Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

domenica 28 dicembre 2014

Ho le prove delle decine di irregolarità formali praticate dalle banche




Il libro che ho deciso di leggere per Natale e penso di aver fatto la scelta giusta.Le fregature delle banche, dei manager,i ricatti psicologici fatti ai clienti.Ve lo consiglio,io intanto pubblico alcuni pezzi interessanti.Buona lettura.A proposito,chi è il partito piu vicino alle banche che non fa nulla per mettergli il bastone tra le ruote? Il PARTITO DEMOCRATICO


da IO SO E HO LE PROVE-Vincenzo Imperatore (Chiarelettere)

Io so e ho le prove della gigantesca truffa operata dalle banche ai danni dei correntisti.
Io so e ho le prove perchè sono un fuoriuscito.Sono stato per anni il piu allineato tra gli allineati,tra i migliori venditori nazionali di polizze e strumenti finanziari.
Io so e ho le prove perchè ero uno di loro,consapevole della spazzatura che vendevamo quotidianamente a schiere di cittadini e imprenditori che firmavano fiduciosi e ignari.
Io so e ho le prove perchè ero talmente schierato e interno al sistema da ricevere costanti attenzioni da parte delle organizzazioni sindacali.
Io so e ho le prove delle decine di irregolarità formali praticate dalle banche.
Io so e ho le prove di come con incredibile superficialità e consapevole leggerezza abbiamo generato profitti pazzeschi e ottenuto premi di produzione da capogiro per gli obiettivi raggiunti.
Io so e ho le prove perchè ho partecipato in prima fila alle riunioni operative per decidere la strategia da adottare dopo lo scandalo Lehman Brothers e la crisi dei subprime.
Io so e ho le prove di come si muovono le banche di fronte a quei correntisti e a quelle aziende in crisi che rischiano di non riuscire piu a onorare la propria posizione debitoria:propongono una ristrutturazione del debito,una rinegoziazione che nasconde la manleva da ogni responsabilità per irregolarità in contratti precedenti,e la presentano al correntista come un'opportunità dilatoria.
Io so e ho le prove di come le banche mettono a posto i conti a ridosso delle chiusure trimestrali di bilancio attraverso "manovre massive sugli interessi",quando i manager devono relazionare ai soci sullo stato di salute dell'istituto.
Io so e ho le prove di come le banche hanno piazzato e continuano a piazzare polizze assicurative e strumenti finanziari ad alto rischio,spacciati per strumenti di maggiore tutela per il cliente che riceve un prestito.
Io so e ho le prove di come le banche fanno cassa "piazzando" televisori,tapis roulant e biciclette ai clienti che richiedono finanziamenti.
Io so e ho le prove di come le banche hanno ideato procedure lampo di calmierazione reclami per accontentare e invitare al silenzio quei correntisti che scoprono qualche trucchetto o maneggio sul conto.
Io so e ho le prove di come le banche hanno aggirato l'eliminazione per legge della commissione di massimo scoperto sostituendola con due nuove commissioni ancora piu onerose per il correntista.
Io so e ho le prove dei "deliri di onnipotenza",dei privilegi e degli sprechi dei top manager,tutti pagati dai clienti.Io so e ho le prove di come le banche utilizzano la filantropia e la solidarietà solo come "strumento" per migliorare la loro reputazione.
Io so e ho le prove.Non sono la vittima di un sistema ma quel sistema ho contribuito a costruirlo e alimentarlo.

Per oltre vent'anni sono stato un allineato di ferro, un aziendalista convinto e un instancabile motivatore.Pensavo solo a vendere e produrre utili."Piazzare.Piazzare.Piazzare" era il mio mantra.Se i miei collaboratori annuivano timidamente,io ricominciavo a recitare la formula fino a quando non li vedevo decisi e determinati.Li tempestavo di telefonate ,sms,email:i miei superiori facevano lo stesso con me.Chi mollava era fuori.Convocavo riunioni operative con i "pretoriani",i miei sottoposti piu fidati, alle sette del mattino,in modo che all'apertura degli uffici tutti avessero ben chiari gli obiettivi della giornata.Obbligavo la guardia giurata a disinnescare l'allarme dello stabile in anticipo,fregandomene delle critiche sindacali.
Chi ce l'ha fatta,chi ha seguito la linea ha avuto molti  vantaggi, prima di tutto economici.Al correntista dovevamo rifilare qualsiasi prodotto:polizze assicurative,derivati, azioni,obbligazioni ,perfino diamanti.Su ogni fido,mutuo,leasing,prestito autorizzato bisognava caricare qualunque cosa generasse maggior profitto per la banca.

 Nei contratti con le banche si nascondono leggerezze e insidie che per anni sono state la regola.Esisteva un organo di controllo,ma non ha fatto consapevolmente nulla.Solo dal 2008 ha iniziato a vigilare.Prima di tutto funzionava come in una giungla ,con regole non scritte che diventavano consuetudine e sostituivano le regole scritte.Ho visto centinaia di contratti senza firma,fatti in fretta perchè bisognava vendere a ogni costo per ricevere un encomio e magari la promessa di uno scatto di carriera.Quante firme strappate in maniera fraudolenta oppure falsificate.Quante richieste su carta in bianco che poi il manager prometteva di riempire rispettando le condizioni concordate a voce.Quante firme apposte da persone diverse dal garante del prestito.Se mancava la firma della moglie,il funzionario,anzichè lasciare il tempo al cliente di portare il contratto a casa,subito proponeva:"Esci fuori che ci sta tua moglie e vedi che firma".Il cliente usciva un attimo e la firma la metteva lui,poi rientrava e diceva:"Mia moglie ha firmato".Al che il funzionario controfirmava,a garanzia che le firme erano state apposte in sua presenza.
In quegli anni il top management non ha mai stigmatizzato l'atteggiamento del venditore senza scrupoli.Questo comportamento è diventato cultura generale e prassi comune.Ha generato profitti incredibili per le banche.Il Roe (Return on equity,cioè l'indice di redditività),per dare l'idea dell'incredibile tesoro accumulato,era arrivato a pesare il 19%.Nel 2011 la media dei cinque maggiori gruppi è precipitata al -15,8%.


Nessun commento:

Posta un commento