Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 7 dicembre 2014

I massoni Angela Merkel e Vladimir Putin



Da uno che ama i misteri, questi libro di Gioele Magaldi è davvero molto interessante, per leggerlo tutto mi ci vorrà dei mesi,intanto nei pubblico dei pezzi.Vi avviso che Magaldi dedica anche 4 pagine a Paolo Barnard.La massoneria è da sempre all'interno del potere e contribuisce a far andare male il mondo e in questo libro viene spiegato con grande precisione.Intanto invito Matteo Salvini a leggere quello che pubblico sotto.

da MASSONI-Gioele Magaldi (Chiarelettere)

Fu proprio nel magmatico,ambiguo e fecondo (per i doppio e triplo-giochisti dello scacchiere europeo di ieri e di oggi) crogiolo della Ddr che personaggi di grande importanza e rinomanza come Angela Merkel (classe 1954) e Vladimir Putin (classe 1952) passarono attraverso l'iniziazione massonica (fine anni Ottanta) presso la medesima Ue-Lodge sovranazionale che cooptava e reclutava affiliati di sicuro avvenire nei territori tedesco-orientali e occidentali.La superloggia presso la quale furono iniziati la Merkel e Putin si chiamava originariamente "Golden Eurasia",ma dal 1967 in avanti cambiò il proprio nome in "Speculum Orientalis Occidentalisque", a simboleggiare una significativa alleanza in chiave antisovietica con la Ur-Lodge "Lux ad Orientem",fondata in quello stesso anno dal massone Zbigniew Brzezinski.Di recente,poi, essendo tale Ur-Lodge tuttora e piu che mai operante (le pantomine tragiche del conflitto russo-ucraino sono uno dei suoi piu impegnativi campi d'azione) ,è invalsa la consuetudine di designarla ufficialmente con entrambi i nomi ricevuti durante la sua storia.
Le tensioni Est-Ovest Europa trovarono una ulteriore sanzione ufficiale con la costituzione della Nato (North Atlantic Treaty Organization/Organizzazione del trattato dell'Atlantico del Nord),alleanza militare promossa dagli Usa e dalle maggiori potenze democratiche occidentali con i loro alleati e satelliti,entrata in vigore nel 1949.
Sul versante dell'altra superpotenza,l'Urss e degli Stati dell'Europa orientale soggetti alla sua egemonia,nel 1955 fu costituito il Patto di Varsavia.
Anche qui, appare alquanto suggestivo riscontrare nella bandiera ufficiale della Nato un simbolo esoterico come la rosa dei venti a otto punte (utilizzata con ciascuna punta divisa in una parte bianca e un'altra colorata,con richiamo al pavimento massonico a scacchi bianchi e neri),mentre l'emblema del Patto di Varsavia reca non soltanto la reiterazione della stella a cinque punte (simbolo che la tradizione comunista ha ripreso direttamente dalla libera muratoria e specificatamente dal secondo grado,quello di compagno d'arte;e in effetti gli stessi socialisti e comunisti hanno sempre voluto chiamarsi fra loro "compagni"),ma addirittura una stilizzazione di un certo tipo di stretta di mano massonica:in questo caso non si tratta di una delle strette tipiche dei primi tre gradi,ma di una variante specificatamente in voga presso alcune Ur-Lodges operanti nell'Europa centrorientale e nell'Asia centromeridionale.
Avevano un passato massonico ufficialmente dissimulato ma ufficiosamente operativo ,del resto, anche il socialdemocratico Otto Grotewohl (1894-1964),primo ministro della Ddr dalla fondazione nel 1949 al 1964, così come i comunisti Wilhelm Pieck (1876-1960,primo presidente della Rdt dal 1949 al 1960) e Walter Ulbricht (1893-1973,primo presidente del Consiglio di Stato dal 1960 al 1973 e segretario generale  Partito socialista unificato di Germania).
Sul versante occidentale,il primo cancelliere della Repubblica federale tedesca (dal 1949 al 1963) fu il massone cattolico e cristiano-democratico Konrad Adenauer (1876-1967),membro anche di diversi ordini cavallereschi vaticani tradizionalmente ricettacolo di presenze latomistiche (ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme,Sovrano militare ordine di Malta eccetera),mentre alla presidenza della Rft (dal 1949 al 1959) veniva insediato il massone Theodor Heuss (1884-1963), di antica militanza liberale.

Nessun commento:

Posta un commento