Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

venerdì 30 gennaio 2015

Intervista al grande giornalista investigativo Gunter Wallraff



Care signore e signori,Gunter Wallraff è un grande, un giornalista con la C maiuscola.Letto il suo interessantissimo GERMANIA ANNI 10, Wallraff non vuol sentir parlare di Germania come esempio da seguire, sa cosa vuol dire lavorare in un panificio e come corriere.


da IL MESSAGGERO del 29 gennaio 2015-intervista Gunter Wallraff di Alessandro Di Lellis

E' il giornalista investigativo piu famoso d'Europa.Da mezzo secolo si infiltra sotto falso nome in fabbriche,uffici,magazzini,call center,ricoveri per senzatetto,redazioni di giornali,per smascherare soprusi e prepotenze.E' stato immigrato turco, profugo somalo ,ex alcolista senza casa,telefonista.Gunter Wallraff non è soltanto un nome:è un metodo che fa scuola,ben oltre la Repubblica Federale,che a modo suo ha contribuito a cambiare.In Italia i suoi libri sono pubblicati da l'Orma editore e oggi riceverà a Roma il Premio Morrione.In questa intervista,spiega che cosa lo spinge e dove vuole arrivare.

WALLRAFF,COM'E' POSSIBILE CHE IN GERMANIA NON LA RICONOSCANO?

In stesso ogni volta mi stupisco.Quando per mesi mi sono travestito da postino,percorrendo centinaia di chilometri per consegnare pacchi,ho avuto di fronte migliaia di persone che non mi hanno riconosciuto.Credo dipenda dall'uniforme:la divisa inghiotte la persona.Non ti guardano nemmeno in faccia:lo sguardo altrui ti identifica con una funzione e scorre via,confondendoti nella massa anonima.Altre volte però,come quando,recentemente,mi sono travestito da investitore,devo lavorare di piu sulla mia persona:lenti a contatto,barba,anche stazza fisica:ho dovuto ingrassare.

QUANTO ATTORE SI NASCONDE IN LEI ?

No, lo sottolineo spesso:sarei un pessimo attore,se dovessi recitare una parte preparata uscirei sempre dal copione.Per me non si tratta di recitare un ruolo,ma di avvicinarmi alle persone,capire chi sono,identificarmi con loro.Quando entro in un nuovo personaggio,divento un altro,sogno anche come sognerebbe la persona in cui mi calo.E' una forma di ricerca di identità.Forse,lo ammetto ,anche di rafforzamento dell'identità.Da giovane ero timido ed introverso.Entrando nei personaggi divento piu sociale,piu solidale e anche piu sicuro.Oggi,di solito,sono una persona molto quieta:ma quando nei ruoli in cui mi calo subisco un torto o entro a contatto con persone che patiscono l'ingiustizia,viene fuori un altro lato di me.

NEL SUD DELL'EIROPA VEDIAMO LA GERMANIA COME UNA POTENZA ECONOMICA CHE SCOPPIA DI SALUTE.CI SONO MACCHIE SCURE?

Altro che macchie scure.La Germania va forte,le azioni dei grandi gruppi,i Konzerne,salgono.Ma chi paga il prezzo,chi porta il peso? Chi rimane ai margini diventa invisibile.C'è un'accelerazione,una spietata compressione dei destini delle persone.Le persone sono iperstressate,insieme con il Giappone la Germania è il paese che fa meno figli al mondo.E' una società di caste,non piu di classi:i ricchi diventano sempre piu ricchi anche grazie alle agevolazioni fiscali.I dati:la metà inferiore della società possiede un centesimo della ricchezza nazionale;la metà superiore possiede il 99;  il vertice del 10% possiede i due terzi del patrimonio globale e la tendenza aumenta;un quarto della popolazione è emarginata.

STIAMO PARLANDO PERO' DI UNA GRANDE DEMOCRAZIA.

Si,la Germania è una democrazia e ci sono stati anche sviluppi positivi.In passato ,un presidente regionale bavarese,riferendosi all'immigrazione,poteva parlare di "intollerabile meescolanza della popolazione tedesca",oggi non gli sarebbe piu permesso.E' importante il legame con l'Europa del quale abbiamo bisogno.Anche la cancelliera Merkel,recentemente,ha cominciato a dire che siamo una terra di immigrazione.Anni fa era molto diverso.

PARLAVA DI INGIUSTIZIA,DOVE L'HA TROVATA?

Sopratutto nei settori che conoscono un boom,per esempio spedizioni,call center;anche nei grandi Konzerne,dove i dipendenti che godono ancora di diritti vengono sostituiti con collaboratori che ne sono privi e che fanno lo stesso lavoro.I grandi gruppi scaricano le proprie responsabilità e i propri obblighi in su-sub appalto,una tendenza in aumento; in Germania c'è il job-wunder,il miracolo dei nuovi posti,ma quali? Sono precari,ma per le statistiche va tutto bene.Per la tv pubblica ho realizzato una trasmissione, "Team Wallraff",alla quale collaborano giovani reporter.Abbiamo fatto un'inchiesta sui fast food,trovando condizioni di lavoro e igieniche inimmaginabile ,tanto che la catena Burger King è stata indotta a separarsi dalla società turco-russa alla quale aveva concesso il franchising.Poi abbiamo indagato sui ricoveri per immigrati,talvolta in mano a custodi razzisti.E a febbraio tornerò in campo,con una nuova identità".



Nessun commento:

Posta un commento