Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 6 marzo 2015

Il premio Nobel Robert Engle:"Quantitative easing tardivo"



Si molto probabilmente è tardivo ma il problema principale è che ad acquistare sul mercato secondario  è la BCE (Banca criminale europea) e non  la Banca d'Italia come faceva fino al 1981 prima del disastro cioè divorzio Banca d'Italia-Tesoro.E poi come ricorda bene Robert Engle, con i trattati europei firmati abbiamo perso la sovranità.Ceti medio-bassi evitate di sognare...

da LA REPUBBLICA del 5 febbraio 2015-intervista Eugenio Occorsio

"Il quantitative easing è la piu concreta e ambiziosa operazione di vera integrazione europea.Il problema è che doveva essere lanciato due anni fa".

"La Bce nasce con un difetto di fabbrica.Fin dall'inizio dell'euro doveva essere dotata di poteri maggiori piu coerenti e coordinati,visto che è l'unica istituzione vera dell'eurozona.Invece i trattati a partire daMasstricht sono stati esitanti e ambigui,probabilmente per tutelare le sovranità nazionli.Si doveva capire che con la moneta comune l'Europa diventa una nazione sola almeno dal punto di vista monetario e ha bisogno di qualcosa di simile alla Fed.Troppe dispute e compromessi politici ne condizionano l'operatività"

"Guardate le regole del Qe:il decentramento alle banche nazionali,l'input a comprare sul mercato secondario,i criteri confusi di scelta dei titoli.E' come se si avesse paura di quello che si è creato,cioè una banca potente e completamente integrata con l'eurozona.C'è paura di ripetere il modello Fed,eppure posso dirvi che è una delle poche istituzioni americane che funziona".

"Mi auguro che con lo scendere dei tassi basterà per la crescita ma non ne sono sicuro.A meno che per compensare i ritardi e le ambiguità non si crei una sorta di consiglio europeo per la competitività che aiuti ad uscire dalla crisi:un meccanismo che monitori e corregga gli squilibri macroeconomici dalle dinamiche salariali alla produttività.E' stato un problema trascurato per concentrarsi sulle politiche di bilancio.Si sarebbe evitato che gli investimenti pubblici e la spesa per ricerca venisse tagliata.Collegato deve nascere un organismo di politica finanziaria che segnali quando un Paese deve indebitarsi di piu o il surplus supera il limite perchè la domanda è insufficiente,e poi vigili sulle politiche finanziarie.Se fossero esistiti questi istituti si sarebbe evitato che le riforme procedessero con ritmi diseguali in Germania,Francia e Italia.Si poteva fare un aggiustamento organico,che non poteva essere monetario visti i cambi fissi,e almeno tentare un management della della domanda europeo".

"Proprio perchè il Qe è un momento decisivo di integrazione,non mi sembra giusto verso il popolo greco lasciare fuori il Paese per le colpe di precedenti governi.Sei devono trovare gli accorgimenti tecnici e politici per evitarlo".

Nessun commento:

Posta un commento