente concorrenza di piccole aziende specializzate nel trasferimento di denaro in determinate zone geografiche;per esempio,tra il Nord America e l'America Latina o i Caraibi;oppure tra l'Europa occidentale e l'Africa settentrionale.Inoltre,anche le banche,le agenzie del credito,le carte di credito,le aziende telefoniche e altri operatori finanziari sono in competizione,nel mercato dell'invio del denaro,spesso grazie all'utilizzo di nuove tecnologie.
Per esempio,la Remit2India,un'azienda partner della piu grande istituzione finanziaria dell'India,il Times Group, permette agli indiani residenti all'estero,o NRI (un termine comunemente usato per indicare i membri della diaspora indiana),d'inviare denaro on line,da 22 Paesi a 141 banche in India,o di spedirli direttamente tramite corriere.
Le aziende di carte di credito stanno attivando anch'esse dei servizi per il trasferimento del denaro.La iKobo Money Transfer,un'azienda del Texas fondata nel 2001,permette ai propri clienti d'inviare fondi tramite carte di credito o conti bancari.Aziende di questo tipo forniscono ai propri clienti, tramite il corriere FedEx,delle carte di credito VISA con cui possono trasferire soldi da uno sportello bancomaty a un altro o fare acquisti.












Nessun commento:

Posta un commento