Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 12 marzo 2015

GIULIO SAPELLi:"Il Colle consegnò l'Italia a Monti"



Nonostante Giulio Sapelli sia uno che ha cambiato diecimila versioni, spesso mette bocca agli altri delle cose che non hanno mai detto, in questo caso ha ragione.Non ci vuole molto a capirlo nonostante il governo Berlusconi ci ha provato in tutti i modi ad accontentare la dittatura europea,altro che ribellione.E' stato incapace,tutto qui.


da IL GIORNALE del 12 marzo 2015-Giulio Sapelli risponde alle domande di Gian Maria De Francesco

"Si disvela il fatto che l'Italia sia un Paese a sovranità limitata.Nel 2011 è accaduro un evento straordinario dal punto di vista della storia costituzionale:un governo si dimise senza sfiducia parlamentare e contestualmente a questo il presidente della Repubblica Napolitano nominò senatore a vita e poi presidente del Consiglio una persona rispettabile,un giornalista economico".

"Non penso che Mario Monti lo si possa definire un economista,non avendo pubblicazioni illustri.Era solo stato in alcuni consigli di amministrazione come quello della Fiat era uno dei consiglieri  principe di Goldman Sachs.Monti fu quello che artatamente modificò il Trattato di Maastricht  inserendo il limite del 3% di deficit/Pil.Era un rappresentante dell'ordoliberismo tedesco:la corrente di pensiero che impone  di traslare nelle Costituzioni il divieto di fare debito pubblico e la libertà di mercato.L'uomo che era stato interprete di queste tesi veniva nominato premier".

"Ipotizzavano un'economia totalmente fondata su un abbassamento dei costi dei Paesi sottomessi alla Germania in modo tale che quest'ultima potesse esportare verso di loro i suoi prodotti.Del notevole surplus tedesco,che è una palese violazione dei Trattati,però non importa a nessuno".

"A me fa paura e tristezza che i giudici si occupino di queste cose.Le agenzie di rating sono in conflitto di interessi.Il vero reato è quello di esistere e che degli stupidi ci credano.Non c'è rapporto fra debito e spread,è una questione di oligopolio finanziario.Oggi il debito è piu alto rispetto al 2011,ma lo spread è sceso".

"Il limite posto dall'Europa agli investimenti strutturali pubblici colpisce i consumi e impedisce la ripresa.Oggi questo è evidente nella stessa Germania che pensava di svilupparsi con le esportazioni.Aveva ragione quell'esigua schiera di economisti come Galbraith,Amoroso e Krugman che indicava queste tesi,come una desertificazione dell'industria.E' la strategia di McKinsey che vuole ridurre gli italiani in camerieri e addetti ai servizi turistici".

"E' un governo bipolare che soffre di schizofrenia.Di buono c'è che ha l'appoggio degli Usa contro il modello tedesco di egemonia distruttiva verso l'Europa.Ma in politica economica fa il contrario di quello che dice.L'ultima mossa contro le banche popolari è terribile e vergognosa: un Paese pieno di pmi come l'Italia è l'unico ad ammazzare gli istituti che le finanziano"


Nessun commento:

Posta un commento